Consigli per il colloquio di lavoro

Hai appena fissato un colloquio di lavoro, sei entusiasta della notizia ma nello stesso tempo preoccupato/a di ciò che dovrai affrontare? E’ tutto normale, succede alla maggior parte delle persone che si trovano nella tua stessa condizione. Il primo pensiero deve essere questo: se ti hanno chiamato è perché la società ha già valutato positivamente il tuo curriculum vitae, quindi sei sulla buona strada per ottenere il posto di lavoro. Ora non ti resta che giocare al meglio le tue carte durante il colloquio per convincere i selezionatori che le tue caratteristiche personali, la tua motivazione, il tuo modo di relazionarti, la tua disponibilità e la tua ambizione sono i giusti ingredienti per il ruolo da ricoprire.

Non è così difficile come sembra: per affrontare al meglio un colloquio di lavoro e avere buone possibilità di superarlo egregiamente è importante seguire alcuni semplici consigli.

INFORMARSI SULL’AZIENDA
E’ sempre bene arrivare al colloquio informati, conoscendo nel dettaglio ciò di cui si occupa l’azienda, i prodotti o servizi offerti, la struttura aziendale ecc. Oggi quasi tutte le aziende possiedono un sito web ed è il posto più adatto da visitare per scoprire tutte queste informazioni. In questo modo durante il colloquio potrete dimostrare il vostro interesse per l’attività svolta, fare riferimento a particolari linee di business piuttosto che apprezzare l’organizzazione aziendale o i prodotti venduti. Sarà utile per fare una buona impressione sui vostri interlocutori.

L’APPARENZA E’ IMPORTANTE
Purtroppo dobbiamo dirlo: in questi casi la prima impressione è fondamentale! Andate al colloquio vestiti nel modo più consono rispetto all’ambiente dell’azienda per cui vi candidate. Questo significa che se volete trovare lavoro in una grande azienda con uffici in stile “business” il completo per l’uomo e il tailleur per la donna sono l’ideale. Invece nelle aziende più piccole e negli ambienti di lavoro più informali l’eccesso di eleganza potrebbe non essere particolarmente apprezzato, potete optare per qualcosa di più casual, abiti semplici, senza però eccedere: scollature, mini gonne o pantaloni strappati sono da evitare.

ATTENZIONE AI MODI E ALLA PUNTUALITA’
Non arrivate in ritardo al colloquio, meglio 5 minuti prima che 10 minuti dopo. Portate sempre con voi una copia del curriculum vitae anche se lo avete già inviato all’azienda. Presentatevi porgendo la mano e “date del lei” ai vostri interlocutori, a meno che non siano loro a chiedervi di “darsi del tu”. Siate fin da subito sorridenti, educati, disponibili e cortesi con tutte le persone che incontrate, spostatevi da un ambiente all’altro solo quando vi verrà detto di farlo, non siate invadenti. Quando vi parlano durante il colloquio, guardate i vostri interlocutori e non il soffitto o i quadri appesi nella stanza. Sedetevi in modo composto, non tenete le braccia incrociate e evitate gesti ripetitivi come il toccarsi continuamente i capelli o il picchiettare con il piede per terra. Dimostrate compostezza, serenità e attenzione.

NO ALL’ECCESSO DI PROTAGONISMO, ASCOLTATE
E’ importante che dimostriate interesse per ciò che i selezionatori vi diranno a proposito dell’azienda e del posto di lavoro, ascoltateli con attenzione, non interrompeteli. Quando vi sarà passata la parola, rispondete chiaramente alla domanda posta, non divagate su ciò che ai vostri interlocutori non interessa, evitate sempre gli eccessi di protagonismo. Dimostratevi persone umili, disponibili nell’apprendere e interessati alla crescita personale e professionale. Se vi sentite tesi ed agitati, fate un lungo respiro e cercate di celare questo stato d’animo, dopo i primi minuti di interazione saranno i selezionatori a mettervi a vostro agio.

VALORIZZATEVI, RISPONDETE IN MODO CHIARO E IMPARATE A VENDERE VOI STESSI
I selezionatori conoscono già il vostro profilo professionale perché avranno avuto modo di leggere il vostro curriculum vitae prima di fissare in colloquio, nonostante ciò vi chiederanno di spiegare le vostre competenze e le vostre esperienze. Non siate troppo concisi rispondendo solo con un “sì” o un “no” ma nemmeno eccessivamente prolissi, rispondete in modo chiaro ed essenziale. Descrivete le conoscenze acquisite, come siete riusciti a risolvere problemi, perché le esperienze passate sono state importanti per la vostra crescita personale e professionale, sottolineate di non aver avuto problemi relazionali con colleghi e superiori (anche se non è del tutto vero) e non parlate mai male di nessuna persona o dell’azienda per cui avete lavorato. Ricordatevi che il colloquio è un momento in cui si diventa “venditori” di sé stessi. Dovete mettere in primo piano tutti gli aspetti positivi del vostro carattere (es. la precisione, la flessibilità, la capacità di lavorare in gruppo) e valorizzare tutto quello che rappresenta il vostro passato e la vostra formazione scolastica.

PER CHI E’ PRIVO DI ESPERIENZE PROFESSIONALI
Se siete al vostro primo colloquio di lavoro, neolaureati o neodiplomati e non avete esperienze passate da raccontare, non preoccupatevi, c’è comunque molto da dire su voi stessi. Mettete in primo piano i vostri punti di forza e gli aspetti positivi della vostra personalità. Dimostratevi disponibili e interessati nell’imparare, desiderosi di acquisire competenze e di mettervi in gioco. Sottolineate la vostra tenacia, la forza di volontà, la flessibilità e l’interesse per il posto di lavoro. Se avete un buon curriculum scolastico, valorizzatelo, spiegando tutte le conoscenze teoriche acquisite; se avete competenze informatiche o conoscenze di lingue straniere, mettete in luce questi aspetti.

NON SIATE PASSIVI
Dimostrate sempre interesse e curiosità per ciò che vi viene detto. Ponete qualche domanda ai vostri interlocutori durante il colloquio, cercate di conoscere nel dettaglio le mansioni che dovrete svolgere e le possibilità di crescita futura, non siate timidi. Quasi sempre alla fine del colloquio vi chiedono se avete qualche domanda da porre, non rispondete negativamente, siate proattivi. Se pensate di avere già tutti i dati che vi interessano sulla posizione di lavoro, chiedete informazioni aggiuntive sull’azienda.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments