Comune Cremona: concorso per 7 Assistenti Sociali

sociale, assistente, infermiere

Nuovi posti di lavoro per laureati in Lombardia.

Il Comune di Cremona ha indetto un bando di concorso per l’assunzione, a tempo pieno e indeterminato, di 7 risorse da impiegare come Assistenti Sociali, in categoria D1. Due posti sono da riservarsi ai volontari delle Forze armate.

La scadenza del termine di consegna delle domande è fissata per il giorno 6 aprile 2017.

REQUISITI

I candidati al concorso per assistenti sociali, presso il Comune di Cremona, potranno presentare la domanda di ammissione alla selezione se in possesso dei seguenti requisiti generici:
– cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’ Unione Europea o cittadinanza di Paesi terzi;
– età non inferiore agli anni 18;
– non essere escluso dall’elettorato politico attivo;
– non essere stato destituito, dispensato, licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
– non essere stato dichiarato decaduto da un impiego pubblico conseguito mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;
– idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale riferito al posto da ricoprire;
– posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e del servizio militare (per i cittadini di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);
– non aver riportato condanne che comportino, quale misura accessoria, l’interdizione dai pubblici uffici o condanne per i delitti di cui all’art. 15 della legge 55/90 come successivamente modificata. Quest’ultima disposizione non trova applicazione nel caso in cui sia intervenuta la riabilitazione alla data di scadenza del concorso.

I partecipanti al concorso per assistenti sociali dovranno inoltre possedere i seguenti requisiti specifici:
– diploma di Laurea Triennale in Servizio Sociale o Diploma Universitario (Vecchio Ordinamento) di Assistente Sociale di cui all’art. 2 della legge 341/1990 o Diploma di Assistente Sociale di cui all’art. 1 del DPR 14/1987 o Laurea Specialistica in Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali;
– abilitazione all’esercizio della professione ed iscrizione all’Albo Professionale degli Assistenti Sociali.

PROVE D’ESAME

Il concorso del Comune di Cremona si svolgerà mediante due prove scritte e una prova orale. Prima della somministrazione delle prove d’esame, i concorrenti dovranno affrontare una prova preselettiva, organizzata nelle seguenti modalità:
– da 50 a 500 candidati, sarà selezionato un massimo di metà degli ammessi;
– da oltre 500 candidati, sarà selezionato 1/3 degli ammessi.

La prova preselettiva, il cui punteggio non è da considerarsi valutabile ai fini della graduatoria, consisterà in un test sulle materie oggetto della selezione, da risolvere in un tempo determinato.

I candidati dovranno prepararsi sulle seguenti materie oggetto di tutte le prove d’esame:
– Nozioni di diritto amministrativo e costituzionale;
– Ordinamento delle Autonomie Locali;
– C.C.N.L. dei dipendenti del comparto Regioni- Enti Locali;
– Legislazione nazionale e regionale sui servizi socio- assistenziali;
– Conoscenza delle normative nazionali e regionali in tema di organizzazione e gestione dei servizi socio assistenziali;
– Conoscenza del sistema territoriale dei servizi;
– Padronanza dei diversi metodi di rappresentazione, impostazione e conduzione delle indagini sociali su individui, organizzazioni e aree territoriali;
– Competenza nella progettazione individualizzata, organizzazione e gestione di specifici interventi con contenuti anche di tipo socio sanitario;
– Conoscenza di processi e di strumenti per la centralità del servizio sociale nella determinazione della qualità della vita a livello territoriale;
– Evoluzione del sistema sociosanitario lombardo e principali riferimenti normativi;
– Conoscenza ed analisi dei principali fattori di cambiamento nel sistema dei servizi sanitari e sociosanitari;
– Conoscenza delle principali modifiche normative introdotte con la riforma dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente che sono entrate in vigore all’inizio del 2015;
– Progettazione e gestione di azioni complesse caratterizzate dalla presenza di molteplici interlocutori, realtà del pubblico e del privato sociale, con competenze complementari;
– Capacità di costruzione ed utilizzo di strumenti di integrazione tra i servizi, sia interni
all’Ente sia esterni ad esso;
– Conoscenza delle metodologie e degli strumenti di intervento in contesti di tutela delle famiglie, del sistema di accesso ai servizi sociali;
– Conoscenza del fenomeno migratorio con particolare attenzione ai minori stranieri non accompagnati ed alle donne sole con bambini in riferimento alle più innovative modalità di accoglienza;
– Conoscenza di strumenti e strategie di programmazione e gestione di processi di sviluppo dell’inserimento lavorativo di cittadini svantaggiati anche attraverso il coinvolgimento e la crescita dell’impresa sociale;
– La co-progettazione sociale: esperienze, metodi e riferimenti normativi;
– Progettazione di interventi di inclusione sociale con specifico riferimento ai percorsi di presa in carico personalizzata;
– Criteri e soluzioni per migliorare il rendimento sociale delle azioni di contrasto alla povertà e all’esclusione: il modello di welfare generativo;
– Affido familiare: opportunità di crescita e sviluppo, per il minore, la sua famiglia d’origine, per quella affidataria e per i servizi del territorio;
– Diritto sulla continuità affettiva dei bambini e delle bambine in affido familiare;
– “Reddito di Autonomia 2016″ evoluzione del programma e misure innovative per il contrasto alle condizioni di povertà;
– Interventi di prevenzione, contrasto e sostegno a favore di donne vittime di violenza;
– Le politiche abitative regionali e le azioni strategiche per favorire l’integrazione sociale delle persone;
– Housing sociale come opportunità per la riduzione del disagio abitativo di persone e nuclei familiari svantaggiati.

La prova orale, oltre a prevedere domande relative alle materie appena elencate, darà modo alla Commissione di verificare la conoscenza di una lingua straniera a scelta (inglese, francese, spagnolo, tedesco)  e di accertare la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più in uso.

DOMANDA

Per partecipare al concorso per assistenti sociali, i candidati dovranno compilare l’apposito MODULO (PDF 22KB) di domanda e inviarlo, entro il 6 aprile 2017, secondo una delle seguenti modalità:
– a mano, presso l’Ufficio Protocollo del Comune  di Cremona;
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a: Ufficio Protocollo del Comune di Cremona – Piazza del Comune n.8 – 26100 Cremona;
– tramite una casella di posta elettronica certificata del candidato all’indirizzo PEC: [email protected]

Unitamente alla domanda di ammissione alla selezione si dovrà allegare la seguente documentazione:
– fotocopia di un documento di identità;
– curriculum professionale dettagliato, debitamente sottoscritto.

Ogni altra indicazione sulla domanda di partecipazione al concorso per assistenti sociali, indetto dal Comune di Cremona, è riportata sul bando di selezione.

BANDO

I candidati al concorso sono tenuti a leggere con attenzione il BANDO (PDF 64KB) pubblicato per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.18 del 7-3-2017.

Tutte le successive comunicazioni in merito al diario delle prove concorsuali e alla graduatoria finale, saranno pubblicate sul sito web del Comune di Cremona www.comunedicremona.it, sezione ‘Amministrazione trasparente > Bandi di concorso’.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments