Consiglio Regione Lombardia: concorso per 6 Laureati

consiglio regionale lombardia

Nuovi posti di lavoro per laureati in Lombardia.

Il Consiglio Regionale della Lombardia, con sede a Milano, ha indetto un concorso pubblico per la selezione di 6 unità da impiegare nella figura professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo.

Le assunzioni sono a tempo determinato e pieno. È prevista una retribuzione di circa 1.700 euro al mese.

Il bando di concorso scade in data 29 gennaio 2018.

CONCORSO CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDIA

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha pubblicato un bando di concorso per la selezione di 6 risorse da assumere nella figura professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo.

I candidati idonei saranno assunti a tempo determinato e pieno, con contratto di formazione della durata di 24 mesi e di 130 ore, per la categoria D – parametro tabellare iniziale D1, profilo professionale D1.A.

È previsto uno stipendio tabellare mensile di 1.763,89 euro, per tredici mensilità. Sono inclusi assegni per il nucleo familiare se dovuti, indennità di comparto, indennità di vacanza contrattuale.

REQUISITI

Gli interessati al concorso per istruttore direttivo amministrativo dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti al momento dell’invio delle domande di partecipazione:
– cittadinanza italiana o di un altro Paese dell’UE o di una delle altre categorie cui si fa riferimento sul bando;
– età non inferiore a 18 anni e non superiore a 32 anni;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti politici;
– essere regolare con le norme concernenti gli obblighi di leva;
– non aver riportato condanne penali che comportino l’interdizione dai pubblici uffici, salvo riabilitazione;
– non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego per persistente insufficiente rendimento;
– non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile.

Inoltre, è richiesto uno dei seguenti titoli di studio:
– Laurea Triennale di primo livello in Scienze dei servizi giuridici, Scienze giuridiche, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, Scienze dell’amministrazione, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;
– Laurea Magistrale o vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica, Scienze della politica, Scienze delle pubbliche amministrazioni, Relazioni internazionali, Scienze per la cooperazione allo sviluppo, Scienze della comunicazione sociale e istituzionale, Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità;
– Laurea vecchio ordinamento in Giurisprudenza e Scienze politiche.

SELEZIONE

I partecipanti al concorso del Consiglio Regionale della Lombardia affronteranno le seguenti prove d’esame:

  • Prima prova scritta: test a contenuto teorico sulle materie del programma d’esame, consistente in un tema o questionario a risposta sintetica predeterminata, anche comprendente quesiti di carattere attitudinale.
  • Seconda prova scritta: test finalizzato all’accertamento delle capacità di utilizzare e applicare conoscenze teoriche per la soluzione di problemi specifici e casi concreti sulle attività in linea col profilo professionale.
  • Prova orale: colloquio di approfondimento delle materie elencate sul bando.

Saranno inoltre valutati i seguenti titoli a cui sarà attribuito un punteggio:
– esperienza professionale acquisita con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di durata pari o superiore a un anno presso la pubblica amministrazione, con inquadramento nella categoria D;
– esperienza professionale acquisita con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato (sulla base di espletamento di una procedura concorsuale), di durata pari o superiore a un anno, anche per periodi non continuativi, presso la pubblica amministrazione con inquadramento nella categoria D;
– regolare frequenza del tirocinio formativo e di orientamento presso il Consiglio Regionale della Lombardia;
– conseguimento del titolo di dottore di ricerca.

DOMANDA

Per partecipare al concorso per istruttori direttivi amministrativi, è necessario compilare l’apposito MODULO (PDF 922KB) di domanda e inviarlo, entro il 29 gennaio 2018, secondo una delle seguenti modalità:
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento da indirizzare all’Ufficio Organizzazione Personale del Consiglio Regionale – Via F. Filzi n.22 – Milano;
– presentate manualmente al Protocollo del Consiglio Regionale della Lombardia;
– tramite una casella di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: [email protected], allegando i documenti in formato PDF.

Alla domanda di partecipazione al concorso pubblico, si dovrà allegare la seguente documentazione:
– copia integrale del documento di identità;
– ricevuta dell’avvenuto versamento della tassa di concorso, pari a 10 euro, da effettuare secondo le modalità indicate sul bando;
– dichiarazione dei titoli valutabili.

Ogni altro dettaglio in merito alla compilazione e invio delle domande di ammissione al concorso pubblico, è indicato sul bando.

BANDO

I candidati al concorso per la figura di istruttore direttivo amministrativo sono tenuti a leggere attentamente il BANDO (PDF 1MB) relativo alla selezione.

Tutte le successive comunicazioni in merito all’espletamento delle prove d’esame e alla graduatoria finale, saranno pubblicati sul sito istituzionale del Consiglio Regionale della Lombardia www.consiglio.regione.lombardia.it, sezione ‘Per il cittadino > Bandi di concorso’.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments