Assunzioni scuola: saranno eliminate le graduatorie, solo concorsi

Mai più graduatorie e le assunzioni nella scuola saranno realizzate solo tramite concorso. E’ questo l’ultimo annuncio del Ministro Profumo che vuole rivoluzionare il sistema scolastico per dare di nuovo spazio ai giovani ed eliminare il sistema di graduatorie che ha creato tanti problemi fino ad oggi.

“Il governo Monti – spiega Profumo in una intervista a Repubblica – sa che si esce dalla crisi mettendo al centro scuola, università e ricerca. Io non sto facendo miracoli, sono solo riuscito a ripristinare il turnover dopo anni di blocco: tanti insegnanti vanno in pensione e tanti ne entrano. Ho attivato un antico modo di reclutare personale che trovo modernissimo: il concorso“. Da ora in poi i posti di lavoro disponibili saranno uguali al numero di docenti vincitori dei concorsi e chi non dovesse riuscire a superare l’esame avrà l’opportunità di riprovarlo la prossima primavera e in seguito ogni due anni.

Le selezioni pubbliche saranno realizzate in modo regolare, o almeno questo sarà l’impegno del Governo. “Vorrei lasciare in eredità ai giovani una nuova fiducia nei concorsi di Stato. Quelli che faremo noi saranno puliti e porteranno i vincitori a una cattedra”.

Come già annunciato nei giorni scorsi le assunzioni nella scuola andranno avanti su un doppio canale: graduatorie da una parte, per eliminare quelle ancora attive, e nuovi concorsi per insegnanti dall’altro. Il ministro ricorda anche i numeri: “21mila nuovi docenti entreranno in classe tra tredici giorni, presi dalle graduatorie storiche. Altri 24mila saranno insediati a settembre 2013, metà dalle graduatorie, metà dal nuovo concorso che stiamo organizzando. Altri 10mila insegnanti in primavera: metà assunti dalle graduatorie, metà con un bando”.

La sua posizione è chiara: “Non formeremo più nuove graduatorie, cercheremo solo di svuotare quella esistente che tante frustrazioni ha creato”. Ancora dubbi sui requisiti di accesso ai nuovi concorsi? Profumo li ha già chiariti, ecco la sua spiegazione per ogni ordine di scuola.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments