Alenia Aeronautica: piano da 500 assunzioni

I vertici di Alenia Aeronautica, del Gruppo Finmeccanica, hanno incontrano le parti sociali per presentare il piano industriale. Gli interventi sono numerosi: investimenti, assunzioni ma anche critiche ristrutturazioni.

Si parla di 500 assunzioni, 300 delle quali da realizzare subito, suddivise tra gli stabilimenti in Campania (140), in Piemonte (100) e in Puglia (60), a fronte però di prepensionamenti ben più numerosi (oltre 1.100 esuberi). In tempi brevi saranno realizzate anche stabilizzazioni di 450 precari. Le successive 200 assunzioni saranno realizzate probabilmente nel nuovo stabilimento di Cameri, in provincia di Novara, ma per ora sono emerse solo indiscrezioni a riguardo.

Come già era stato annunciato, l’industria aeronautica di Stato sarà accorpata con Aermacchi. Il piano industriale presentato ai sindacati prevede la chiusura dello stabilimento di Casoria con il trasferimento dei lavoratori nei siti di Nola e Pomigliano d’Arco. Si ipotizza anche la chiusura dei siti di Venezia e Roma. Sono previste inoltre ristrutturazioni ed esternalizzazioni della produzione e di servizi oltre allo spostamento della sede legale dalla Campania in provincia di Varese, a Venegono.

Nonostante lo spostamento della sede legale al nord bisogna sottolineare che due terzi degli investimenti previsti saranno concentrati nel sud e in particolare in Campania e destinati allo sviluppo di un nuovo aereo civile regionale.

I punti critici sono numerosi e il dialogo con le parti sociali è ancora aperto. Del resto si tratta di un accordo importante non solo per il futuro di Alenia Aeronautica, ma anche per quello di tutto il gruppo Finmeccanica.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments