Bando PNRR per giovani ricercatori da portare in Italia: borse di studio 2022

Tutti i dettagli sull’iniziativa del MUR che punta a ricondurre sul territorio nazionale i giovani ricercatori di eccellenza residenti all’estero

microscopio, ricerca

Parte il nuovo bando PNRR per i giovani ricercatori residenti all’estero, la misura che punta a far ritornare sul territorio nazionale menti di eccellenza affinché qui in Italia portino avanti progetti di ricerca riconosciuti a livello europeo.

A disposizione 220 milioni di euro per finanziare borse di studio Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) investe nell’ingresso o nel rientro in Italia di giovani studiose e studiosi che intendono sviluppare in università o enti di ricerca italiani le proprie proposte progettuali.

In questa guida vi spieghiamo a chi si rivolge, come funziona e come ottenere le borse di studio previste dal nuovo bando PNRR per giovani ricercatori di ritorno in Italia.

BANDO PNRR PER GIOVANI RICERCATORI, COSA PREVEDE

Il Bando Giovani per giovani ricercatori, Avviso n. 247 del 19 agosto 2022 aggiornato dall’Avviso n. 367 del 7 ottobre 2022, dà attuazione allo specifico investimento previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) finalizzato proprio a sostenere l’ingresso o il rientro nel nostro Paese di giovani ricercatori. Si rivolge agli studiosi che abbiano vinto bandi europei o ai quali sia stato attribuito un Sigillo di Eccellenza e offre loro borse di studio, di un valore che va dai 150.000 euro ai 300.000 euro per progetto, qualora intendano concludere il lavoro in Italia.

Inizialmente la scadenza per le domande era fissata all’11 ottobre, ma con un aggiornamento del Bando il termine è stato posticipato al 25 ottobre. La modifica ha anche allargato i requisiti richiesti. e, in particolare, è intervenuta per favorire una più alta partecipazione da parte di giovani vincitori di ERC e di giovani ricercatori che, negli ultimi 48 mesi, abbiano vinto una borsa Marie Skłodowska-Curie (MSCA) o che abbiano ottenuto un Seal of Excellence.

Ma vediamo più nel dettaglio in cosa consiste il Bando PNRR per giovani ricercatori e come funziona.

A CHI SI RIVOLGE

Il bando PNRR per giovani ricercatori finanzia l’assegnazione, entro il quarto trimestre del 2022, di almeno 700 borse di ricerca a giovani studiosi o scienziati che appartengano ad una delle seguenti categorie:

  • Principal Investigator vincitori di bandi dello European Research Council – ERC Starting grant nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe che abbiano scelto come sede una Host Institution estera. Per loro sono previste 100 borse di studio;

  • vincitori di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships nell’ambito del Programma quadro Horizon 2020 e di bandi Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships nell’ambito del Programmi quadro Horizon Europe da un massimo di 48 mesi. Per loro sono previste 200 borse di studio;

  • soggetti che abbiano ottenuto un “Seal of Excellence” a seguito della partecipazione a bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships e Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships, nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe. Vale per coloro che abbiamo avuto il SoE da un massimo di 48 mesi. Per loro sono previste 400 borse di studio.

REQUISITI DEI PROGETTI PER BORSE DI STUDIO

Per ciascuna categoria di interessati i requisiti dei progetti per cui è possibile ottenere le borse di studio variano. Più precisamente:

1) PRINCIPAL INVESTIGATOR VINCITORI DI GRANT ERC

Le proposte dei Principal Investigator vincitori di bandi dello European Research Council – ERC Starting grant nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe che abbiano scelto come sede una Host Institution estera devono afferire ad uno degli ambiti di ricerca di questo elenco. I progetti, dovranno, a pena di esclusione rispondere ai requisiti generali dell’articolo 5, comma 3 del bando.

Le attività previste dalle proposte progettuali devono essere svolte in un arco temporale massimo di 36 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto e comunque entro e non oltre il 31 maggio 2026. Il contributo erogato corrisponderà ai costi ammissibili, entro un limite massimo di 1 milione di euro per ciascuna proposta progettuale.

2) VINCITORI DI GRANT MSCA

Le proposte dei vincitori di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships nell’ambito del Programma quadro Horizon 2020 e di bandi Marie Skłodowska-Curie Postdoctoral Fellowships nell’ambito del Programmi quadro Horizon Europe possono afferire ad uno degli ambiti di ricerca appartenenti ai macro settori scientifico-disciplinari come elencati in questa tabella. I progetti, dovranno, a pena di esclusione rispondere ai requisiti generali dell’articolo 13, comma 3 del bando.

I progetti devono essere realizzati in un arco temporale massimo di 36 mesi a partire dalla sottoscrizione dell’atto d’obbligo allegato al decreto di concessione del finanziamento e comunque entro il 20 dicembre 2025. Il contributo è stabilito entro un limite massimo di 300.000 euro per ogni progetto. Il contributo può essere concesso fino ad un massimo del 100% delle spese totali ammissibili.

3) VINCITORI DI “SEAL OF EXCELLENCE”

I soggetti che abbiano ottenuto un “Seal of Excellence” (sigillo d’eccellenza) a seguito della partecipazione a bandi MSCA Individual Fellowships e MSCA Postdoctoral Fellowships, nell’ambito dei Programmi quadro Horizon 2020 e Horizon Europe possono presentare progetti sugli argomenti presenti in questo elenco. I progetti, dovranno, a pena di esclusione rispondere ai requisiti generali dell’articolo 20, comma 3 del bando.

Le attività previste nelle proposte progettuali devono essere realizzate in un arco temporale massimo di 24 mesi a decorrere dalla sottoscrizione dell’atto d’obbligo allegato al decreto di concessione del finanziamento e comunque entro e non oltre il 20 dicembre 2024. Il contributo erogato è pari a 150.000 euro per ciascuna proposta progettuale ammessa.

LE RISORSE

Il nuovo bando finalizzato a sostenere l’ingresso o il rientro nel nostro Paese di giovani ricercatori, mette a disposizione 220 dei 600 milioni di euro complessivamente destinati a tali misure dal PNRR (Missione 4 “Istruzione e Ricerca” – Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 1.2 “Finanziamento di progetti presentati da giovani ricercatori”). In particolare:

  • 100 milioni di euro (di cui 40 prioritariamente destinati alle regioni del Mezzogiorno) sono destinati a finanziare nelle università italiane, negli istituti di istruzione universitaria a ordinamento speciale e negli enti pubblici di ricerca i progetti di 100 giovani ricercatori vincitori di Starting Grants dello European Research Council (ERC). Per loro è previsto un contributo massimo di 1 milione di euro;

  • 60 milioni di euro (di cui 24 milioni prioritariamente destinati alle regioni del Mezzogiorno) vanno a sostenere le attività di ricerca di 200 giovani ricercatori vincitori di bandi Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships (MSCA) per i quali è previsto un contributo massimo di 300.000 euro;

  • 60 milioni di euro finanziano i progetti di 400 giovani ricercatori che hanno ottenuto un Sigillo di Eccellenza (Seal of Excellence) a seguito della partecipazione a bandi relativi alle Azioni MSCA. Il contributo massimo per sostenere questi progetti è di 150.000 euro.

CHI SONO I SOGGETTI ATTUATORI

I soggetti attuatori del bando sono le università e gli Enti pubblici di ricerca. Saranno loro poi a ospitare “materialmente” i ricercatori che arrivano o tornano in Italia. In considerazione della dotazione finanziaria i soggetti attuatori, quali potenziali Host Institution (Istituzioni ospitanti) hanno comunicato entro il 15 settembre al MUR le posizioni vacanti e disponibili, relative ai settori tecnico-scientifici associati agli ambiti di ricerca appartenenti ai macrosettori scientifico-disciplinari adottati dall’ERC, come elencati in questa tabella.

L’elenco delle posizioni vacanti e disponibili, ripartite territorialmente tra le regioni del Mezzogiorno e del Centro-Nord, è consultabile direttamente nell’area dedicata in questa pagina. Invece, l’articolo 27 del bando chiarisce quali sono gli obblighi del soggetto attuatore.

COME PRESENTARE DOMANDA

Le domande, per tutte e tre le categorie di beneficiari, devono essere presentate in lingua inglese, a pena di esclusione ed irricevibilità, esclusivamente per via telematica, tramite questa piattaforma, tassativamente entro le ore 12:00 del 25 ottobre 2022. Le domande seguono iter differenti a seconda della categoria di appartenenza. Ovvero:

  • Principal Investigator: potranno fare domanda dopo che il Ministero avrà raccolto dalle università e dagli Enti pubblici di ricerca le posizioni disponibili. Saranno le università e gli Enti di ricerca presso i quali i giovani ricercatori decideranno di proseguire le proprie ricerche, grazie all’istituto della portabilità, a valutare la qualità delle proposte presentate in risposta al bando. I criteri di valutazione sono quelli previsti dall’articolo 11 del bando, mentre per le modalità per ottenere contributo sono quelle previste dall’articolo 12 dell’avviso pubblico;

  • vincitori di MSCA e chi ha ottenuto il “Seal of Excellence”: potranno fare domanda presentando a una Host Institution, ovvero sempre università o Ente pubblico di ricerca secondo l’elenco delle posizioni vacanti disponibile in questa pagina, il modello di proposta progettuale. La Host Institution compila, per ogni proposta progettuale ricevuta, un Report contenente la valutazione, effettuata conformemente ai criteri di cui all’articolo 18, comma 2 del bando. Ad esito della procedura di valutazione, il soggetto proponente, sottoscritto l’accordo preliminare con la relativa Host Institution, presenta la domanda di partecipazione ai fini dell’ammissione al finanziamento.

Il bando prevede anche casi di chiamate dirette presso le Università o gli Enti di ricerca, come specificati tecnicamente negli articoli 10,17 e 24 del bando.

MODULISTICA

Questa è la modulistica relativa alle domande per il bando PNRR giovani ricercatori:

TESTO INTEGRALE BANDO PNRR GIOVANI RICERCATORI

Mettiamo a vostra disposizione il testo del bando del 7 ottobre 2022 (Pdf 522 Kb) per giovani ricercatori che integra e sostituisce il bando del 19 agosto 2022 (Pdf 637 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per scoprire le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Consigliamo anche di iscriversi gratis alla nostra newsletter, per ricevere tutti gli aggiornamenti, e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti