Comune di Bondeno: concorso per amministrativi

istruttore amministrativo tecnico diplomati

Nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato in Emilia Romagna.

Il Comune di Bondeno, in provincia di Ferrara, ha indetto un concorso rivolto ad amministrativi per l’assunzione a tempo pieno di 3 Istruttori Contabili – Cat. C.  

Previsto stipendio tabellare di € 1.695,34 mensili.

Sarà possibile candidarsi al bando fino al giorno 11 Novembre 2019.

CONCORSO AMMINISTRATIVI COMUNE BONDENO

Il bando prevede l’assunzione di 3 risorse che saranno così assegnate:
2 posti presso il Settore Finanziario – Area Finanza e Programmazione del Comune di Bondeno.
1 posto presso il Settore II Servizi alla Persona, Infanzia, Scuola, Sport, Associazionismo e Tempo Libero del Comune di Terre del Reno. 

REQUISITI

Possono partecipare al bando del Comune di Bondeno i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana o di uno dei paesi appartenenti all’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
– età non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo, possedute alla data di scadenza del termine ultimo stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica all’impiego per il profilo professionale messo a selezione;
– regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva militare (per i cittadini soggetti all’obbligo di leva);
– godere dei diritti civili e politici;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;
– non essere stati licenziati per persistente e insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego fu conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;
– non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
– non aver riportato condanne penali irrevocabili di condanna per le tipologie di reati che escludono l’ammissione al pubblico impiego;
– non avere in corso procedimenti penali che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, l’assunzione al pubblico impiego.

E’ necessario, inoltre, il possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:
– diploma quinquennale di ragioniere, perito commerciale, analista contabile, operatore commerciale, perito aziendale o equipollenti;
– diploma di scuola secondaria di secondo grado, di durata quinquennale nonché Laurea Magistrale (LM) ai sensi del D.MN 270/04 in: LM- 56 Scienze dell’economia; LM-77 Scienze economico-aziendali;
– laurea Specialistica (LS) ai sensi del D.M. 509 del 1999 o Diploma di Laurea (DL) ai sensi dell’ordinamento previgente al D.M. 509 del 1999 equiparate alla LM in precedenza citate;
– diploma di scuola secondaria di secondo grado, di durata quinquennale nonché Laurea triennale appartenente ad una delle seguenti classi di laurea: Scienze dell’economia e della gestione aziendale (classi L18 D.M. 270/04 oppure classe 17 D.M. 509/99), Scienze economiche (classe L33 D.M.270/04 oppure 28 D.M. 509/99). 

SELEZIONE

Qualora il numero delle domande di partecipazione risulti superiore a 50, i candidati dovranno sostenere una prova di preselezione.

Le procedure selettive si espleteranno attraverso la valutazione dei titoli ed il superamento di due prove d’esameuna scritta ed una orale – vertenti sui seguenti argomenti:
– ordinamento finanziario e contabile degli Enti Locali, con particolare riferimento al sistema di contabilità armonizzata;
– nozioni sulla normativa inerente la finanza pubblica (equilibri di bilancio, fonti di finanziamento spese conto capitale, classificazione del bilancio, fasi della spesa e dell’entrata);
– normativa in materia di Iva riferita agli Enti Locali (split payment, iva sui servizi commerciali);
– nozioni in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo al codice di comportamento dei dipendenti pubblici;
– nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento agli atti amministrativi (determine, delibere, ordinanze e relativo collegamento con la gestione contabile);
– conoscenza della lingua straniera (Inglese);
– conoscenza dei sistemi informatici più diffusi (Word/Excel). 

DOMANDA

Le domande di ammissione al concorso per amministrativi, redatte secondo il seguente MODELLO (Pdf 309 Kb), dovranno essere presentate al Comune di Bondeno – Piazza Garibaldi, 1 – 44012 – Bondeno (FE), entro il giorno 11 Novembre 2019 tramite una delle seguenti modalità:
– lettera raccomandata con avviso di ricevimento;
– presentata direttamente all’Ufficio Relazioni con Il Pubblico negli orari di apertura al pubblico;
– trasmessa tramite posta certificata al seguente indirizzo PEC : [email protected]


Alla domanda sarà necessario allegare la seguente documentazione:
– fotocopia non autenticata di un valido documento d’identità del sottoscrittore;
– copia fotostatica del titolo di studio;
– ricevuta in originale del versamento del contributo per la partecipazione al concorso di € 10,00;
– curriculum professionale datato e sottoscritto dal candidato;
– per i portatori di handicap, certificato medico attestante la necessità di eventuali tempi aggiuntivi e/o specifici ausili per lo svolgimento delle prove;
– apposito provvedimento di riconoscimento dell’equipollenza, del titolo di studio conseguito presso uno Stato dell’Unione Europea, ai titoli italiani da parte delle autorità competenti (solo se ricorre la fattispecie). 

Ogni altro dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda di ammissione è indicato nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO

Tutti gli interessati al concorso per amministrativi del Comune di Bondeno sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 334 Kb), pubblicato per estratto sulla GU n.81 del 11-10-2019.

Le successive comunicazioni inerenti le prove d’esame oppure le graduatorie saranno rese note attraverso il sito del Comune www.comune.bondeno.fe.it nella sezione ‘Amministrazione Trasparente > Bandi di concorso’.





© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti