Concorso di idee per riqualificare il quartiere Tiburtino

via tiburtina roma

Aperta a Roma la procedura di selezione dei progetti relativi al “Concorso di idee per la Rigenerazione dell’ambito Tiburtino”. Una iniziativa per la promozione di servizi per la rigenerazione urbana del quartiere Tiburtino.

Il concorso è rivolto ad architetti, ingegneri e alle società di architettura e ingegneria della Provincia di Roma. Sono messi a disposizione premi fino a 10.000 euro.

Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è fissato al giorno 11 aprile 2018, come da integrazione al bando, anziché al 15 marzo 2018.

IL QUARTIERE TIBURTINO

Sesto quartiere, il Tiburtino prende il nome dalla via Tiburtina, dall’antico nome di Tivoli, “Tibur” ed è sito a est della Città di Roma. All’interno del quartiere sono noti la Città universitaria, il quartiere del Verano, la zona San Lorenzo, bombardata dagli americani del 1943, e la zona INA-Casa, costruita negli anni ’50 e considerata uno degli interventi più significativi del Neorealismo architettonico. Tra le architetture presenti nel quartiere Tiburtino, ricordiamo la Basilica di San Lorenzo, la Chiesa di San Tommaso Moro, la Chiesa della Divina Sapienza e la Chiesa di Santa Maria Consolatrice. Altri siti di interesse sono il Cimitero del Verano, cimitero monumentale che include le salme di numerosi artisti del ‘900, la Porta Tiburtina, il Sepolcro di largo Talamo e il torrione prenestino.

CONCORSO PER RIQUALIFICARE IL QUARTIERE TIBURTINO

L’ACER – Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia – con il patrocinio della Camera di Commercio di Roma, promuove il “Concorso di idee Rigenerazione dell’ambito Tiburtino”, iniziativa mirata al raggiungimento dei seguenti obiettivi per la valorizzazione del quartiere romano:
– promuovere, incentivare e realizzazione la rigenerazione urbana al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini, favorendo forme di co-housing per la condivisione di spazi e attività;
– incentivare la razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, favorire il recupero delle periferie, valorizzare la diffusione delle piccole attività commerciali;
– qualificare la città esistente, limitando il consumo del suolo, incrementando le aree pubbliche e valorizzando quelle esistenti, in particolare potenziando la mobilità su ferro;
– aumentare la sicurezza dei manufatti esistenti, mediante interventi di adeguamento sismico e riparazione o intervento locale;
– favorire il miglioramento della qualità ambientale e architettonica con tecniche di bioedilizia avanzate, elevanti livelli di efficienza energetica e sviluppo di fonti rinnovabili;
– promuovere e tutelare l’attività agricola, il paesaggio e l’ambiente e contenere il consumo di suolo quale risorsa non rinnovabile;
– promuovere lo sviluppo del verde urbano, l’adozione di superfici permeabili e coperture a verde pensile, la realizzazione di interventi per la regimentazione e il recupero delle acque piovane.

DESTINATARI

Al concorso di idee sono ammessi i seguenti soggetti:
architetti e ingegneri regolarmente iscritti agli ordini professionali degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia;
società tra professionisti, società di ingegneria e tutti i soggetti prestatori di servizi di ingegneria e architettura. In questo caso, nella compagine dovrà esservi un giovani professionista di età inferiore a 35 anni.

Non sono ammessi al concorso i seguenti soggetti:
–  i partecipanti alla stesura del bando, i loro coniugi e i loro parenti fino al terzo grado compreso e chiunque abbia in corso con loro un rapporto di lavoro o altro rapporto notorio;
– i dipendenti del soggetto banditore e i soggetti che hanno un rapporto di collaborazione con il soggetto banditore avente ad oggetto il tema del concorso.

SELEZIONE

La Commissione giudicatrice, composta dai 5 membri esperti nel settore, elencati sul bando, valuterà le proposte ammesse sulla base dei seguenti parametri:
– soluzioni urbanistiche ed architettoniche per il contesto di riferimento;
– miglioramento della qualità urbana ed ambientale, con particolare riguardo alla razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente ed alla riduzione del consumo di suolo;
– rigenerazione, anche nell’ottica della rifunzionalizzazione, con particolare riferimento a destinazioni atte a generare occupazione;
– implementazione e/o potenziamento dei servizi pubblici e delle infrastrutture;
– carattere innovativo della proposta.

PREMI

Saranno premiate le prime 3 proposte secondo le seguenti modalità:

  • 1^ classificata: 10.000 euro;
  • 2^ classificata: 5.000 euro;
  • 3^ classificata: 3.000 euro.

Inoltre, il soggetto banditore potrebbe avere la facoltà di presentare le proposte vincitrici in una mostra e/o pubblicarle in un apposito catalogo.

ENTE PROMOTORE

Il Soggetto promotore del bando per la riqualificazione del quartiere Tiburtino è l’Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia, ente che associa le piccole, medie e grandi imprese romane, rappresentando una realtà imprenditoriale molto radicata nel territorio. L’ACER è considerata tra le rappresentative strutture territoriali dell’ANCE, facente parte di Confindustria e componente dell’organizzazione regionale ANCE LAZIO-URCEL. Obiettivo primo dell’Associazione è offrire assistenza alle imprese relativamente a lavori pubblici ed edilizia privata, sicurezza del lavoro, problemi del lavoro e sindacali, problemi tributari, amministrativi e civilistici. Interessante all’interno dell’ACER, è la presenza del Gruppo Giovani, che ha lo scopo di stimolare i giovani imprenditori alla libera iniziativa e all’attività imprenditoriale; di promuovere iniziative atte alla conoscenza di problemi economici, sociali e politici all’interno dell’industria delle costruzioni; di contribuire alla vita associativa con idee e azioni innovative.

COME PARTECIPARE

Per partecipare al concorso per la riqualificazione del quartiere Tiburtino di Roma, gli interessati dovranno consegnare a mano, presso la sede di ANCE Roma – ACER, in via di Villa Patrizi n.11, il plico contenente gli elaborati, entro il giorno 11 aprile 2018, anziché entro il 15 marzo 2018, come riferito sull’integrazione al bando.

Il plico con la proposta ideativa dovrà contenere i seguenti elaborati:
– una relazione descrittiva, utile ad illustrare i criteri guida delle scelte progettuali in relazione agli obiettivi previsti dal bando e alle caratteristiche dell’intervento (max 10 facciate);
– un’analisi di fattibilità economica di massima, finalizzata alla sostenibilità realizzativa dell’intervento (max 5 facciate);
– tre tavole nel formato UNI A3, orientate in senso orizzontale, con un master-plan, rappresentazioni grafiche, immagini, testo e tutto ciò che risulti utile a rappresentare l’idea progettuale.

Ogni altro dettaglio in merito alle modalità di presentazione delle proposte elaborate, è riportato sul bando.

BANDO

I partecipanti al concorso di idee per riqualificare il quartiere Tiburtino sono invitati a leggere attentamente il BANDO (PDF 545KB) che regola la partecipazione all’iniziativa, nonché l’INTEGRAZIONE (PDF 184KB) successivamente pubblicata.

Tutte le successive comunicazioni sulla graduatoria finale e sui vincitori, così come sulla procedura completa di partecipazione al concorso creativo, saranno pubblicate sul sito internet dell’Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia www.acerweb.it.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments