Concorso MIBACT DGAAP per riqualificare 10 periferie

Architettura Disegno

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT ha indetto il concorso di idee ‘Periferie 2017’ per la riqualificazione di 10 aree periferiche scelte dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane – DGAAP. Il contest è realizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

Ai vincitori sarà assegnato un premio di € 10.000.

La data di scadenza del bando è prevista per il 28 Settembre 2017.

MIBACT DGAAP CONCORSO PERIFERIE

Al via ‘Periferie 2017’ un concorso di idee indetto dal MIBACT per riqualificare le seguenti 10 aree periferiche:

  • AREA 01: Comune di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), Quartiere di via del Mare;
  • AREA 02: Comune di Barletta, Percorso delle antiche mura del Carmine;
  • AREA 03: Comune di Bisceglie (BT), Ex mattatoio;
  • AREA 04: Comune di Lamezia Terme (CZ), Complesso cantina sociale di Sambiase;
  • AREA 05: Comune di Lucca, Ex scalo merci ferroviario;
  • AREA 06: Comune di Mangone (CS), Centro di aggregazione giovanile in località Piano Largo;
  • AREA 07: Comune di Napoli – Muncipalità 6, Linea di costa del quartiere San Giovanni a Teduccio;
  • AREA 08: Comune di San Mauro Torinese (TO), Parco connettivo nella periferia nord-ovest;
  • AREA 09: Comune di Taurianova (RC), Periferia 167;
  • AREA 10: Comune di Tricarico (MT), Orti saraceni.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Sono destinatari del concorso i soggetti che possono ottenere l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria in base a quanto precisato nell’art. 46 del Codice degli Appalti. Si tratta ad esempio di professionisti singoli (es. Architetti, Ingegneri), professionisti associati, le società tra professionisti, le società di ingegneria, i consorzi, i GEIE. Possono partecipare anche i lavoratori subordinati abilitati all’esercizio della professione e iscritti al relativo Ordine professionale.

Sul bando viene inoltre precisato che tra tutti i firmatari degli elaborati deve essere presente almeno un giovane professionista di età inferiore ai 35 anni alla data di pubblicazione del bando, iscritto nel rispettivo Ordine professionale.

PROGETTO

Le proposte ideative, relative alle periferie, costituite da aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi, devono tenere conto dei seguenti obiettivi:
– miglioramento della qualità del decoro urbano;
– riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti, per finalità di interesse pubblico;
– accrescimento della sicurezza territoriale e della capacità di resilienza urbana;
– potenziamento delle prestazioni e dei servizi di scala urbana;
– promozione dello sviluppo della mobilità sostenibile e adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali, culturali , educativi e didattici.

La proposta ideativa dovrà riguardare solo una delle aree da riqualificare poste a concorso e dovrà essere sviluppata con gli elaborati seguenti:

  • n. 1 relazione descrittiva, utile ad illustrare i criteri guida delle scelte progettuali in relazione agli obiettivi previsti dal bando e alle caratteristiche dell’intervento;
  • n. 3 tavole nel formato UNI A3, orientamento in senso orizzontale, contenente rappresentazioni grafiche, immagini, testo e quant’altro utile a rappresentare l’idea progettuale.

SELEZIONE

Le proposte saranno valutate sulla base dei seguenti criteri:

  • Visioni e soluzioni proposte per il contesto esaminato con riferimento agli obiettivi indicati;
  • Qualità della proposta compositiva;
  • Innovazione della proposta urbanistica;
  • Rapporto con il contesto urbano;
  • Visione del paesaggio urbano proposto;
  • Innovazione della proposta di riuso e/o rifunzionalizzazione di aree e/o strutture edilizie pubbliche;
  • Qualità delle prestazioni dei servizi a scala urbana/territoriale proposti;
  • Soluzioni per il miglioramento della sicurezza urbana e/o territoriale;
  • Aspetti innovativi dal punto di vista della sostenibilità sociale, economica e ambientale;
  • Effetti a scala urbana dell’idea proposta;
  • Valorizzazione sociale e culturale dei luoghi oggetto di intervento.

E’ ammesso presentare la proposta ideativa per una sola delle aree in concorso.


PREMI

Ai dieci concorrenti redattori delle proposte ideative classificate al primo posto (una per ciascuna area), sarà attribuito un premio di €. 10.000.

COME PARTECIPARE

La partecipazione al concorso MIBACT avviene in forma anonima attraverso l’apposito modulo di iscrizione online. Precisiamo che il sistema automatico di iscrizione e invio del progetto sarà disponibile dalle 09:00 del giorno 11 settembre 2017 alle ore 16:00 del giorno 28 settembre 2017.

Ogni altro dettaglio sulle modalità di partecipazione è specificato nel bando del concorso.

BANDO

Tutti gli interessati al concorso MIBACT DGAAP sono invitati a scaricare e leggere con attenzione il BANDO (Pdf 315 Kb), prima di inoltrare la propria candidatura.


Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web www.concorsiawn.it dedicato al concorso di idee.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *