Bonus bebè Enpam per medici: Bando e domanda 2022

La guida sull’assegno di natalità, da 2.000 o da 4.000 euro, per le neomamme iscritte all’Enpam nel 2022

bebe, bambino, figlio

Arriva nel 2022 il bonus bebè Enpam, un contributo a partire da 2.000 euro per le iscritte neomamme. L’ente di previdenza dei medici e degli odontoiatri ha pubblicato il bando 2022.

La misura è pensata per sostenere le iscritte all’Enpam nelle spese necessarie ad accogliere i nascituri e supportarle nel proseguimento dell’attività lavorativa o di studio universitario.

In questa guida vi spieghiamo a chi spetta, come funziona, a quanto ammonta e come presentare domanda per il bonus bebè Enpam 2022.

BONUS BEBÈ ENPAM, COS’È

Il bonus bebè Enpam è un sussidio economico pari a 2.000 o a 4.000 euro, destinato alle iscritte all’Ente di previdenza dei medici e degli odontoiatri in occasione dell’arrivo di un bambino. Il contributo economico copre le spese di nido e baby-sitting nel primo anno di vita del bambino o dall’ingresso del minore in famiglia in caso di adozione e affidamento. La misura per la genitorialità dei medici è aperta anche alle studentesse del V o VI anno del corso di laurea in Medicina o Odontoiatria che hanno scelto di iscriversi all’Enpam. Il bando è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione Enpam con delibera n° 59/2022 del 7 luglio 2022 che ha destinato ai sostegni per la genitorialità degli iscritti complessivamente 4.500.000 euro, suddivisi per i differenti tipi di bonus (tra cui anche il bonus bebè). Sarà possibile presentare domanda fino alle ore 12.00 del 4 ottobre 2022.

A CHI SPETTA

Possono presentare richiesta per i bonus bebè Enpam le iscritte all’Ente che sono diventate mamme nel 2022. Il bando 2022 è aperto anche alle studentesse del 5° o 4° anno del corso di laurea in Medicina o Odontoiatria che hanno scelto di iscriversi all’Ente di previdenza. In particolare, sussidio assume due forme diverse in base alla tipologia di iscrizione (Quota A o Quota B). Si ricorda che:

  • La gestione Quota A è quella a cui sono iscritti tutti i professionisti iscritti all’albo professionale;

  • La gestione di Quota B è quella riservata ai medici che esercitano la libera professione. In tal caso, vengono considerati “medici iscritti” coloro che, alla data di presentazione della domanda, abbiano maturato, nei 10 anni precedenti, almeno 3 anni solari di contribuzione alla gestione “Quota B”, di cui almeno uno nel triennio precedente.

L’agevolazione è riservate esclusivamente alle donne. Solo nel caso di morte o grave infermità della madre, anche non iscritta all’Enpam, nonché abbandono della stessa o affidamento esclusivo del minore al padre, quest’ultimo può presentare domanda per i sussidi al posto della donna, ma solo se iscritto.

REQUISITI

Per l’accesso ai bonus bebè Enpam, sia le iscritte alla gestione Quota A che alla gestione Quota B dell’Ente devono rispettare tali requisiti:

  • aver dichiarato, compresi i redditi percepiti all’estero, un reddito lordo annuo medio degli ultimi 3 anni, di qualsiasi natura e dell’intero nucleo familiare non superiore a 8 volte il trattamento annuo minimo INPS per l’anno in corso pari a 6.816,42 euro e pertanto non superiore a 54.531,36 euro. Tale limite è incrementato di un importo pari al trattamento minimo INPS per l’anno in corso per ogni componente il nucleo familiare, escluso il richiedente;

  • qualora un componente il nucleo familiare abbia un’invalidità riconosciuta dalle autorità competenti pari o superiore all’80%, il limite del reddito complessivo del nucleo familiare del beneficiario citato è incrementato di un importo pari a 2 volte il trattamento minimo INPS per l’anno in corso per ognuno dei componenti affetti dall’invalidità;

  • aver regolarizzato gli adempimenti dell’Ente in materia di iscrizione e contribuzione. In caso di irregolarità contributiva, il sistema che sovrintende la compilazione delle domande impedirà momentaneamente l’invio della richiesta di sussidio. Solo dopo la regolarizzazione della propria posizione sarà consentita la trasmissione della domanda purché ciò avvenga nei termini previsti nel bando, ovvero entro il 4 ottobre 2022;

  • non aver già ricevuto dall’Enpam analogo sussidio o analoga indennità per il medesimo figlio, anche di diverso importo.

A QUANTO AMMONTA

Il bonus bebè Enpam ha un valore differente a seconda dell’iscrizione alla Quota A o B e del tipo di sussidio richiesto. Vediamo i dettagli.

1) BONUS BEBÈ ENPAM QUOTA A

Per le iscritte alla Quota A è previsto il bonus una tantum di 2.000 euro, fino al limite di 2 milioni di euro, finalizzato ad agevolare:

  • la fruizione di servizi di baby-sitting e della rete pubblica o privata accreditata dei servizi per l’infanzia per l’assistenza ai neonati. L’obiettivo è consentire agli iscritti la prosecuzione dell’attività lavorativa anche durante i primi 12 mesi di vita del bambino o dei bambini nati nel corso del 2021 e fino alla data di scadenza del bando, ovvero il 4 ottobre 2022;

  • l’ingresso del minore o dei minori in famiglia avvenuto nel corso dell’anno 2021 e fino alla data di scadenza del bando, ovvero il 4 ottobre 2022.

Per tali iscritte può essere previsto fino al limite di 500.000 euro, nei casi di eventi avvenuti nel 2021, un sussidio:

  • di maternità per i 2 mesi antecedenti al parto e per i 3 mesi successivi;

  • per l’adozione nazionale ed internazionale per i 5 mesi dall’ingresso del minore in famiglia;

  • legato all’affidamento di minore per i 3 mesi successivi all’ingresso in famiglia;

  • di interruzione della gravidanza.

2) BONUS BEBÈ ENPAM QUOTA B

Il bonus bebè Enpam per le iscritte in Quota B consiste in altri 2.000 euro che si aggiungono a quelli già previsti per chi è iscritto in Quota A e ai sussidi di maternità dell’Ente. Tale bonus pari quindi a un massimo di 4.000 euro, fino al limite di risorse complessive pari a 2 milioni di euro, è finalizzato ad agevolare:

  • la fruizione di servizi di baby-sitting e della rete pubblica o privata accreditata dei servizi per l’infanzia per l’assistenza ai neonati. L’obiettivo è consentire agli iscritti la prosecuzione dell’attività lavorativa anche durante i primi 12 mesi di vita del bambino o dei bambini nati nel corso del 2021 e fino alla data di scadenza del bando, ovvero il 4 ottobre 2022;

  • l’ingresso del minore o dei minori in famiglia avvenuto nel corso dell’anno 2021 e fino alla data di scadenza del bando, ovvero il 4 ottobre 2022.

COME FUNZIONA IL BONUS BEBÈ ENPAM 2022

Il bonus bebè Enpam 2022 è un aiuto economico erogato sul proprio conto corrente indicato in fase di domanda, destinato alle iscritte all’Ente sia in Quota A che in Quota B, sia medici che specializzande del 4° e 5° anno. Tale bonus, diverso in valore a seconda dei requisiti dichiarati, viene erogato da Enpam a domanda e ha tali caratteristiche:

  • le beneficiarie hanno diritto a un sussidio per ogni figlio. Ad esempio, con l’arrivo di tre gemelli si ha diritto ad un assegno triplo;

  • è un sussidio una tantum, non connesso ad una perdita reddituale, né strutturato come integrazione allo stesso reddito;

  • non è incompatibile con eventuali sussidi erogati da altri Enti. Infatti, è anche compatibile con sussidi analoghi, come ad esempio il bonus bebè INPS, sostituito dall’assegno unico figli, a meno che non ci siano paletti da parte degli altri enti erogatori.

SCADENZA

Le domande per il bonus bebè Enpam possono essere trasmesse alla Fondazione a partire 12:00 del giorno 18 luglio 2022 e fino al termine di scadenza fissato alle ore 12:00 del 4 ottobre 2022.

COME PRESENTARE DOMANDA PER IL BONUS BEBÈ ENPAM 2022

Per accedere al bonus bebè Enpam 2022 è necessario presentare domanda esclusivamente tramite la procedura informatizzata attivata dal sito web della Fondazione Enpam secondo le  istruzioni fornite nella stessa procedura. L’Enpam effettuerà verifiche a campione sui redditi autocertificati e sulle altre dichiarazioni effettuate nelle domande presentate.

EROGAZIONE DEL BONUS BEBÈ ENPAM

Il bonus bebè viene erogato come sussidio economico agli aventi diritto dopo l’accoglimento della domanda. Qualora, alla data di scadenza indicata, le domande risultate conformi ai requisiti, per uno o più sussidi risultassero eccedenti le disponibilità finanziarie, verrà redatta apposita graduatoria ordinando le domande in ordine crescente per reddito lordo del nucleo familiare medio degli ultimi 3 anni. L’erogazione del sussidio avverrà a favore dei richiedenti con i redditi minori fino all’esaurirsi delle risorse disponibili.

IL TESTO INTEGRALE DEL BANDO PER IL BONUS BEBÈ ENPAM

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando per il bonus bebè Enpam (Pdf 476 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altri aiuti, bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti