Bologna: concorso di Design Nuova Vita al Pincherle

Giardino Arte

Al via il concorso di design ‘Nuova vita al Pincherle’ rivolto ad architetti, ingegneri, paesaggisti ed agronomi e finalizzato alla rigenerazione del giardino Salvatore Pincherle di Bologna.

Il vincitore del primo premio si aggiudicherà un contributo in denaro fino a 2.500 Euro. Sarà possibile candidarsi fino al 21 Gennaio 2016

CONTEST DESIGN NUOVA VITA AL PICHERLE

L’associazione GArBo – Giovani Architetti Bologna, in collaborazione con il Quartiere Porto (Comune di Bologna), l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Bologna e l’Urban Center Bologna nell’ambito delle attività di ‘Collaborare è Bologna’, ha bandito un contest di design per la riqualificazione del giardino Salvatore Pincherle e la creazione di un’area verde accessibile e dinamica, dove organizzare eventi temporanei o attività di quartiere.

Il concorso ‘Nuova vita al Pincherle’ ha l’obiettivo di coinvolgere professionisti, creativi ed esperti di verde urbano e trasformazioni della città nella rigenerazione del giardino e nella progettazione di uno spazio pubblico confortevole e di qualità, dove il design di arredi urbani e le sistemazioni a verde si coniughino con l’attenzione a criteri di sostenibilità ambientale ed inserimento nel contesto.

IL PROGETTO

I partecipanti al bando di concorso per la riqualificazione del giardino Pincherle sono chiamati a redigere una proposta di progetto tenendo presente che il budget stimato per la realizzazione degli interventi è di circa 20.000 euro lordi. Gli aspetti principali da tenere in considerazione nel progetto che sarà presentato sono:
accessibilità dell’area e permeabilità degli spazi;
– economicità complessiva delle opere e della loro manutenzione;
qualità del design degli arredi urbani;
– riuso e riciclabilità dei materiali;
fruibilità degli spazi e possibilità d’uso dell’area verde da parte di tutte le fasce di età e di portatori di handicap;
– possibilità dell’area di svolgere la funzione di aggregazione sociale fra i diversi utenti del quartiere (anche tramite spazi comuni e condivisi opportunamente progettati);
– previsione di forme di gestione condivisa degli spazi e coinvolgimento di associazioni o gruppi di cittadini nella manutenzione e presidio del giardino;
– conservazione e incremento della biodiversità tramite un’attento uso del verde (alberature, piante ornamentali, orti urbani, casette per insetti, ecc.);
– valorizzazione delle preesitenze storiche, in particolare del tratto residuo di mura del Mille e della edificio casa natale di Luigi Galvani che su affaccia sul giardino.

DESTINATARI

Possono partecipare al concorso di design liberi professionisti quali architetti, paesaggisti, ingegneri ed agronomi, non necessariamente iscritti ai relativi albi professionali.

E’ particolarmente gradita la partecipazione di gruppi costituiti da diverse figure professionali e non, con esperienza nel campo della grafica, degli allestimenti, della produzione multimediale. Il capogruppo deve necessariamente essere iscritto all’Albo degli Architetti o degli Ingegneri e non aver superato il 41° anno di età.

PREMI

Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione di 3 premi:
– 1° classificato: 2.500 Euro;
– 2° classificato: 700 Euro;
– eventuale 3° classificato assegnato a discrezione della Giuria.

DOMANDA

Per iscriversi al contest è necessario compilare l’apposito form online, caricando anche il file del progetto in formato PDF entro le 18:00 del 21 gennaio 2016Per le modalità di inoltro degli elaborati vi rimandiamo al bando.

BANDO

Per ulteriori informazioni sul concorso di design ‘Nuova vita al Pincherle’ vi invitiamo a leggere con attenzione il BANDO (PDF 225 kb), nella sua versione integrale.





© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments