Assegno per il Lavoro AxL Regione Veneto: come richiederlo e cosa sapere

orientamento, consulenza, colloquio

La Regione Veneto ha reso disponibile la misura dell’Assegno per il Lavoro a favore dei disoccupati over 30.

Si tratta di un bonus rivolto a persone prive di occupazione, con età superiore a 30 anni e in possesso di determinati requisiti. Il finanziamento AxL consente a questi soggetti di accedere a servizi gratuiti per ottenere un lavoro.

Ecco tutte le informazioni sull’Assegno per il Lavoro Regione Veneto e come fare domanda.

COS’E’ L’AXL?

E’ uno strumento di finanziamento che la Regione Veneto ha messo a disposizione dei disoccupati over 30 per supportarli nella ricerca di un nuovo lavoro. Come? Concedendo loro un contributo economico da utilizzare per usufruire gratuitamente di servizi di orientamento, formazione e inserimento lavorativo.

Il bonus per disoccupati, che ha un valore massimo di 5.796 euro, è spendibile presso operatori accreditati per fornire assistenza alla ricollocazione. Questi ultimi, una volta preso in carico il beneficiario dell’AxL, provvedono a supportarlo nell’inserimento/reinserimento lavorativo, mediante attività quali orientamento, counseling, formazione, rafforzamento delle competenze e incrocio domanda/offerta.

Introdotto con la Delibera Regionale 1095/2017, come misura sperimentale per promuovere l’occupazione e l’inclusione attiva, è stato poi prorogato e aggiornato con la DGR 584/2018. Ora, con la DGR 396/2019, la Regione Veneto ha emanato la nuova direttiva relativa all’Assegno per il Lavoro, prorogandone la sperimentazione fino al 31 dicembre 2021, introducendo dei miglioramenti per l’accesso e aumentando la dotazione finanziaria. Il provvedimento ha portato a 27 milioni di euro le risorse disponibili per la realizzazione di servizi e attività previsti, aumentando di 15 milioni di euro la precedente dotazione.

CHI PUO’ RICHIEDERLO?

I lavoratori di età superiore ai 30 anni, disoccupati, residenti o domiciliati in Veneto. Per dimostrare lo stato di disoccupazione devono essere privi di impiego e devono rilasciare la Dichiarazione Immediata Disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva (DID) presso il Centro per l’Impiego regionale a cui sono iscritti e con cui hanno stipulato il Patto di Servizio Personalizzato.

Possono richiedere l’Assegno per il Lavoro AxL Veneto anche coloro che percepiscono prestazioni di sostegno al reddito, come ad esempio la NASPI. Non possono fare domanda, invece, le persone già impegnate in percorsi di politica attiva del lavoro o di formazione finanziati dalla Regione Veneto o da altri soggeti pubblici, compresi corsi di formazione, tirocini extracurricolari, assegno di ricollocazione e altre misure di accompagnamento al lavoro.

QUALI SONO I SERVIZI FINANZIABILI?

I beneficiari dell’agevolazione possono usare il beneficio per accedere ai seguenti servizi:

  • Servizi di informazione, orientamento e counseling – per prendere in carico il disoccupato e introdurlo in un percorso occupazionale con buon esito;
  • Servizi di formazione – per potenziare le competenze del beneficiario, rendendolo competitivo sul mercato del lavoro e favorendone l’occupazione;
  • Servizi di supporto all’inserimento/reinserimento lavorativo – per favorire l’incrocio domanda/offerta di lavoro e permettere al destinatario dell’AxL di trovare lavoro.

COME FARE DOMANDA?

E’ possibile fare domanda di AxL rivolgendosi direttamente al proprio CPI oppure online, attraverso la pagina web dedicata al beneficio, registrandosi gratuitamente e presentando la richiesta telematica.


Una volta richiesto l’Assegno per il Lavoro il Centro per l’Impiego di competenza del lavoratore, presso il quale ha fatto domanda, verifica i requisiti ed elabora il profilo di occupabilità (profiling) del richiedente. In base a quest’ultimo il CpI determina l’assegnazione della fascia di intensità di aiuto e il relativo valore economico dell’AxL e lo rilascia al beneficiario. Il destinatario dell’AxL decide, poi, in autonomia a quale soggetto rivolgersi, tra quelli accreditati, per fruire dei servizi finanziati dal suo bonus.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Per ulteriori informazioni rendiamo scaricabile il testo integrale della DGR 396/2019 (Pdf 569Kb), contenente la nuova direttiva Assegno per il Lavoro 2019.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti