Concorso Consiglio Superiore Magistratura: 10 Addetti Servizi Generali

legge tribunale

Il CSM – Consiglio Superiore della Magistratura ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato alla copertura di 10 posti di lavoro nel ruolo di Addetto ai Servizi Generali, Area I^ del ruolo del Consiglio Superiore della Magistratura. La selezione è rivolta a Diplomati.

Si precisa che cinque posti sono riservati al personale che ha prestato servizio presso il C.S.M. in posizione di comando, per un periodo non inferiore a due anni nel profilo professionale a concorso. Per candidarsi al bando pubblico c’è tempo fino al 17 Settembre 2015.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso del Concorso Consiglio Superiore Magistratura i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
diploma di scuola secondaria di secondo grado o diploma dichiarato equipollente in base a specifica normativa, ovvero di un titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto equipollente al predetto diploma in base alla legislazione vigente in Italia;
– abbiano esercitato un’attività di servizio di almeno tre anni in posizioni o profili professionali corrispondenti all’Area I^, livello economico 1, del Regolamento di Disciplina del Personale del C.S.M., presso Amministrazioni centrali dello Stato, Organi di rilievo costituzionale o in Autorità amministrative indipendenti;
– cittadinanza italiana o cittadinanza appartenente ad un Paese dell’Unione europea;
– godimento dei diritti politici;
– qualità morali e di condotta richieste per la partecipazione ai concorsi pubblici in magistratura ordinaria;
– idoneità fisica all’impiego;
– la potenziale permanenza in servizio per almeno sei anni;
– altri requisiti richiesti dalle leggi vigenti.
– non essere stati destituiti, licenziati o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero dichiarati decaduti o licenziati senza preavviso per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile.

SELEZIONE

Tutti i candidati saranno sottoposti all’iter selettivo che prevede valutazione dei titoli e due prove d’esame. La prova scritta verterà su una o più delle seguenti materie:
– cultura generale;
– Regolamento Interno del C.S.M.;
– Regolamento di disciplina del personale del C.S.M (i cui testi aggiornati sono liberamente consultabili e scaricabili dal sito internet pubblico www.csm.it);
– elementi del Cerimoniale di Stato.

Successivamente avrà luogo la prova orale che sarà finalizzata a valutare la preparazione e le capacità professionali del candidato e verterà sulla discussione della prova scritta, nonché sulle materie oggetto della stessa.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso per 10 addetti servizi generali deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica entro il 17 Settembre 2015 consultando il sito internet del Consiglio Superiore della Magistratura alla sezione ‘Concorsi’ per registrarsi.

Dopo aver completato l’inserimento e la registrazione dei dati, il sistema informatico notificherà l’avvenuto inserimento della domanda, fornendo una pagina di risposta che contiene il file in formato pdf ‘domanda di partecipazione’. Il candidato dovrà salvare la domanda, stamparla, firmarla in calce inviare la domanda così scansionata al Consiglio Superiore della Magistratura – piazza dell’Indipendenza n. 6 – 00185 – Roma – Lazio tramite Posta Elettronica Certificata esclusivamente all’indirizzo: [email protected]

Alla domanda è necessario allegare i seguenti documenti:
– documento di identità personale in corso di validità;
– eventuali titoli valutabili;
– eventuali titoli di preferenza o precedenza.
Ogni altro dettaglio sulle modalità di invio delle domande sono specificate nel bando.

BANDO CSM

Maggiori informazioni sui concorsi Consiglio Superiore Magistratura sono disponibile all’interno del BANDO (Pdf 92 Kb), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 62 del 14-8-2015, di cui consigliamo un’attenta lettura.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments