Fondo per assunzioni di giovani e donne: ecco il Decreto

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17 ottobre 2012 il decreto interministeriale relativo al fondo da 234 milioni di euro per incentivi a favorire delle assunzioni di giovani e donne.

Il decreto, già annunciato nei giorni scorsi dal Ministro Elsa Fornero, è stato emanato proprio dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il fondo è finalizzato a promuovere, in via straordinaria, l’occupazione dei giovani e delle donne in questo momento difficile a livello economico, incentivando la creazione di rapporti di lavoro stabili.

In particolare i contributi saranno riconosciuti per contratti di lavoro stipulati con giovani di età fino a 29 anni o con donne indipendentemente dall’età anagrafica.

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO
I datori di lavoro riceveranno un importo di 12mila euro per ogni trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato, oppure per ogni rapporto di lavoro nella forma di collaborazioni coordinate e continuative (anche contratti a progetto) o delle associazioni in partecipazione con apporto di lavoro, che vengano trasformati in assunzioni con contratti di lavoro a tempo indeterminato, anche part time. Le trasformazioni dovranno riferirsi a contratti di lavoro in essere oppure cessati da non più di sei mesi.

ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO
Sono previsti incentivi anche per assunzioni a tempo determinato, relativi sempre a giovani o donne. In questo caso il contributo è pari a 3.000 euro per contratti di lavoro di durata non inferiore a 12 mesi, di 4.000 euro se la durata del contratto supera i 18 mesi e di 6.000 euro per i contratti aventi durata superiore a 24 mesi.

Il fondo sarà gestito dall’Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS) che corrisponderà ai datori di lavoro gli incentivi in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande ed entro il limite delle risorse disponibili, ossia 234 milioni di euro.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a scaricare e leggere il DECRETO (Pdf 34Kb).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments