Città Metropolitana Venezia: concorsi per 14 assunzioni

Venezia

Nuove assunzioni a tempo indeterminato in Veneto.

La Città Metropolitana di Venezia ha pubblicato 4 bandi di concorso per la copertura di 14 posti nel ruolo di Collaboratore Tecnico, Istruttore/Coordinatore Amministrativo e Istruttore Tecnico.

I concorsi sono rivolti a diplomati e laureati. 

I bandi di concorso scadono in data 17 e 21 ottobre 2019.

CONCORSI CITTÀ METROPOLITANA VENEZIA

La Città Metropolitana di Venezia ha indetto 4 concorsi pubblici per la selezione di 14 risorse da assumere a tempo indeterminato e pieno nei seguenti ruoli professionali:

  • n.2 risorse nel ruolo di Collaboratore Tecnico (categoria B3), di cui n.1 risorsa appartenente alle categorie protette;
  • n.4 risorse nel ruolo di Istruttore Amministrativo (categoria C1), di cui n.1 risorsa appartenente al personale interno e n.2 risorse appartenenti alle categoria protette;
  • n.4 risorse nel ruolo di Istruttore Tecnico (categoria C1), di cui n.1 risorsa appartenente al personale interno e n.1 risorsa appartenente alle categoria protette;
  • n.4 risorse nel ruolo di Coordinatore Amministrativo (categoria D1), di cui 2 risorse appartenenti al personale interno.

REQUISITI

I candidati ai concorsi per le assunzioni della Città Metropolitana di Venezia devono inoltre possedere i seguenti requisiti generici:
– cittadinanza italiana o cittadinanza dei Paesi dell’UE o di una delle categorie riportate sui bandi;
– età non inferiore a 18 anni e non aver superiore all’età prevista per il conseguimento della pensione per raggiunti limiti di età;
– limitatamente ai candidati di sesso maschile nati prima del 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari di leva;
– per il personale interno: il possesso di un’anzianità di servizio non inferiore a anni tre nella categoria immediatamente inferiore a quella del posto messo a concorso;
– godimento dei diritti civili e politici;
– appartenenza alle categorie protette di cui all’art. 1 della Legge 68/1999 unitamente allo stato di disoccupazione e all’iscrizione nelle apposite liste di collocamento (per i candidati che intendano avvalersi della riserva);
– per gli appartenenti alle categorie protette di cui all’art. 1 della Legge n. 68/1999: non aver perduto ogni capacità lavorativa e che la natura ed il grado di invalidità non siano di danno alla salute e alla incolumità dei compagni di lavoro e/o alla sicurezza degli impianti;
– per gli altri concorrenti: idoneità fisica alle mansioni da svolgere;
– non aver riportato condanne penali definitive o non essere sottoposti a procedimento penale;
– non essere esclusi/e dall’elettorato politico attivo e di non essere stati/e licenziati/e destituiti/e o dispensati/e dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o dichiarati/e decaduti/e da un impiego statale.

Inoltre, i candidati devono possedere uno dei seguenti titoli di studio in base alla mansione da ricoprire:

COLLABORATORE TECNICO
Diploma di qualifica professionale di durata almeno biennale conseguito dopo la licenza media inferiore.

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO
Diploma di scuola superiore di secondo grado.

ISTRUTTORE TECNICO
– Diploma vecchio ordinamento: diploma di istituto tecnico per geometri o diploma di istituto tecnico industriale indirizzo edilizia o diploma di istituto tecnico industriale indirizzo elettrotecnica ed automazione elettronica;
– diploma nuovo ordinamento: diploma di liceo tecnologico indirizzo costruzione ambiente e territorio o diploma di liceo tecnologico indirizzo elettrico-elettronico;
– laurea vecchio ordinamento in Architettura, Ingegneria Edile, Urbanistica, Pianificazione territoriale e Urbanistica, Pianificazione territoriale Urbanistica e Ambientale, Politica del Territorio;
– lauree specialistiche ex D.M. 509/99 in Architettura del paesaggio, Architettura e Ingegneria edile, Ingegneria civile, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
– lauree magistrali D.M. 270/04 in Architettura del paesaggio, Architettura e ingegneria edile-architettura, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale.


COORDINATORE AMMINISTRATIVO
– per il personale interno: il possesso di un’anzianità di servizio non inferiore a anni tre nella categoria immediatamente inferiore a quella del posto messo a concorso;
– diploma di laurea vecchio ordinamento in giurisprudenza;
– lauree specialistiche ex D.M. 509/99 conseguite nelle classi specialistiche CLS 22/S (giurisprudenza), CLS 102/S (teoria e tecniche della formazione e dell’informazione giuridica);
– lauree magistrali, ai sensi del D.M. 270/04 conseguite nella classe LMG/01 (Giurisprudenza);
Altri titoli di ammissione (in alternativa tra loro):
– abilitazione all’esercizio della professione di avvocato;
oppure
– diploma di dottorato di ricerca di durata triennale in discipline giuridiche.

SELEZIONE

I partecipanti ai concorsi pubblici affronteranno due prove scritte e una prova orale nelle materie riportate nei bandi, pubblicati per estratto sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n.74 del 17-09-2019 e n.75 del 20-09-2019.

Qualora vi sia per ciascun concorso un numero di iscritti maggiore di quello definiti dall’Amministrazione, sarà espletata una prova preselettiva, consistente nella somministrazione di test psico-attitudinali a risposta chiusa, finalizzati a ridurre il numero dei candidati.

DOMANDE

Per partecipare ai bandi di concorso della Città Metropolitana di Venezia, è necessario presentare compilati i moduli di domanda, sotto allegati, secondo una delle seguenti modalità:
– consegna a mano o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, presso l’Ufficio Protocollo – Via Forte Marghera n.191 – 30173 (Venezia);
– tramite posta elettronica semplice, se sottoscritte mediante firma digitale, all’indirizzo e-mail: [email protected] o mediante una casella di posta elettronica certificata personale all’indirizzo PEC: [email protected]


Unitamente all’istanza di partecipazione, i candidati dovranno inviare la seguente documentazione:
– attestazione del versamento, dell’importo di 10 euro, da effettuare secondo le modalità indicate sui bandi;
– copia non autenticata di un documento di identità valido;
– eventuale documentazione attestante disabilità e quindi richiesta di ausili durante le prove.

Si ricorda che le domande dovranno essere presentate entro le seguenti date:
– concorso per Collaboratore Tecnico/Istruttore Amministrativo/Istruttore Tecnico: entro le ore 12:00 del 17 ottobre 2019;
– concorso per Coordinatore Amministrativo: entro le ore 12:00 del 21 ottobre 2019.

Ogni altro dettaglio sulla compilazione e invio delle domande di ammissione ai concorsi è riportata nei bandi.

BANDI

I candidati ai concorsi pubblici della Città Metropolitana di Venezia sono invitati a leggere attentamente i bandi relativi alla posizione d’interesse:
– concorso per Collaboratore Tecnico: BANDO (pdf 384kb) e DOMANDA (pdf 247kb);
– concorso per Istruttore Amministrativo: BANDO (pdf 385kb) e DOMANDA (pdf 249kb);
– concorso per Istruttore Tecnico: BANDO (pdf 393kb) e DOMANDA (pdf 251kb);
– concorso per Coordinatore Amministrativo: BANDO (pdf 380kb) e DOMANDA (pdf 266kb).


Tutte le successive comunicazioni sulle procedure concorsuali e sulle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito internet della Città Metropolitana di Venezia, sezione ‘Concorsi’.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *