Fondo IFC Netflix: contributi ai lavoratori settore audiovisivo

riprese video

Aperta la Seconda Call per richiedere i contributi del Fondo IFC Netflix rivolto ai lavoratori del settore audiovisivo.

L’agevolazione prevede un contributo di 800 euro per i componenti di troupe e maestranze di produzioni cinematografiche e audiovisive, danneggiati dall’emergenza Covid19.

La data di chiusura della Call, inizialmente fissata al 16 ottobre 2020, è stata prorogata al 26 ottobre 2020. Ecco in cosa consiste il beneficio e come richiederlo.

IL FONDO IFC NETFLIX

Netflix e Italian Film Commissions (IFC) hanno istituito un Fondo per sostenere troupe e maestranze dell’audiovisivo che tra il 24 febbraio e il 31 marzo 2020 hanno dovuto interrompere il proprio lavoro a causa della pandemia da Covid19 .

Il Fondo, creato nel Maggio 2020, ha un valore complessivo di un milione di euro e prevede l’erogazione dei benefici economici attraverso 2 Call. Nel corso della Prima Call, chiusa a giugno 2020, sono pervenute più di 1600 domande. La Seconda Call, attiva in questo momento, mira a raggiungere ulteriori lavoratori, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, estendendo anche la platea degli aventi diritto al beneficio.

Nello specifico, l’iniziativa rende disponibile un contributo di 800 euro per ogni lavoratore che presenterà apposita domanda e risulterà in possesso dei requisiti stabiliti dal Regolamento del Fondo.  

DESTINATARI E REQUISITI

Il Fondo Netflix Italian Film Commission rappresenta un’opportunità rivolta a tutti i lavoratori assunti in troupe di produzioni audiovisive che hanno subito interruzioni a causa dell’emergenza Coronavirus.

I requisiti richiesti per beneficiare del contributo sono:

  • essere lavoratori che, pur avendo fatto domanda nella Prima Call, non hanno ricevuto il contributo;
  • non aver completato tutti i giorno previsti dalla collaborazione lavorativa prima della prima dell’interruzione delle riprese;
  • risultare regolarmente collocati, nel periodo compreso tra il 24 febbraio ed il 31 marzo 2020, in troupe di produzioni audiovisive di riconosciuta “rilevanza regionale” che, nello stesso periodo, abbiano dovuto sospendere le riprese o rinviarne l’inizio. I motivi della sospensione o del rinvio devono necessariamente essere attribuibili al lockdown stabilito dal Governo o ai possibili rischi legati alla pandemia.

Nel Regolamento, che rendiamo disponibile a fondo articolo, sono indicate le caratteristiche specifiche che consentono di riconoscere una produzione di “rilevanza regionale”. 

CARATTERISTICHE ED IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Il contributo IFC Netflix ha un valore di 800 euro per ogni lavoratore del settore audiovisivo che sarà ammesso a riceverlo. Inoltre, l’agevolazione presenta le seguenti caratteristiche:

  • può essere percepita da ciascun lavoratore una volta soltanto;
  • ha natura eccezionale e costituisce un contributo una tantum con carattere di liberalità;
  • non è rinnovabile;
  • è non tassabile;
  • non è restituibile, salvo il caso in cui i dati forniti dal lavoratore risultino inesatti o non veritieri.

ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI FONDO NETFLIX IFC

L’assegnazione dei contributi economici ai richiedenti in possesso dei requisiti avverrà secondo ordine cronologico di presentazione delle domande. I contributi saranno assegnati fino ad esaurimento delle risorse disponibili ed esclusivamente tramite bonifico bancario.

ENTI PROMOTORI

Il Fondo rientra in un’azione globale volta a sostenere il settore del cinema e dell’audiovisivo messi a dura prova dalla pandemia. Nasce dalla collaborazione tra Netflix, nota azienda californiana attiva nella distribuzione online di film e serie TV, ed Italian Film Commission, punto di riferimento per le produzioni nazionali ed internazionali, impegnata nell’erogazione di servizi per il segmento del cinema e dell’audio-video delle regioni italiane. 

COME FARE DOMANDA

Per richiedere i contributi di 800 euro del Fondo IFC Netflix è necessario registrarsi sulla piattaforma web disponibile sul sito dell’iniziativa. Dopo aver compilato il Modulo di Registrazione online con i propri dati, i richiedenti dovranno caricare sulla piattaforma i seguenti documenti

  • Domanda di Contributo (Pdf 118 Kb) e Autorizzazione al Trattamento Dati Personali (Pdf 206 Kb) compilate e sottoscritte mediante firma leggibile;
  • copia digitale fronte/retro del proprio documento di identità e del codice fiscale (o tessera sanitaria) in corso di validità;
  • copia di una Busta Paga o del Modello UNILAV o del Certificato storico (C2) rilasciato dal CPI di appartenenza, da cui risulti l’assunzione/collaborazione in atto presso la produzione tra il 24 febbraio e il 31 marzo 2020;
  • una copia digitale del Contratto di lavoro con la società di produzione. In alternativa, si può fornire della documentazione sostitutiva, consistente in scambi email con la società o in un’Attestazione rilasciata dalla stessa e conforme a questo Modello (Pdf 165 Kb).

La scadenza della Seconda Call, fissata inizialmente al 16 ottobre 2020, è stata prorogata al 26 ottobre 2020. Qualora, in fase di presentazione della domanda il richiedente non disponga dei documenti relativi a contratto di lavoro e/o busta paga, potrà caricarli successivamente, entro comunque il termine di chiusura della Call.

DOCUMENTI E INFORMAZIONI UTILI

Coloro che intendono fare domanda per i contributi del Fondo Netflix IFC sono invitati a leggere attentamente il REGOLAMENTO (Pdf 220 Kb) completo dell’iniziativa. Mettiamo, inoltre, a disposizione l’ELENCO (Pdf 626 Kb) delle produzioni ritenute di rilevanza regionale, specificando che si tratta di una lista non esaustiva di quelle ammissibili alla concessione del beneficio.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altre agevolazioni e bonus per lavoratori potete visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone. Continuate a seguirci per restare aggiornati, iscrivendovi gratis alla nostra newsletter.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments