Dati Assegno Unico 2022: da gennaio 8,9 miliardi di euro erogati alle famiglie

Il report dell’INPS con tutti i dati sull’assegno unico figli dalla sua istituzione fino a novembre 2022, boom di domande con quasi 6 milioni di famiglie aiutate

INPS

Disponibili i dati sull’Assegno Unico 2022. Le stime INPS mostrano quanti sussidi sono stati erogati  nei primi nove mesi del 2022 con quasi 6 milioni (5.982.892) di domande pervenute, riferite a 9.176.144 figli, per un totale di 8,9 miliardi di euro destinati alle famiglie italiane.

I numeri arrivano dall’aggiornamento dell’Osservatorio Statistico sull’Assegno Unico Universale pubblicato il 10 novembre 2022 che contiene, tra l’altro, anche i dati relativi all’AUU destinato ai nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza.

In questo articolo vi forniamo tutti i numeri utili, in base ai dati sull’Assegno Unico 2022 pubblicati dall’INPS con un quadro completo delle essenziali informazioni statistiche sui beneficiari della misura e sui relativi valori economici.

DATI ASSEGNO UNICO 2022: IL REPORT INPS

Come è noto, a gennaio 2022 è stato istituito l’Assegno Unico e Universale, il sostegno economico per le famiglie con figli a carico, che viene attribuito a partire dal 7° mese di gravidanza e fino al 21º anno di età del figlio. A quasi un anno dall’operatività della misura – le erogazioni sono partite a marzo 2022 – l’INPS offre un quadro completo sui dati dell’Assegno Unico figli 2022 pubblicando il 10 novembre 2022 l’ “Osservatorio statistico sull’assegno unico e universale”. Il report contiene i dati relativi al numero di domande presentate all’Istituto dai cittadini, dai patronati e tramite Contact center nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2022, e conta i pagamenti relativi al periodo marzo a settembre 2022. Un attenzione particolare, poi, è stata riservata al rapporto Assegno Unico/Reddito di Cittadinanza per comprendere l’incidenza delle due misure sulle famiglie italiane.

NUMERO DOMANDE AUU NEL 2022

Dal report INPS emerge che nei primi nove mesi del 2022 sono pervenute 5.982.892 di domande di AUU, riferite a 9.176.144 figli. In particolare le domande presentate sono state così distribuite nel corso dei primi 9 mesi del 2022:

  • 1.197.239 a gennaio;
  • 1.856.268 a febbraio;
  • 1.207.102 a marzo;
  • 499.912 ad aprile;
  • 436.449 a maggio;
  • 532.008 a giugno;
  • 93.137 a luglio;
  • 63.706 ad agosto;
  • 97.071 a settembre.

In questa platea di soggetti una buona parte, ma non la maggioranza, risulta già percettrice di Reddito di Cittadinanza, mentre circa la metà dei nuclei non beneficiari di RDC hanno un ISEE molto bassa, ovvero:

  • per i nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza con almeno una mensilità della prestazione integrata dall’Assegno Unico sono risultati 476.000, con riferimento a circa 804.000 figli a carico. Di questi, poco più di 500.000 appartenenti in via esclusiva a nuclei percettori di RDC;

  • relativamente ai nuclei non percettori di Reddito di Cittadinanza, circa il 46% degli assegni pagati per figlio si riferisce a beneficiari appartenenti a nuclei con ISEE inferiore ai 15.000 euro. Invece, circa il 20% dei figli appartiene a nuclei familiari che non hanno presentato ISEE.

PAGAMENTI ASSEGNO UNICO NEL 2022

Dalla lettura dei dati sull’Assegno Unico di novembre è emerso che da marzo a settembre 2022 l’INPS ha erogato complessivamente 8,9 miliardi di euro alle famiglie italiane con riferimento a 9,3 milioni di figli. Nello specifico:

  • per i nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza, come vi spieghiamo in questa guida, si è proceduto al calcolo dell’integrazione dell’AUU sottraendo, dall’importo teorico dell’assegno spettante, la quota di Reddito di cittadinanza relativa ai figli che fanno parte del nucleo familiare. L’importo medio mensile di tale integrazione è risultato pari a 166 euro per nucleo;

  • relativamente ai nuclei non percettori di Reddito di Cittadinanza, con riferimento al mese di settembre, l’importo medio per figlio, comprensivo delle maggiorazioni applicabili, va da poco meno di 50 euro (per chi non presenta ISEE o supera i 40.000 euro) a 195 euro per le classi di ISEE fino a 15.000 euro.

Si ricorda che l’importo base dell’AUU per ciascun figlio minore, in assenza di maggiorazioni, va da un minimo di 50 euro, in assenza di ISEE o con ISEE pari o superiore a 40.000 euro, ad un massimo di 175 euro per ISEE fino a 15.000 euro. Per maggiori informazioni su come funzionano le maggiorazioni dell’AUU, vi consigliamo di leggere la nostra guida.

DISTRIBUZIONE TERRITORIALE AUU NEL 2022

A proposito del numero di domande di AUU sul territorio italiano nel 2022, a registrare il primato di richieste è stato il Nord Italia con quota 2.640.398 istanze. A seguire vi sono le 2.026.743 istanze del Sud e delle Isole e le 1.144.691 domande nel Centro Italia. Di seguito la distribuzione regionale delle domande di Assegno unico universale figli presentate dal 1° gennaio al 30 settembre 2022:

  • PIEMONTE: 390.446, per un totale di 610.927 figli;
  • VALLE D’AOSTA: 11.547, per un totale di 18.546 figli;
  • LOMBARDIA: 984.319, per un totale di 1.574.138 figli;
  • VENETO: 469.746, per un totale di 749.992 figli;
  • FRIULI VENEZIA GIULIA: 110.107, per un totale di 171.845 figli;
  • LIGURIA: 127.537, per un totale di 192.548 figli;
  • EMILIA ROMAGNA: 437.144, per un totale di 684.826 figli;
  • TOSCANA: 346.127, per un totale di 523.994 figli;
  • UMBRIA: 84.095, per un totale di 128.876 figli;
  • MARCHE:147.085, per un totale di 229.107 figli;
  • LAZIO: 567.384, per un totale di 866.357 figli;
  • ABRUZZO: 123.811, per un totale di 194.418 figli;
  • MOLISE: 26.526, per un totale di 41.694 figli;
  • CAMPANIA: 589.626, per un totale di 945.945 figli;
  • PUGLIA: 406.507, per un totale di 634.794 figli;
  • BASILICATA: 52.594, per un totale di 83.969 figli;
  • CALABRIA: 186.202, per un totale di 301.077 figli;
  • SICILIA: 496.598, per un totale di 788.644 figli;
  • SARDEGNA: 144.879, per un totale di 212.728 figli;
  • Regione non disponibile: 171.060, per un totale di 31.429 figli;
  • Prov.Autonoma TRENTO: 55.180, per un totale di 93.608 figli;
  • Prov.Autonoma BOLZANO: 54.372, per un totale di 96.682 figli.

Per quanto riguarda gli importi, poi, nel mese di settembre, sebbene il 47% dei figli raggiunti dalla misura si concentrano al Nord, gli importi medi dell’AUU risultano più modesti avendo le famiglie ISEE più elevati. Al contempo, al Sud vi è una minore consistenza di beneficiari (34%) e per essi si osservano importi mensili mediamente più alti in relazione a livelli di ISEE mediamente più bassi. Il valore minimo dell’importo AUU in Italia, poi, si registra nella Provincia autonoma di Bolzano, dove per ciascun figlio si ha un importo mensile pari a 133 euro. Invece, il valore massimo AUU che emerge dai dati INPS è pari a 167 euro per ciascun figlio e si registra in Calabria.

REPORT CON I DATI ASSEGNO UNICO FIGLI 2022

Mettiamo a disposizione il report completo (Pdf 652 Kb) con tutti i dati raccolti dall’Osservatorio Statistico sull’Assegno Unico Universale (AUU) e la nota stampa ufficiale (Pdf 123 Kb).

GUIDA ASSEGNO UNICO UNIVERSALE E  APPROFONDIMENTI

Se volete conoscere nel dettaglio come funziona, a chi spetta e a quanto ammonta l’assegno unico universale figli, vi consigliamo di leggere la nostra guida. Vi consigliamo di leggere anche i seguenti articoli:

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo anche il nostro approfondimento sul taglio dell’Assegno Unico per genitori soli. Per conoscere altri aiuti e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti