Concorso insegnanti scienze motorie scuola primaria: tutte le novità

bambini, educazione motoria

In arrivo un nuovo concorso per insegnanti di scienze motorie nella scuola primaria.

La prima procedura concorsuale sarà bandita per l’a.s. 2022/2023 e sarà abilitante. Restano esclusi i diplomati ISEF.

Ecco tutte le informazioni sul bando per insegnanti di ginnastica in arrivo e cosa sapere sul prossimo concorso in uscita.

CONCORSO INSEGNANTI SCIENZE MOTORIE SCUOLA PRIMARIA 2022

La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto, infatti, l’insegnamento dell’educazione motoria nelle scuole primarie a partire dall’a.s. 2022/2023. Per questo ha, inoltre, autorizzato il MIUR a bandire le necessarie procedure concorsuali per reclutare i docenti da assumere. Nello specifico, il Ministero dell’Istruzione bandirà due concorsi per insegnanti di scienze motorie e sportive nella scuola primaria, uno nel 2022 e uno nel 2023.

Il primo bando per insegnare scienze motorie nella scuola primaria uscirà, dunque, entro l’anno. Il concorso potrebbe anzi essere bandito nei prossimi mesi, considerando che il MIUR ha già incontrato i sindacati di settore per l’informativa sulla procedura concorsuale, durante la quale ha presentato la bozza del regolamento relativo al nuovo concorso.

Stando a quanto riportato dal sindacato Flc Cgil, attraverso un recente comunicato relativo alla bozza del bando di concorso, i posti destinati ai docenti di educazione fisica nella scuola primaria saranno calcolati a invarianza di dotazione organica complessiva prevista dalla normativa vigente. Ciò significa che saranno individuati a partire dai pensionamenti di insegnanti di posto comune.

Vediamo nel dettaglio tutte le novità sul concorso per insegnanti di scienze motorie nella scuola primaria e come funzionerà la procedura concorsuale, alla luce di quanto previsto dal Ministero e della normativa sul nuovo insegnamento.

L’INSEGNAMENTO DELL’EDUCAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA

L’insegnamento curricolare dell’educazione motoria nella scuola primaria rientra tra le novità per il settore della scuola previste alla Legge Bilancio 2022. Si tratta di una modifica dell’ordinamento scolastico introdotta dal Governo allo scopo di conseguire gli obiettivi del PNRR e promuovere nei giovani comportamenti e stili di vita funzionali alla crescita armoniosa, alla salute, al benessere psico-fisico e al pieno sviluppo della persona.

Il nuovo insegnamento delle scienze motorie nelle scuole primarie è a partire dall’anno scolastico 2022/2023 per le classi quarte e dall’anno scolastico 2023/2024 per le classi quinte, con una frequenza di almeno due ore settimanali di insegnamento. Dato che tale materia può essere insegnata solo da docenti forniti di idoneo titolo, è stata istituita la nuova classe di concorso Scienze motorie e sportive nella scuola primaria. Per quanto riguarda lo stato giuridico ed economico, l’insegnante di educazione motoria nella scuola primaria è equiparato agli altri insegnanti del medesimo grado di istruzione.

COME INSEGNARE EDUCAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA

Per diventare insegnanti di educazione motoria nella scuola primaria bisogna, quindi, superare l’apposito concorso per titoli ed esami, che ha carattere abilitante. Nel caso in cui le graduatorie di concorso non siano approvate in tempo utile per l’assunzione in ruolo dei docenti nell’anno scolastico 2022/2023, il Ministero dell’istruzione è autorizzato a ricorrere alle supplenze ai docenti. In particolare, potrà conferire contratti di supplenza anche ai soggetti collocati nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), nelle classi di concorso A048 – Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di II grado e A049 – Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado.

CHI PUÒ PARTECIPARE

Possono partecipare al concorso per insegnare scienze motorie nella scuola primaria i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale nella classe LM-67 – Scienze e tecniche delle attività motorie
    preventive e adattative o LM-68 – Scienze e tecniche dello sport o LM47 – Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie, oppure titoli di studio equiparati;


  • 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Tra i requisiti di accesso alla procedura concorsuale non rientra, dunque, il diploma conseguito presso gli Istituti superiori di educazione Fisica (ISEF).

LE PROVE D’ESAME

Stando ancora a quanto riportato dal sindacato Flc Cgil, il concorso per insegnanti di scienze motorie scuola primaria prevede le seguenti prove:

  • prova scritta, costituita da 50 domande, di cui
    – 40 per accertare le competenze e delle conoscenze del candidato;
    – 5 per verificare la conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER);
    – 5 sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento;

  • prova orale, della durata massima di 30 minuti, costituita da
    – progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali;
    – valutazione la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del QCER.

IL PARERE DEL CSPI SULLA BOZZA DEL BANDO

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) ha pubblicato il parere del 15 marzo 2022 sullo schema di decreto ministeriale relativo al concorso per titoli ed esami abilitante per insegnanti di educazione motoria nella scuola primaria. Si tratta, in sostanza, del parere del CSPI sulla bozza del prossimo bando per insegnanti di scienze motorie.

Il documento evidenzia diverse criticità e problematicità rispetto allo schema di decreto. Ecco le principali:

  • la prova scritta non prevede l’accertamento di conoscenze pedagogico-didattiche caratteristiche del profilo dell’insegnante di scuola primaria;

  • i titoli per l’accesso ai ruoli del personale docente relativi all’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria sono poco adeguati all’impianto pedagogico-educativo e metodologico della scuola primaria;

  • i 24 CFU/CFA richiesti genericamente nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche non sono sufficienti rispetto all’approfondimento offerto dal percorso universitario quinquennale di formazione dei docenti curriculari. Inoltre, sono erogati con strumenti formativi volti a consentire la partecipazione ai concorsi esclusivamente per la scuola secondaria e non per la scuola primaria;

  • le discipline presenti nei corsi di laurea di Scienze Motorie e Sportive non comprendono conoscenze e competenze metodologiche e didattiche per l’insegnamento nella scuola primaria;

  • è necessario inserire almeno un percorso formativo in ingresso specifico per l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria;

  • la mancata istituzione di una specifica classe di concorso per questi docenti determina ricadute problematiche anche ai fini della mobilità professionale, introducendo una inserita nell’ordinamento della scuola primaria ma priva della formazione iniziale necessaria e dello specifico titolo di studio richiesto;

  • le nuove disposizioni non sono coerenti rispetto al quadro normativo complessivo della scuola primaria e al suo impianto formativo, basato su una visione globale del bambino e dei suoi processi di sviluppo e attuato attraverso una didattica interdisciplinare, pertanto sarebbe necessario prima di tutto procedere alla revisione dell’insegnamento di educazione motoria nella scuola primaria e all’eventuale modifica degli ordinamenti scolastici;

  • la previsione di 2 ore aggiuntive ad invarianza di spesa per l’insegnamento dell’educazione motoria produrrà una sottrazione di ore e di posti per la mancata integrazione dell’organico provinciale e regionale;

  • la modifica del tempo scuola derivata dalle nuove disposizioni produrrà una frammentazione dell’orario e l’aumento del numero dei docenti in più classi, oltre che altre difficoltà organizzative, anche legate a mense, trasporti, ecc.

I DUBBI DEI SINDACATI

La presentazione della bozza del nuovo concorso per docenti di scienze motorie nella scuola primaria ha destato diversi dubbi nei sindacati. Ecco i principali espressi dalla Flc Cgil:

– l’introduzione di un insegnamento specialistico quale l’insegnamento di scienze motorie e sportive nella scuola primaria non è compatibile con l’approccio ai saperi di tipo globale che caratterizza la scuola primaria;
– per diventare docente di scuola primaria occorre seguire uno specifico percorso di studi che comprende un insieme di discipline, inclusa l’educazione motoria, associate a competenze metodologiche e psico-pedagogiche specifiche per le fasi di sviluppo dei bambini e delle bambine da 6 a 11 anni, non equiparabile ad altre lauree specialistiche;
– individuare i posti da assegnare alla nuova materia a invarianza di dotazione organica complessiva causerà tagli del personale docente impiegato per altri insegnamenti;
– bisogna definire i contenuti dell’insegnamento prima di redigere il bando di concorso e i programmi concorsuali;
– è necessario correggere la bozza del regolamento per includere i diplomati ISEF nel concorso.

BANDO E DOMANDA

Metteremo a vostra disposizione il bando non appena sarà pubblicato. Continuate a seguirci per restare informati, iscrivendovi alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sui concorsi per insegnanti e al nostro canale telegram per avere le notizie in anteprima.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Visitate la nostra pagina dedicata alle assunzioni nella Scuola e la nostra sezione riservata ai concorsi per docenti, per essere aggiornati su tutte le novità. È disponibile, inoltre, il gruppo Telegram dedicato esclusivamente ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti