Procedure semplificate per diventare segretario comunale e provinciale fino al 2022

pubblici uffici

Fino al 2022 sarà più facile diventare segretario comunale e provinciale.

Il decreto agosto convertito in legge ha introdotto procedure semplificate per iscriversi all’albo dei segretari comunali e provinciali. Saranno banditi concorsi più semplici, con prove digitalizzate e decentrate.

Ecco tutte le informazioni sulle nuove modalità per diventare segretario comunale e provinciale, e cosa sapere.

NUOVI CONCORSI PER SEGRETARI COMUNALI E PROVINCIALI

La legge 13 ottobre 2020, n. 126, che converte, con modifiche, il decreto agosto, ha aggiunto l’articolo 25 bis al provvedimento legislativo per semplificare le procedure di accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale, mediante corso concorso. I nuovi concorsi per segretari comunali e provinciali che saranno banditi nel triennio 2020-2022, infatti, saranno più semplici, decentrati e digitalizzati.

Dunque, in sostanza, i prossimi bandi in uscita saranno in linea con le nuove modalità per i concorsi pubblici introdotte dal Governo nell’ambito della riforma delle procedure concorsuali per le assunzioni nelle Pubbliche Amministrazioni. Le nuove disposizioni hanno lo scopo di sopperire all’attuale carenza di queste figure, necessarie per ripristinare la piena operatività degli enti locali.

IL CORSO CONCORSO

In base a quanto previsto dall’articolo 16-ter del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162,
convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8, l’accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale avviene mediante un corso concorso di formazione, della durata di 6 mesi. Il semestre è seguito poi da un tirocinio pratico della durata di 2 mesi, da svolgere presso uno o più comuni. Questo iter si conclude con l’iscrizione all’albo nazionale dei segretari comunali e provinciali.

COSA CAMBIA CON IL DECRETO AGOSTO CONVERTITO IN LEGGE

Ecco le novità previste dalle nuove procedure semplificate per diventare segretario comunale e provinciale:

  1. le domande di partecipazione ai concorsi per segretari comunali e provinciali devono essere presentate nelle modalità previste dal decreto rilancio per le procedure concorsuali della Commissione RIPAM (art. 247, commi 4 e 5), cioè entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale ed esclusivamente in via telematica. I candidati devono essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale e dell’identità SPID per accedere a ciascun concorso;
  2. la prova preselettiva si svolge presso sedi decentrate, in modalità telematica o con l’ausilio di strumenti informatici;
  3. i candidati devono superare due prove scritte, espletate con modalità telematica, anche nella medesima data ed anche mediante la somministrazione di quesiti a risposta aperta;
    la prova orale, volta ad accertare anche la conoscenza di lingue straniere, può essere effettuata in videoconferenza;
  4. la commissione esaminatrice può essere articolata in sottocommissioni.

In pratica, rispetto a quanto indicato nel decreto del Presidente della Repubblica 4 dicembre 1997, n. 465, che regola l’ordinamento dei segretari comunali e provinciali, le prove scritte si riducono a due, al posto delle tre normalmente previste.

MATERIE D’ESAME

La legge di conversione del decreto agosto indica anche le seguenti materie oggetto d’esame:

  • prima prova scritta – diritto costituzionale e/o diritto amministrativo e/o ordinamento degli enti locali e/o diritto privato;
  • seconda prova scritta – economia politica, scienza delle finanze e diritto finanziario e/o ordinamento finanziario e contabile degli enti locali, nonchè management pubblico;
  • prova orale – diritto costituzionale e/o diritto amministrativo, legislazione amministrativa, statale e/o regionale, ordinamento finanziario e contabile degli enti locali e/o diritto tributario e/o
    scienza delle finanze e diritto finanziario, ragioneria applicata agli enti locali, politica di bilancio e gestione delle risorse, tecnica normativa e tecniche di direzione.

REQUISITI

Per quanto riguarda i requisiti richiesti per diventare segretari comunali e provinciali restano validi quelli previsti dal DPR 465/97, che sono i seguenti:

  1. laurea in giurisprudenza, economia e commercio o scienze politiche;
  2. abilitazione concessa dalla Scuola superiore per la formazione e la specializzazione dei dirigenti della pubblica amministrazione locale ovvero dalla sezione autonoma della Scuola superiore dell’amministrazione dell’interno.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Per ulteriori dettagli mettiamo a vostra disposizione questo ESTRATTO (Pdf 180kb) della Legge 13 ottobre 2020, n. 126, contenente il testo integrale dell’art. 25 bis, e vi invitiamo a visitare il portale web dell’albo nazionale dei segretari comunali e provinciali.

AGGIORNAMENTI

Per restare aggiornati sui prossimi bandi per segretari comunali e provinciali potete consultare la nostra pagina dedicata ai concorsi pubblici e iscrivervi alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments