Sei disoccupato, in mobilità, casalinga, studente, pensionato o immigrato con permesso di soggiorno? Euronics ti offre un lavoro

       


Questo articolo fa parte del nostro archivio, i contenuti potrebbero non essere aggiornati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iniziamo con il presentarvi l’azienda. Euronics è un gruppo leader nella distribuzione di elettronica di consumo ed elettrodomestici del mercato italiano. I punti vendita ad insegna “Euronics” sono 257 e si trovano in tette le regioni del nostro Paese. Euronics cerca degli ADDETTI ALLE VENDITE da inserire nei propri punti vendita e il compenso è gestito con BUONI LAVORO che possono essere acquisiti solo da alcune categorie di lavoratori.

CHE MANSIONI SVOLGE L’ADDETTO ALLE VENDITE
L’ Addetto alle vendite è la persona che si occupa della gestione del rapporto con la clientela presso il punto vendita finalizzata a fornire supporto e consulenza nella vendita del prodotto.
Principali responsabilità:
1. Gestire le azioni di vendita con i Clienti, fornendo loro consulenza in fase di acquisto.
2. Assicurare l´ organizzazione della disposizione dei prodotti all´ interno del punto vendita, per la migliore efficacia della vendita stessa.
3. Partecipare attivamente alla gestione dei problemi segnalati dai Clienti, in particolare assicurando un adeguato livello di servizio in fase di richiesta di assistenza.

COSA SONO I BUONI LAVORO
I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè quelle prestazioni di lavoro svolte al di fuori di un normale contratto di lavoro in modo discontinuo e saltuario. Il lavoro occasionale accessorio è una particolare modalità di prestazione lavorativa, inizialmente prevista dalla Legge n. 30 del 2002 poi disciplinate dal D.Lgs n. 276/2003 (artt.70-73); l´ultimo riferimento normativo, in ordine cronologico, è la Legge n. 33/2009. La sua finalità è quella di regolamentare quelle prestazioni occasionali, definite appunto ´accessorie´, che non sono riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario, e tutelare situazioni non regolamentate.
Il pagamento di tali prestazioni avviene attraverso i sopracitati buoni lavoro. Sono garantite la copertura previdenziale presso l´INPS (ai fini pensionistici) e quella assicurativa presso l´INAIL (contro gli infortuni). Il lavoratore può integrare le sue entrate attraverso queste prestazioni occasionali, il cui compenso è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato. Tale strumento permette inoltre ad Euronics di occupare tutte quelle categorie di lavoratori che prestano lavoro occasionale, consentendo a loro una tutela.

CHI PUO’ USUFRUIRE DEI BUONI LAVORO
I prestatori/lavoratori che possono accedere al lavoro occasionale accessorio sono:
- pensionati titolari di trattamento pensionistico in regime obbligatorio;
- studenti nei periodi di vacanza: sono considerati studenti “i giovani con meno di 25 anni di età, regolarmente iscritti ad un ciclo di studi presso l´Università o istituto scolastico di ogni ordine e grado”. I giovani debbono, comunque, aver compiuto i 16 anni di età e, se minorenni, debbono possedere autorizzazione alla prestazione di lavoro occasionale da parte del genitore o di chi esercita la patria potestà. Per “periodi di vacanza” si intendono:
a) per “vacanze natalizie” il periodo che va dal 1º dicembre al 10 gennaio;
b) per “vacanze pasquali” il periodo che va dalla domenica delle Palme al martedì successivo il lunedì dell´Angelo;
c) per “vacanze estive” i giorni compresi dal 1º giugno al 30 settembre.
Gli studenti possono effettuare prestazioni di lavoro occasionale anche il sabato e la domenica in tutti i periodi dell´anno, oltre che nei periodi di vacanza e compatibilmente con gli impegni scolastici.
- le altre categorie di prestatori, comprese le casalinghe, titolari di disoccupazione a requisiti ridotti o disoccupazione speciale per agricoltura, gli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, cassintegrati, i titolari di disoccupazione ordinaria e i lavoratori in mobilità.

COME FUNZIONA IL BUONO LAVORO
Il pagamento delle prestazioni di lavoro occasionale accessorio avviene attraverso il meccanismo dei buoni lavoro, ossia voucher rilasciati dall´azienda, a seguito della prestazione lavorativa, il cui valore nominale è pari a 10 euro lorde. Il valore nominale è così ripartito:
– 2,5 euro di trattenute a favore dell´Inps e dell´Inail;
– 7,5 euro come compenso netto al lavoratore.
Per il prestatore l´attività lavorativa di natura occasionale accessoria non deve dare luogo a compensi superiori a 6.660 euro lordi, nel corso di un anno solare, da parte di ciascun singolo committente. Per i percettori di prestazioni integrative del salario o sostegno al reddito (cassa integrazione, mobilità o disoccupazione), che hanno accesso al lavoro occasionale accessorio il limite economico dei compensi è di 3.000 euro per anno solare.
I buoni possono essere incassati dal prestatore presso un qualsiasi ufficio postale sul territorio nazionale esibendo un valido documento di riconoscimento. In alternativa, a discrezione dell´azienda, può essere rilasciata un’apposita carta prepagata in cui sarà accreditato il compenso.

COME CANDIDARSI
Per candidarsi è necessario rispondere all’annuncio direttamente sul sito web di Euronics nella pagina dedicata alle offerte di lavoro con buoni lavoro

Per maggiori informazioni: www.euronics.it 



by Max Arteconi
© E' VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI DEL SITO

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Seguici su Facebook

Seguici su Google+ (Consigliato!)

Resta aggiornato seguici su Linkedin