Contributi a fondo perduto per imprese e start up, Bari

camera di commercio di bari

La Camera di Commercio di Bari ha aperto un bando per la concessione di contributi a fondo perduto da 10mila Euro per finanziare lo start up di imprese innovative nel territorio della provincia pugliese. Per partecipare c’è tempo fino al 17 febbraio 2014.

E’ al via, infatti, la seconda edizione di Valore Assoluto 2.0, il bando della Camera di Commercio di Bari che intende sostenere economicamente lo start up di iniziative imprenditoriali innovative con contributi a fondo perduto dimensionati alle necessità di ciascuna delle proposte d’impresa considerate più meritevoli. L’iniziativa è rivolta sia a progetti di start up che mirino alla creazione di nuove imprese che a iniziative che diano vita a innovazioni di prodotto, servizio o processo in imprese esistenti, attraverso la generazione di spin off, ed è riservata a giovani aziende operanti o che intendano operare nella Provincia di Bari.

Tra i progetti ammessi alla competition i migliori 30 selezionati parteciperanno ad una fase di formazione d’aula e orientamento finalizzata all’elaborazione di un modello di business, un piano d’impresa e una pitch presentation, che si concluderà con la selezione dei 15 lavori migliori. Questi ultimi saranno ammessi ad una ‘sfida pubblica delle pitch‘ che servirà a selezionare i 5 vincitori del concorso, i quali riceveranno un premio in denaro di 10.000 Euro ciascuno e potranno negoziare l’eventuale assegnazione di un ulteriore finanziamento a fondo perduto.

REQUISITI
Possono partecipare al bando per contributi a fondo perduto per nuove imprese i seguenti soggetti:
gruppi informali costituiti da almeno tre persone fisiche, di età compresa fra i 18 e i 35 anni, che intendano avviare una nuova impresa innovativa con sede legale e/o operativa nel territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari;
imprese innovative, costituite dopo il 1° gennaio 2013, aventi sede legale e/o operativa nel territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari e composte da almeno tre persone di età compresa fra i 18 e i 35 anni.
Per essere ammessi al concorso Valore Assoluto 2.0 è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
– non aver ricevuto, per la medesima iniziativa, altri contributi pubblici per le spese oggetto del finanziamento;
– non aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l’aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune;
– non essere iscritti nel Registro informatico dei protesti.
Ai proponenti già eventualmente costituiti in impresa si richiedono, inoltre, le seguenti caratteristiche:
– non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’art. 1 del Reg. CE n. 1998/2006;
– avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulle salute e sicurezza sul lavoro;
– non essere imprese in difficoltà, sulla base della definizione di cui al punto 2.1 degli orientamenti comunitari sugli aiuti di stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà;
– non essere sottoposti a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in situazioni equivalenti.

SETTORI IMPRENDITORIALI
I progetti di start up innovative dovranno riguardare i seguenti ambiti:
ICT – Information and Communication Technology, con particolare riferimento a sistemi software, inclusi web e mobile;
Healthcare, biotecnologie e tecnologie robotiche, farmaceutiche e biomedicali per il miglioramento della salute e della qualità della vita della persona;
Green & cleantech, energie pulite e rinnovabili, sistemi innovativi per la produzione alimentare o per la sostenibilità ambientale;
Social innovation, progetti per l’integrazione sociale e per il miglioramento della qualità della vita di persone in condizioni di svantaggio o emarginazione;
Industrial & automation, meccanica, elettronica e tecnologie a supporto dell’industria,della logistica e della produzione.

FINANZIAMENTI
Il concorso prevede 5 vincitori che riceveranno i seguenti contributi economici:
sovvenzione a fondo perduto del valore di 10.000 Euro per affrontare le spese di creazione d’impresa;
finanziamento a fondo perduto aggiuntivo, commisurato alle esigenze finanziarie dell’impresa.

DOMANDA
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate, entro il 17 febbraio 2014, attraverso l’apposita procedura telematica.

BANDO
Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 199Kb) e a visitare la pagina relativi all’avviso pubblico della Camera di Commercio di Bari per l’assegnazione di contributi a fondo perduto per finanziare imprese innovative.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *