Comune Caponago: concorso per Assistenti Sociali

assistenti sociali

Nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato in Lombardia.

Il Comune di Caponago, in provincia di Monza Brianza, ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione a tempo parziale (18 ore settimanali) di due Istruttori Direttivi Assistenti Sociali – Cat. D posizione economica D1.

Le risorse saranno assegnate all’Area Amministrativa del Comune.

La data di scadenza del bando è prevista per il giorno 11 Marzo 2019.

REQUISITI

I candidati al concorso per Assistenti Sociali del Comune di Caponago dovranno essere in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
– 18 anni compiuti alla data di scadenza del presente bando;
– idoneità fisica all’impiego e quindi alle mansioni proprie del profilo professionale da rivestire;
– godimento dei diritti civili e politici, i candidati degli stati membri dell’Unione Europea devono dichiarare il godimento dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o provenienza, nonché di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
– non aver riportato provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento oppure non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
– godimento del diritto di elettorato politico attivo, in Italia o nello stato di appartenenza;
– non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione;
– posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985;
– conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese;
– patente di guida categoria B in corso di validità e disponibilità a guidare i mezzi dell’Ente;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, non essere stati destituiti o dispensati da altro impiego pubblico, non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego per aver conseguito l’impiego con documento falso o nullo e non essere stati dichiarati interdetti o sottoposti a misure tali che escludano dalla nomina agli impieghi presso enti pubblici oppure non essere stati licenziati ai sensi delle normative vigenti in materia disciplinare;
– iscrizione all’albo degli Assistenti sociali.

E’ richiesto, inoltre, il possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:
– diploma di Laurea triennale appartenente alla classe 6 – Lauree in scienze del Servizio Sociale;
– laurea specialistica o magistrale del nuovo ordinamento appartenente alle classi 57/S – Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; LM 87 – Servizio sociale e politiche sociali;
– diploma di laurea del vecchio ordinamento in Servizio Sociale;
– diploma universitario in Servizio sociale;
– altro titolo riconosciuto equipollente ai sensi delle vigenti disposizioni.

Si segnala che un posto a concorso è riservato prioritariamente a volontari delle FF.AA.

SELEZIONE

Qualora il numero di domande di partecipazione pervenute siano superiori a 35, la Commissione Giudicatrice farà precedere le prove d’esame da una prova preselettiva.

Le procedure selettive si espleteranno attraverso il superamento di tre prove d’esamedue scritte ed una orale – vertenti sui seguenti argomenti:
– nozioni sull’ordinamento costituzionale;
– nozioni di elementi di diritto amministrativo con particolare riferimento alla Legge n. 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni, normativa sulla privacy;
– nozioni di ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento al D.Lgs. n. 267/2000;
– legislazione nazionale e regionale sui servizi socio-assistenziali e socio – sanitari;
– conoscenza delle normative nazionali e regionali in tema di organizzazione, gestione e programmazione dei servizi sociali e socio-sanitari con particolare riferimento alla legge 328/00 nonché alle competenze e titolarità di funzioni in capo all’ente comunale;
– nozioni di diritto di famiglia e conoscenza della normativa nazionale e regionale in tema di famiglia, affidi e adozioni, tutela minori, procedimenti civili, amministrativi e penali a carico del minore e della relativa famiglia;
– padronanza dei diversi metodi di impostazione e conduzione delle indagini sociali su individui e nuclei familiari;
– competenza nella progettazione individualizzata organizzazione e gestione di specifici interventi anche in integrazione socio-sanitaria ed esercizio del ruolo di case manager;
– competenze e strumenti in possesso dell’Assistente Sociale per la realizzazione della progettazione individualizzata per le persone anziane con particolare riferimento ad interventi relativi alla domiciliarità e alla residenzialità;
– progettazione e gestione di azioni complesse caratterizzate dalla presenza di molteplici interlocutori, realtà del pubblico e del privato sociale, con competenze complementari;
– progettazione, organizzazione e gestione dei principali servizi e interventi di competenza dell’ente comunale rivolti ad anziani, diversamente abili, adulti in difficoltà e minori;
– conoscenza dello strumento dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente e sua applicazione;
– conoscenza del fenomeno migratorio con particolare attenzione ai minori stranieri non accompagnati ed alle donne sole con bambini;
– conoscenza di strumenti e strategie di programmazione e gestione di processi di sviluppo dell’inserimento lavorativo di cittadini svantaggiati;
– co-progettazione sociale: esperienze, metodi e riferimenti normativi;
– criteri e soluzioni per migliorare il rendimento sociale delle azioni di contrasto alla povertà e all’esclusione: il modello di welfare generativo;
– principi teorici e fondamenti della professione dell’assistente sociale, delle metodologie e degli strumenti di intervento nei contesti di tutela della famiglia e dei minori;
– conoscenza delle politiche per l’inclusione attiva, del REI e relative traduzioni operative;
– politiche abitative regionali e le azioni strategiche per favorire l’integrazione sociale delle persone;
– strumenti, metodi e legislazione tesa a favorire l’integrazione delle persone in situazione di disabilità;
– competenze e strumenti in possesso dell’Assistente Sociale per la realizzazione di progettazione di vita per le persone diversamente abili con particolare riferimento ad interventi tesi a favorire la domiciliarità e la vita autonoma;
– codice deontologico dell’assistente sociale;
– diritti e doveri del pubblico dipendente e rapporto di lavoro con l’ente locale;
– adeguata conoscenza della lingua inglese e delle conoscenze informatiche. 

DOMANDA

Le domande di partecipazione al concorso per Assistenti Sociali, redatte secondo il seguente MODELLO (Doc 51 Kb), dovranno essere inoltrate al Comune di Caponago – Ufficio Protocollo – Via Roma, 40 – 20867 – Caponago (MB), entro il giorno 11 Marzo 2019 secondo una delle seguenti modalità:
– presentate direttamente all’ufficio protocollo del Comune negli orari di apertura al pubblico;
– spedite per posta a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento;
– spedite a mezzo P.E.C. all’indirizzo: [email protected]

Alle domande devono essere allegati i seguenti documenti:
– copia della ricevuta del versamento della tassa di concorso pari ad € 10,00;
– copia di un documento di identità personale in corso di validità;
– copia del permesso di soggiorno e copia della documentazione attestante il grado di parentela con un cittadino comunitario oppure copia del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure copia della documentazione attestante lo status di rifugiato o lo status di protezione sussidiaria (solo per i cittadini extracomunitari);
– copia della certificazione attestante l’invalidità pari o superiore all’80% (solo per coloro che si trovano in tale condizione);
– copia della certificazione medica attestante la condizione di disabilità e la necessità di usufruire di ausilio e/o tempo aggiuntivo richiesti nella domanda (solo per i candidati portatori di handicap che necessitano di ausili e/o tempi aggiuntivi);
– copia della richiesta di equivalenza del titolo di studio conseguito all’estero inviata al Dipartimento della Funzione Pubblica e la relativa copia della ricevuta di spedizione (solo per coloro che sono in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero);
– copia del congedo (solo per i riservatari FF.AA).

Ogni altro dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda è riportato nel bando di riferimento che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO

Tutti gli interessati al concorso per Assistenti Sociali del Comune di Caponago sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 176 Kb), pubblicato per estratto sulla GU n.11 del 08-02-2019.

Successive comunicazioni sui diari delle prove e sulle graduatorie saranno pubblicate sul sito web del Comune www.comune.caponago.mb.it nella sezione ‘Amministrazione Trasparente > Bandi di concorso’.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments