Decreto Covid Natale: cosa prevede in 14 punti e testo

Cosa prevede il Decreto Covid Natale per il 2021, tra nuovi obblighi e regole fino al 31 gennaio 2022 per contenere il contagio da Covid 19. Ecco anche il testo in pdf da scaricare

Decreto, Mario Draghi
Photo credit: Alessia Pierdomenico / Shutterstock.com

Arriva la stretta per le festività natalizie con il Decreto Covid Natale approvato dal Consiglio dei Ministri per contenere il contagio da Covid 19.

Il Governo, a causa dell’aumento dei contagi dovuto alla variante Omicron, ha deciso di obbligare all’uso della mascherina all’aperto in tutta Italia e ha chiuso sale da ballo e discoteca fino al 31 gennaio 2022. Strette anche su feste e concerti in Piazza, mentre cambia la durata del Green Pass.

Vediamo insieme per punti, quali sono i provvedimenti del Decreto Covid Natale 2021 e rendiamo disponibile da scaricare e consultare il testo del Decreto.

COSA PREVEDE IL DECRETO COVID NATALE

Il Decreto Covid Natale mette una nuova stretta sulle festività di Natale dopo l’aumento dei contagi e le indicazioni della Cabina di Regia sull’andamento dell’infezione da Coronavirus. In particolare, l’Istituto Superiore di Sanità ha stimato che in Italia la variante Omicron del Covid sia responsabile del 28% dei nuovi casi di positività registrati. Dunque, bisogna agire subito. Inizialmente si era pensato anche di rendere obbligatorio il vaccino per tutto il personale delle PA, ma per ora la decisione è slittata. Scopriamo insieme cosa prevede il testo del Decreto Covid Natale approvato in Consiglio dei Ministri il 23 dicembre 2022 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 305 del 24-12-2021.

1) ARRIVA IL MEGA GREEN PASS

Nell’ultimo Decreto Super Green Pass del Governo si era fatta una distinzione tra:

  • Green Pass Base: disponibile per chi si sottopone a tampone molecolare o antigenico, ha validità 72 ore se rilasciato con tampone molecolare negativo e di 48 ore se rilasciato con tampone antigenico negativo.
  • Green Pass Rafforzato (o anche detto Super Green Pass): disponibile per i vaccinati o i guariti da Covid 19 (per cui la validità è di sei mesi).

Ora di fatto viene introdotta una nuova distinzione, che è stata ribattezzata ufficiosamente col nome Mega Green Pass: sarebbe la certificazione da Covid che può ottenere solo chi ha fatto la terza dose. La validità di questo certificato verde è stata fissata a 9 mesi.

Inoltre viene ridotta la validità del green pass per i vaccinati con prima o seconda dose che passa da 9 mesi a 6 mesi. La validità del green pass per i guariti da Covid continua a restare di 6 mesi.

2) OBBLIGO MASCHERINE ALL’APERTO

L’Esecutivo ha fissato l’obbligo d’indossare le mascherine anche all’aperto e anche in zona bianca.

Inoltre, scattano i nuovi casi in cui vi è l’obbligo d’indossare le mascherine di tipo FFP2:

  • in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali d’intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati);
  • per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto. In tutti questi casi è anche vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso;
  • sui tutti i mezzi di trasporto.

3) RIDOTTA LA DURATA DEL GREEN PASS

Dal 1° febbraio 2022 la durata del Super Green Pass (quello disponibile con il vaccino) è ridotta da 9 a 6 mesi. Si tratta di un incentivo per spingere le persone a fare anche il terzo booster e cercare di bloccare l’ondata del virus. Inoltre, con ordinanza del Ministro della Salute, il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario (tre dosi).

4) STRETTA SU RISTORANTI E LOCALI AL CHIUSO

Fino alla cessazione dello stato di emergenza, ovvero il 31 marzo 2022 (secondo le disposizioni dell’ultimo Decreto Covid), si prevede l’estensione dell’obbligo del Super Green Pass alla ristorazione per il consumo anche al banco. Quindi, non solo ai tavoli all’aperto o al chiuso.

5) STOP A EVENTI, FESTE, DISCOTECHE, CONCERTI

Il Governo ha anche stabilito che fino al 31 gennaio 2022 sono vietati gli eventi, le feste e i concerti e affini, che implichino assembramenti in spazi all’aperto. Chiuse anche le sale da ballo, discoteche e locali assimilati. Stop quindi anche ai Veglioni di Capodanno.

6) TAMPONE O TERZA DOSE PER LE RSA

È possibile entrare per far visita alle strutture residenziali, socio assistenziali, socio sanitarie e hospice solo ai soggetti muniti di Super Green Pass e tampone negativo oppure vaccinazione con terza dose. Per chi ha il Mega Green Pass dunque, nessun vi è nessun obbligo tampone.

7) OBBLIGO GREEN PASS PER I CORSI DI FORMAZIONE

Oltre ai luoghi in cui è già obbligatorio, come spiegato in questo articolo, il Decreto Covid Natale ha esteso l’obbligo di Green Pass ai corsi di formazione privati svolti in presenza.

8) DOVE È OBBLIGATORIO IL SUPER GREEN PASS

Il Decreto Covid Natale prevede anche l’estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato (Super Green Pass) dal 30 dicembre 2021:

  • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
  • ai musei e mostre;
  • al chiuso per i centri benessere;
  • ai centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • ai parchi tematici e di divertimento;
  • al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia);
  • nelle sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

9) NORME PER VACCINI IN FARMACIA PROROGATE A TUTTO 2022

Il testo prevede anche che le norme per la somministrazione di vaccini contro il Covid nelle farmacie si applicheranno fino al 31 dicembre 2022. Ovvero, sarà possibile continuare a fare il vaccino anche in farmacia. Il totale di spesa previsto a tal fine dal Governo è di 4.800.000 euro.

10) VIA ALLO SCREENING NELLE SCUOLE

Prevista dall’Esecutivo una spesa di 9 milioni di euro per il 2022 per incrementare le capacità dei laboratori militari della rete diagnostica molecolare, che saranno chiamati a supportare Regioni e Province autonome nella “somministrazione di test per la ricerca di Covid e di quelle correlate di analisi e di refertazione per il tracciamento dei casi positivi nelle scuole di ogni ordine e grado. Nello specifico, si prevede uno stanziamento di 14,5 milioni di euro per il pagamento degli oneri di missione, dei compensi per lavoro straordinario e del compenso forfetario d’impiego al personale militare medico, paramedico e di supporto, compreso quello delle sale operative delle Forze armate, impiegato nelle attività di screening per le scuole. Per lo stesso scopo, il Ministero della Difesa potrà conferire incarichi a tempo determinato (di sei mesi) a dieci unità di personale di livello non dirigenziale (di Area terza, posizione economica F1, profilo professionale di funzionario tecnico per la biologia, la chimica e la fisica). Il Governo ha quindi autorizzato la spesa di 192.484 euro, più 185.111 euro per gli straordinari.

11) PROROGA SMART WORKING LAVORATORI FRAGILI

Il nuovo Decreto Legge prevede la proroga per il lavoro agile al 28 febbraio 2022 per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104. Il DL 24 dicembre 2021, n. 221 stabilisce anche che con decreto del Ministro della salute, di concerto con i Ministri del lavoro e delle politiche sociali e per la pubblica amministrazione, da adottare entro fine gennaio 2022, dovranno essere individuate le patologie croniche “con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali, fino al 28 febbraio 2022, la prestazione lavorativa è normalmente svolta, secondo la disciplina definita nei Contratti collettivi, dove presente, in modalità agile”. Tali lavoratori possono anche essere adibiti a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti vigenti, e specifiche attività di formazione professionale sono svolte da remoto. La possibilità di prevedere per i lavoratori fragili lo smart working alle stesse condizioni era stata già prevista fino al 31 dicembre 2021 come spiegato in questo articolo. Intanto il Governo ha anche prorogato, con specifica Circolare del Ministero della Salute del 23 dicembre 2021, n. 59069, la scadenza del certificato per chi non può vaccinarsi. Il certificato sarà valido dal 31 dicembre 2021 al 31 gennaio 2022.

12) RISORSE PER DOCENTI E PERSONALE ATA “FRAGILI”

Il Decreto Covid Natale prevede anche fondi extra al fine di garantire la sostituzione del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario delle istituzioni scolastiche che usufruisce dei benefici per i lavoratori “fragili”. È stata anche autorizzata la spesa di 39,4 milioni di euro per l’anno 2022.

13) TAMPONI A CAMPIONE PER CHI ARRIVA IN ITALIA

Per contenere il Covid gli uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera effettuano, anche a campione, presso gli scali aeroportuali, marittimi e terrestri, test antigenici o molecolari dei viaggiatori che fanno ingresso in Italia. In caso di esito positivo al viaggiatore “si applica la misura dell’isolamento fiduciario per un periodo di dieci giorni”. Se il tampone è positivo, il viaggiatore è chiamato all’isolamento fiduciario “per un periodo di dieci giorni, ove necessario presso i ‘Covid Hotel’”.

14) TAMPONI A PREZZI CALMIERATI

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è stata sancita anche la proroga dei prezzi calmierati per i test rapidi antigenici e molecolari per gli utenti, fino al 31 marzo 2022. Prorogato e rifinanziato anche il sistema di allerta e il servizio nazionale di risposta telefonica per la sorveglianza sanitaria.

IL TESTO IN PDF DEL DECRETO COVID NATALE

Per completezza informativa mettiamo a disposizione in questa pagina il comunicato stampa del Governo. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale anche il testo ufficiale del Decreto Covid Natale, il Decreto Legge 24 dicembre 2021, n. 221 (Pdf 123 Kb) con tutti i dettagli sul provvedimento.

Vi invitiamo a leggere anche l’approfondimento sul Decreto quarantena varato il 29 dicembre che introduce altre misure e cambiamenti.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per scoprire altre interessanti novità, legislative e non, legate al Covid e al mondo del lavoro vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments