Concorsi Agenzia delle Entrate: 1100 posti di lavoro, cosa sapere

agenzia entrate

In arrivo nuovi concorsi presso l’Agenzia delle Entrate per coprire 1100 posti di lavoro.

L’Agenzia ha reso noto il piano di assunzioni triennale che prevede 1100 inserimenti di funzionari che si aggiungono agli 800 già autorizzati. Il nuovo concorso sarà indetto a breve.

La necessità di risorse umane è funzionale alle attività che l’ente dovrà portare avanti connesse all’applicazione della disciplina sull’emersione e il rientro dei capitali detenuti all’estero. Il maxi concorso risulterà interessante sul fronte occupazionale per chi è in cerca di lavoro ma ovviamente non per gli evasori fiscali e chi detiene in maniera illecita denaro fuori dall’Italia.

Vediamo di fare chiarezza sui posti disponibili, requisiti richiesti, mansione e tempi concorsuali.

POSTI DISPONIBILI

Quanti sono? In totale si tratta di 1100 assunzioni che avverranno in 3 anni: 400 inserimenti nel 2015, 350 nel 2016 e 350 nel 2017. Altri 800 posti di lavoro sono già stati autorizzati e sono riservati ai vincitori dei precedenti concorsi pubblici.

FIGURA PROFESSIONALE

Di quale profilo ha bisogno l’Agenzia delle Entrate? Di Funzionari che si occuperanno di attività di analisi e controllo. Ricordiamo che l’Agenzia delle entrate è una agenzia (diritto pubblico) che svolge le funzioni relative alla gestione, all’accertamento, alla riscossione (Equitalia) e al contenzioso dei tributi con lo scopo di assicurare l’adempimento degli obblighi fiscali (tasse, tributi diretti, imposta sul valore aggiunto ecc.). L’ente ha sede centrale a Roma, in via Cristoforo Colombo n. 426 C/D.

REQUISITI

Il concorso sarà rivolto a laureati (saranno ammesse diverse lauree). Ci sarà posto anche per laureati in ingegneria che svolgeranno attività presso l’Agenzia del Territorio legate alla riforma del catasto.

SELEZIONI E ASSUNZIONI

Il concorso prevede diverse prove selettive, i candidati meglio posizionati in graduatoria potranno frequentare un tirocinio teorico pratico retribuito (19.000 Euro lordi annuali – circa 1.450 euro netti mensili) che servirà per formare gli aspiranti funzionari. Lo stage inizierà l’1 Luglio 2014. Terminato lo stage di 6 mesi è prevista una prova d’esame, chi la supera viene assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato (il costo per lo Stato è di 50 mila Euro lordi compresi oneri accessori, per ogni funzionario) inquadrato nella terza fascia retributiva F1.

Il numero dei partecipanti ai tirocini sarà del 20% in più rispetto agli assunti finali per tener conto sia del tasso di abbandono sia dell’eventuale mancato superamento della prova finale di alcuni dei partecipanti. Quindi gli stagisti selezionati saranno 480 nel 2014, 420 nel 2015 e 420 nel 2016. I concorsi Agenzia delle Entrate saranno indetti entro il mese di luglio di ogni anno.

TEMPI

Il bando 2014 sarà indetto entro il mese di giugno. I tirocini avranno inizio il giorno 1 Luglio di ogni anno e l’assunzione a tempo indeterminato è prevista all’inizio dell’anno successivo.

BANDI

Dove saranno pubblicati i nuovi bandi? Saranno scaricabili dalla sezione Amministrazione Trasparente > Bandi di concorso’ non ancora scaduti del sito web dell’Agenzia delle Entrate e sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami. Appena saranno disponibili, pubblicheremo qui i nuovi bandi.

APPROFONDIMENTO – DECRETO SULLA VOLUNTARY DISCLOSURE

Di cosa si tratta? Sulla Gazzetta Ufficiale del 29 Gennaio 2014 è stato pubblicato il Decreto Legge 28.01.2014 che riguarda la regolarizzazione di capitali non dichiarati detenuti all’estero. Le persone fisiche e i soci di società di persone che non hanno dichiarato redditi di capitale percepiti all’estero, possono presentare richiesta di ammissione entro il 30 settembre 2015 presentando la documentazione di tutti i movimenti avvenuti negli ultimi 10 anni. Quali sono i vantaggi? I cittadini che decideranno di regolarizzarsi dovranno pagare per intero le imposte ma avranno una riduzione delle relative sanzioni. Inoltre non saranno perseguibili per omessa o infedele dichiarazione e per i comportamenti fraudolenti (es. fatture false) la pena sarà ridotta fino alla metà.

Per ulteriori informazioni:
DECRETO LEGGE 28 gennaio 2014, n. 4 – GU n.23 del 29-1-2014.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments