Comune Milano: concorso per 19 Istruttori Direttivi Polizia Municipale

Comune Milano Duomo

Nuove assunzioni a tempo indeterminato in Lombardia.

Il Comune di Milano ha indetto un concorso pubblico per l’assegnazione di 19 posti nel ruolo di Istruttore Direttivo Polizia Municipale.

Il bando di concorso scade in data 6 settembre 2019.

CONCORSO ISTRUTTORI DIRETTIVI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE MILANO

Il Comune di Milano ha pubblicato un bando di concorso finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di 19 Istruttori Direttivi Polizia Municipale (categoria D/D1).

I posti sono assegnati in relazione al documento di programmazione del fabbisogno di personale previsto per il triennio 2019/2021, come di seguito specificato:
– n.12 posti per l’anno 2019;
– n.2 posti per l’anno 2020;
– n.5 posti per l’anno 2021.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso del Comune di Milano per Istruttori Direttivi Polizia Municipale i candidati in possesso dei seguenti requisiti generici:
– cittadinanza italiana;
– età non inferiore a 18 anni;
– non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e non essere stati destituiti, dispensati o licenziati da un impiego statale;
– non essere stati dichiarati da decaduti da un pubblico impiego;
– assenza di condanne penali;
– regolare posizione nei riguardi dell’obbligo di leva (per i candidati di sesso maschile sottoposti a tale obbligo);
– patente di guida della categoria B;
– idoneità psicofisica all’impiego.

L’idoneità psico-fisica per il conferimento di agente di pubblica sicurezza sarà accertata attraverso la verifica dei requisiti specifici elencati sul bando.

Inoltre si richiede, come titolo di studio per ricoprire la mansione di istruttore direttivo, il possesso della laurea di primo livello o della laurea specialistica/magistrale o del diploma di laurea vecchio ordinamento.

SELEZIONE

La selezione dei candidati prevede la somministrazione delle seguenti prove d’esame:

  • Prova preselettiva: qualora il numero delle domande sia superiore a quello stimato dall’Amministrazione, sarà espletato un test a risposta multipla vertente l’analisi e la verifica delle abilità logico, matematiche, numeriche e di ragionamento e/o sulle materie previste dal bando.
    Saranno ammessi alla prova successiva i primi 500 candidati secondo la graduatoria;
  • Prima prova scritta: svolgimento di un elaborato e/o soluzione di quiz a risposta multipla  e/o quesiti a risposta sintetica sulle materie elencate sul bando;
  • Seconda prova scritta: redazione di un elaborato a carattere pratico applicativo o soluzione di uno o più casi con l’individuazione dell’opportuno percorso operativo;
  • Prova orale: colloquio sulle materie elencate sul bando.

DOMANDA

Le domande di ammissione al bando per istruttori direttivi di vigilanza, pubblicato dal Comune di Milano, devono essere redatte esclusivamente attraverso l’apposita procedura telematica, da completare entro le ore 12:00 del 6 settembre 2019, seguendo le indicazioni riportate sull’avviso pubblico.


Alle istanze di partecipazione si deve allegare la documentazione di seguito elencata:
– ricevuta relativa al pagamento della tassa di concorso, dell’importo di 3,90 euro, da versare secondo le modalità descritte sul bando;
– eventuale documentazione comprovante l’avvio dell’iter procedurale per l’equivalenza del proprio titolo di studio estero.

Ogni altro dettaglio in merito alla compilazione e invio della domanda di ammissione al concorso, è riportato sul bando.

BANDO

Per maggiori informazioni sul concorso del Comune di Milano per 10 posti a tempo indeterminato nel ruolo di Istruttore Direttivo Polizia Municipale, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 2MB) di selezione, pubblicato per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.63 del 09-08-2019.

Tutte le successive comunicazioni in merito alle procedure concorsuali e alle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Milano, sezione ‘Comune di Milano > Amministrazione trasparente > Bandi di concorso’.





© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *