Comune Bologna: 99 assunzioni Asili nido e Scuole Infanzia

Asilo Scuola Infanzia

In arrivo numerose opportunità di lavoro nel settore scolastico ed educativo in Emilia Romagna.

La Giunta comunale di Bologna ha approvato un’importante delibera che, tra nuovi reclutamenti e stabilizzazioni dei dipendenti già in servizio, porterà all’assunzione di 99 nuove risorse nelle scuole dell’infanzia e negli asili nidi.

Si renderanno disponibili posti di lavoro a tempo indeterminato per educatori, insegnanti e collaboratori.

Ecco cosa sapere sulle assunzioni in programma al Comune di Bologna.

COMUNE DI BOLOGNA ASSUNZIONI NEL SETTORE EDUCATIVO E SCOLASTICO

Nello specifico, la delibera approvata pochi giorni fa dalla Giunta permetterà di assumere negli asili nido ben 19 educatori e 80 collaboratori. Entrambe le figure saranno assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato entro l’inizio dell’anno scolastico 2018 – 2019.

Nuove opportunità di lavoro sono in arrivo anche nelle scuole dell’infanzia dove, invece, saranno assunti con il medesimo contratto 18 insegnanti e 3 collaboratori attraverso lo scorrimento delle graduatorie in vigore. 

A darne notizia è il  Comune di Bologna mediante un comunicato stampa. 

OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER EDUCATORI E COLLABORATORI DI NIDO

Per l’assunzione degli 80 operatori ai servizi prima infanzia ovvero i collaboratori di asili nido, il Comune di Bologna procederà nei seguenti modi. Una parte di collaboratori sarà reclutata mediante l’indizione di nuovi concorsi pubblici. Una parte, invece, mediante la stabilizzazione dei dipendenti assunti a tempo determinato.

Il Comune, in sostanza, sulla base di quanto stabilito nell’art. 20 del d. lgs. n.75/2017 per superare il precariato nella Pubblica Amministrazione, stabilizzerà il personale già in servizio e in possesso dei requisiti stabiliti dal citato articolo.

Da una ricerca effettuata alla fine dello scorso mese di dicembre dagli uffici comunali, è emerso che il numero degli operatori di nido che presentano i requisiti per procedere con il reclutamento speciale è inferiore rispetto ai posti disponibili. Pertanto, sarà necessario attivare nuove procedure di selezione pubblica.

Del tutto diversa si presenta, invece, la situazione degli educatori. In questa circostanza, infatti, il numero dei posti da coprire è inferiore rispetto al numero dei lavoratori che possono essere stabilizzati. Per tale motivo, per il reclutamento degli educatori, il Comune del capoluogo emiliano bandirà nuove selezioni pubbliche dove il 40% dei posti sarà destinato ai lavoratori già assunti e in possesso delle condizioni di anzianità di servizio (almeno 3 anni di esperienza acquisita negli ultimi 5 anni nel Comune di Bologna).

CANDIDATURE

Per candidarsi occorre aspettare l’avvio delle procedure di selezione da parte del Comune di Bologna e la pubblicazione dei relativi bandi di concorso.

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sulle nuove assunzioni.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments