Comune di Chivasso: concorso per Bibliotecario

Biblioteca Libri

Nuove opportunità di lavoro in Piemonte.

Il Comune di Chivasso, in provincia di Torino, ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l’assunzione di un istruttore direttivo bibliotecario.

La risorsa sarà inserita a tempo pieno e indeterminato in categoria D, posizione economica D1 presso l’area servizi amministrativi, istruzione e trasporti.

La data di scadenza del bando è il giorno 5 Settembre 2019.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso del Comune Chivasso i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana o di uno dei paesi appartenenti alla Unione Europea oppure appartenere ad una delle categorie previste dal bando;
– età non inferiore agli anni 18;
– non aver riportato condanne penali per reati che impediscano la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
– idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale del posto messo a concorso;
– non avere procedimenti penali in corso;
– essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi del servizio militare laddove espressamente previsti per legge;
– possesso della patente di guida di tipo B non soggetta a provvedimenti di revoca o di sospensione;
– conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o licenziati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare o di condanna penale, oppure dichiarati decaduti da altro impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
– non aver subito una condanna penale definitiva per reati contro la Pubblica Amministrazione;
titolo di studio: diploma di laurea magistrale (LM-5 del DM 270/04) o specialistica (L5/S del 509/99) in Archivistica e Biblioteconomia o Diploma di Laurea in Conservazione dei beni culturali (vecchio ordinamento).

Sono altresì ammesse le seguenti lauree, se in possesso dell’ulteriore requisito specificato:
– diploma di laurea magistrale tra quelle appartenenti alle seguenti classi: Lingue e letterature moderne europee e americane, Scienze filosofiche, Scienze storiche;
– lauree specialistiche tra quelle appartenenti alle seguenti classi: Filosofia e storia della scienza, Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica, Storia antica, Storia contemporanea, Storia della filosofia, Storia medievale, Storia moderna, Lingue e letterature moderne euroamericane;
– diploma di laurea – vecchio ordinamento in Filologia e storia dell’Europa orientale, Filosofia, Lettere, Lingue, culture ed istituzioni dei paesi del Mediterraneo, Lingue e cultura dell’Europa Orientale, Lingue e culture europee, Lingue e letterature straniere, Storia, Studi comparatistici;
– laurea tra quelle appartenenti alle seguenti classi: Beni culturali, Filosofia, Lettere, Lingue e culture moderne, Storia, Scienze dei beni culturali, Scienze storiche.

Alle suddette lauree è necessario affiancare uno dei seguenti titoli specifici:
– diploma di Specializzazione in Beni Archivistici e librari o titoli equipollenti o dottorato di ricerca o Master Universitario di primo o secondo livello in materie attinenti la biblioteconomia e i beni librari; oppure attestato di qualifica professionale di Bibliotecario rilasciato da enti regionali o riconosciuti, di durata minima di 350 ore;

Si determina una frazione di riserva di posto a favore dei volontari delle FF. AA.

SELEZIONE

Qualora il numero di candidati sia superiore alle 40 unità, l’Amministrazione Comunale potrà far precedere le prove d’esame da una prova preselettiva.

Le selezioni si espleteranno attraverso il superamento di tre prove d’esame, due scritte e una prova orale, che verteranno sulla materie indicate nel bando.


DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso per bibliotecario, redatta secondo il seguente modello in allegato al bando, dovrà essere presentata, entro il 5 Settembre 2019, attraverso una delle seguenti modalità:
– a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Comune di Chivasso – Piazza C.A. Dalla Chiesa, 5 – 10034 – Chivasso (TO);
– all’Ufficio Protocollo del Comune presso lo Sportello Unico Polivalente negli orari di apertura al pubblico;
– da casella personale di posta elettronica certificata al seguente indirizzo PEC: [email protected]

Alla domanda di partecipazione il candidato dovrà allegare i seguenti documenti:
– ricevuta comprovante l’avvenuto versamento della tassa di concorso pari ad € 10,00;
– curriculum professionale firmato e sottoscritto dal concorrente;
– fotocopia leggibile e non autenticata di un documento di riconoscimento, fronte e retro, in corso di validità.

Ogni altro dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda di ammissione è indicato nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO

Tutti gli interessati a partecipare al concorso per bibliotecario del Comune di Chivasso sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 388 Kb), pubblicato per estratto sulla GU n. 62 del 06-08-2019.


Successive comunicazioni sui diari delle prove d’esame e sulle graduatorie saranno rese note sul sito web del Comune www.comune.chivasso.to.it, nella sezione ‘Albo Pretorio – Bandi e Gare telematiche – Bandi di concorso’.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *