Assunzioni con staffetta generazionale anziani – giovani

ministro

La priorità del nuovo Ministro del lavoro Enrico Giovannini è diminuire la disoccupazione giovanile di otto punti percentuali portandola al 30% dai livelli record attuali. In che modo? In primis con la con staffetta generazionale anziani – giovani, un modello già utilizzato in altri Paesi Europei, che incentiva i lavoratori prossimi alla pensione a lasciare spazio ai giovani, favorendo le assunzioni di questi ultimi.

Giovannini pensa inoltre di intervenire “correggendo” la nuova normativa dei contratti a termine introdotta dalla Riforma Fornero eliminando il tetto dei tre anni e riducendo l’intervallo tra una assunzione e un’altra da 60-90 giorni a 20-30 giorni.

Come funzionerà la staffetta generazionale delle assunzioni? L’azienda potrà proporre ai lavoratori cui mancano non più di tre anni alla pensione di trasformare il proprio contratto di lavoro in un part time e, contestualmente, si impegnerà ad assumere un giovane. La proposta sarà su base volontaria, quindi ogni lavoratore potrà decidere se aderire o meno.

I costi di questa operazione saranno a carico dello Stato che offrirà integrazioni alla contribuzione, in modo tale che il dipendente “anziano” non abbia impatti sulla pensione. In altre parole la contribuzione dei lavoratori senior che accetteranno il part time a fronte di assunzioni di giovani sarebbe garantita dallo Stato.

La prima regione che sperimenterà le assunzioni con staffetta generazionale tra anziani e giovani sarà la Lombardia, finanziando con 3 milioni di euro il progetto. Assolombarda, promotrice di questa sperimentazione, crede fermamente nel successo dell’iniziativa, come ha dichiarato il presidente Alberto Meomartini “abbiamo preso spunto da iniziative simili in Europa e crediamo che il modello può essere esteso su scala nazionale”. “Viviamo in un periodo in cui per risolvere i problemi delle assunzioni dei giovani servono sforzi di natura collegiale”. Tra le aziende interessate ad avviare la sperimentazione ci sono già Bayer, Techint e Campari.

La Lombardia non sarà l’unica regione coinvolta nell’iniziativa della staffetta generazionale anziani – giovani, anzi, sembra che numerose altre regioni siano interessate ad avviare la sperimentazione di questo sistema finalizzato a favorire l’occupazione di giovani. Tra queste, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Marche e Friuli Venezia Giulia. Ci si aspetta adesioni anche al sud.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments