Bando e Domanda per Cantieri di Cittadinanza e Lavoro Minimo

regione Puglia

E’ possibile partecipare ai bandi per accedere ai Cantieri di Cittadinanza e al Lavoro Minimo di Cittadinanza, i percorsi di inclusione sociale e inserimento lavorativo attivati dalla Regione Puglia.

Le iniziative occupazionali sono rivolte a disoccupati, inoccupati, persone in condizioni di fragilità sociale e percettori di ammortizzatori sociali, anche in deroga.

REGIONE PUGLIA BANDO LAVORO E INCLUSIONE SOCIALE

La Regione Puglia ha stanziato, infatti, oltre 11 milioni di Euro, che saranno seguiti da ulteriori integrazioni di fondi, per l’attivazione di misure finalizzate a favorire l’inserimento socio lavorativo dei disoccupati di lunga durata e l’inclusione sociale di soggetti in condizioni di particolare fragilità sociale, quali disabili, ex detenuti e donne sole. A questo scopo l’Amministrazione regionale ha attivato due iniziative per l’attivazione di percorsi di formazione e lavoro presso Comuni, Enti e imprese del territorio pugliese, ed ha pubblicato bando e domanda per Cantieri di Cittadinanza e Lavoro Minimo di Cittadinanza negli Ambiti territoriali sociali.

Ecco tutte le informazioni e come partecipare:

BANDO CANTIERI DI CITTADINANZA

Nello specifico, il bando per Cantieri di Cittadinanza prevede l’attivazione di tirocini retribuiti per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, e per facilitare l’inclusione sociale, di soggetti in condizione di grave svantaggio sociale o privi di occupazione. Gli stage, che possono essere promossi da Comuni, organismi pubblici, imprese e organizzazioni del Terzo Settore, per integrare attività di produzione di servizi o di manutenzione del patrimonio pubblico, possono avere una durata variabile, da 6 a 12 mesi, per un massimo di 130 ore di lavoro a semestre, e prevedono l’erogazione di una indennità di partecipazione pari a 23 Euro al giorno, per un massimo di 500 Euro mensili.

Destinatari
Possono partecipare ai Cantieri di Cittadinanza le seguenti categorie di soggetti:
disoccupati da almeno 12 mesi, che non percepiscono ammortizzatori sociali e sostegni al reddito, iscritti ai Cantri Territoriali per l’Impiego ed in possesso di una DID – Dichiarazione di Immediata Disponibilità valida, che si trovano in condizione di svantaggio per l’accesso al mercato del lavoro;
inoccupati (che non hanno mai avuto accesso al mercato del lavoro), di età non inferiore ai 18 anni, iscritti presso i Centri Territoriali per l’Impiego ed in possesso di una DID in corso di validità, svantaggiati per l’accesso al mercato del lavoro e che richiedono di entrare in un percorso di inclusione socio abilitativo lavorativo.

Sarà data priorità ai soggetti che si trovano in condizione di specifica fragilità sociale, già presi in carico dai Servizi Sociali del Comune o dell’Ambito territoriale di riferimento quali ad esempio disabili adulti, ex detenuti, persone nel circuito penale sottoposte a pene alternative alla detenzione, donne sole con o senza figli minori vittime di violenza o sfruttamento.

Requisiti
Ai candidati si richiede il possesso dei seguenti requisiti minimi:
– non essere già coinvolti in percorsi di lavoro socialmente utile (LSU) ovvero di formazione e lavoro di cui al programma Garnzia Giovani ovvero per l’autonomia e la vita, idipendente (PROVI), ovvero in nuclei percettori di assegno di cura;
– residenza in Puglia da almeno un anno;
– residenza o domicilio nell’Ambito territoriale di riferimento per il quale si presenta domanda di partecipazione ai Cantieri di cittadinanza;
– ISEE familiare non superiore a 3.000 Euro;
– assenza di altre persone appartenenti allo stesso nucleo familiare che sono state ammesse al beneficio o hanno presentato domanda per lo stesso ancora in istruttoria.

BANDO LAVORO MINIMO DI CITTADINANZA NEGLI AMBITI TERRITORIALI SOCIALI

Il bando Lavoro Minimo nasce dall’esigenza di trovare soluzioni che favoriscano la ricollocazione di lavoratori percettori di ammortizzatori sociali anche in deroga, e prevede il diretto coinvolgimento dei Comuni, che dovranno attivare azioni di accompagnamento al reinserimento lavorativo dei soggetti coinvolti. La selezione dei candidati da ammettere ai progetti di Lavoro Minimo è affidata ai Comuni stessi, associati in Ambito territoriale sociale, in Consorzi tra Comuni per i servizi sociali, ovvero ai Comuni capoluogo coincidenti con Ambiti sociali monocomunali, ed è rivolta ai residenti nei territori di riferimento.

Destinatari
Possono partecipare al Lavoro Minimo di Cittadinanza le seguenti categorie di soggetti:
– lavoratori percettori di ammortizzatori sociali, anche in deroga;
– lavoratori percettori di cassa integrazione a zero ore;
– lavoratori percettori di indennità di mobilità ordinaria ex legge 223 / 91.

Requisiti Preferenziali
Saranno considerati criteri di priorità i seguenti requisiti:
– maggiore carico familiare;
– maggiore età anagrafica;
– figli minori;
– soggetti diversamente abili presenti nel nucleo familiare;
– reddito ISEE 2015 non superiore a 18.000 Euro.

AMBITI DI ATTIVITA’

I progetti di tirocini retribuiti nei Cantieri di Cittadinanza e di Lavoro Minimo fanno riferimento, prevalentemente, ai seguenti settori di inserimento:
– Servizi di prossimità e aiuto alla persona;
– Manutenzione patrimonio pubblico;
– Servizi di sostegno scolastico per minori;
– Attività manifatturiera;
– Produzione agricola;
– Pulizia e igienze ambiente urbano;
– Difesa del suolo e tutela dell’assetto idrogeologico;
– Sostegno ai servizi amministrativi pubblici.

DOMANDA

Le domande di partecipazione possono essere presentate, secondo le modalità indicate nei bandi e complete della documentazione richiesta dagli stessi, a partire dalle ore 12.00 del 4 maggio 2015, attraverso le apposite procedure online disponibili in questa pagina, selezionando le voci Lavoro Minimo – Procedura telematica o Cantieri di Cittadinanza – Procedura Telematica. I candidati che non possono o vogliono presentare l’istanza in maniera autonoma dalla propria postazione informatica, possono rivolgersi ai CAF convenzionati con i rispettivi Comuni per riecevere assistenza per la compilazione e l’invio del modulo telematico.

BANDI

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente i bandi Regione Puglia per Cantieri di Cittadinanza e Lavoro Minimo, che rendiamo scaricabili:
BANDO CANTIERI DI CITTADINANZA (Zip 8,26Mb);
BANDO LAVORO MINIMO DI CITTADINANZA (Zip 3,51Mb).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments