Bonus guide turistiche 2022: a chi spetta, come funziona, domanda

La guida su come funziona il bonus guide turistiche e accompagnatori introdotto dal Decreto Sostegni Ter. Contributi fino a 7.500 euro

guida turistica, turismo

Partono il 18 novembre 2022 le domande per il bonus guide turistiche 2022, il contributo che può arrivare fino a 7.500 euro.

La misura è dedicata alle guide e agli accompagnatori turistici, nonché società, consorzi o associazioni, titolari di partita IVA che non hanno ricevuto altri aiuti nel periodo Covid.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bonus guide turistiche 2022, a chi spetta e come richiederlo.

COS’È IL BONUS GUIDE TURISTICHE 2022

Il bonus guide turistiche e accompagnatori è un contributo che può arrivare fino a 7.500 euro previsto dal Decreto Sostegni ter convertito in Legge, all’articolo 4, comma 2 bis. Si tratta di un aiuto in favore degli operatori turistici che sono stati danneggiati dall’emergenza Covid e che non hanno ricevuto altre misure di sostegno in passato.

Gestito dal Ministero del Turismo, il bonus è disciplinato dal Decreto del 21 settembre 2022, prot. n. 12069 del Ministro del Turismo di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e divenuto operativo in forza dall’avviso n. 14147 del 2 novembre 2022. Con l’avviso pubblico del 15 novembre 2022, prot. 14921 del 2022, il Ministero ha stabilito che le domande possono essere compilate e presentate dalle 12.00 del 18 novembre 2022 alle 12.00 del 30 novembre 2022. Sul piatto risorse pari in totale a 2 milioni di euro, ma i contributi sono ripartiti sulla base del numero delle istanze presentate.

A CHI SPETTA

Il bonus spetta alle guide turistiche e accompagnatori turistici non risultati assegnatari dei contributi di cui ai Decreti n. 440 del 2 ottobre 2020 (bonus da 5.000 euro) e il Decreto n. 243 del 24 agosto 2021 (ristori automatici per guide). In particolare, possono presentare richiesta le guide e gli accompagnatori turistici titolari di partita IVA che svolgono attività identificata dai seguenti codici ATECO e ATECOFIN:

  • 79.90.20;
  • 2004 – 63302;
  • 1993 – 6330A;
  • 1993 – 6330B.

Rientrano tra gli aventi diritto anche società, associazioni, cooperative e consorzi, titolari di partita IVA, che svolgono attività connesse agli stessi codici ATECO e ATECOFIN.

REQUISITI

Ai fini dell’ammissione al contributo, i soggetti tra quelli aventi diritto, alla data del 27 ottobre 2022 devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere la residenza (o il domicilio fiscale) in Italia;
  • essere titolari di partita IVA attiva relativa a una delle attività identificate dai codici ATECO o ATECOFIN;
  • risultare essere in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica o di accompagnatore turistico, da allegare all’istanza;
  • essere in regola con gli adempimenti in materia assicurativa, fiscale e contributiva;
  • risultare essere in regola con l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’ultimo anno di imposta;
  • non essere stati condannati con sentenza passata in giudicato o non essere stati destinatari di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale;
  • risultare di non aver superato, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, il massimale pertinente previsto in regime de minimis dal Regolamento (UE) n. 1407/2013, a norma degli articoli 5 e 6, nell’esercizio finanziario in corso e nei due esercizi finanziari precedenti.

A QUANTO AMMONTA IL BONUS GUIDE TURISTICHE

Non si conosce a priori la somma riconosciuta a ciascun interessato perchè i contributi per ogni guida o accompagnatore turistico saranno ripartiti sulla base del numero delle istanze presentate in confronto ai fondi disponibili (2 milioni di euro). Ciò che è certo è che ciascun beneficiario non potrà ricevere più di 7.500 euro. I contributi, inoltre, sono riconosciuti nel rispetto del Regolamento (UE) n. 1407 del 2013 della Commissione UE e non concorrono alla formazione del reddito, né alla formazione del valore della produzione netta.

COME FUNZIONA IL BONUS GUIDE TURISTICHE

Il bonus guide turistiche viene erogato sotto forma di contributo economico su disposizione della Direzione generale del Ministero del Turismo. Dopo la ricezione della domanda il Ministero verifica il possesso dei requisiti entro 60 giorni per poi riconoscere il bonus ai beneficiari ammessi. Si ribadisce che le risorse disponibili vengono poi ripartite in egual misura tra i beneficiari, sulla base del numero delle istanze presentate, e comunque nel limite massimo di 7.500 euro per ciascun beneficiario ammesso. Il soggetto richiedente che sia contestualmente guida turistica e accompagnatore turistico può presentare una sola istanza.

COME PRESENTARE DOMANDA PER IL BONUS GUIDE TURISTICHE 2022

Le domande di accesso al contributo devono essere presentate esclusivamente in via telematica, compilando il format disponibile sulla piattaforma web appositamente predisposta dal Ministero del Turismo. La piattaforma consente di:

  • accedere al servizio mediante il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  • presentare l’istanza mediante delega ad un soggetto terzo;
  • rilasciare dichiarazioni autocertificate;
  • caricare gli allegati alla domanda di contributo;
  • inoltrare la domanda di contributo firmata digitalmente dal soggetto interessato con conseguente rilascio di una ricevuta di avvenuta ricezione da parte del sistema.

Nel caso in cui il soggetto richiedente voglia rinunciare alla presentazione della domanda già trasmessa dovrà effettuare – entro e non oltre 5 giorni dalla chiusura dei termini di presentazione delle istanze – un’apposita comunicazione a mezzo PEC. Va indirizzata a: [email protected], con il seguente oggetto: “Annullamento istanza guide e accompagnatori turistici di cui al Decreto prot. n. 12069 del 21 settembre 2022”.

1) SCADENZA DELLE DOMANDE

Inizialmente le domande potevano essere presentate dal 16 novembre 2022. Poi, con l’l’avviso pubblico del 15 novembre 2022, prot. 14921 del 2022, il Ministero ha stabilito che è possibile trasmettere la domanda di bonus a partire dalle ore 12.00 del giorno 18 novembre 2022 alle ore 12.00 del giorno 30 novembre 2022. L’ordine temporale di presentazione delle istanze non determina alcun vantaggio, né penalizzazione nell’iter di acquisizione delle stesse.

2) ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Eventuali richieste di assistenza tecnica potranno essere inviate esclusivamente a mezzo e-mail scrivendo all’indirizzo: [email protected]. Disponibile anche un manuale per la presentazione delle domande.

IL BANDO BONUS GUIDE TURISTICHE 2022

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando per il bonus guide turistiche 2022 (Pdf 297 Kb) e l’avviso pubblico del 15 novembre 2022, prot. 14921 del 2022 che differisce i termini per la presentazione delle domande (Pdf 285 Kb).

RIFERIMENTI NORMATIVI

Testo coordinato (720 kb) del Decreto Sostegni Ter pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 73 del 28 marzo 2022.
Decreto del Ministro del Turismo del 21 settembre 2022, prot. n. 12069 (Pdf 567 Kb).

AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche la guida sui finanziamenti europei per il turismo e l’approfondimento sui contributi a fondo perduto per il turismo sostenibile. Per scoprire altre interessanti novità, legislative e non, legate al Covid e al mondo del lavoro vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti