Giuristi Linguisti: lavoro al Parlamento Europeo, Consiglio UE

bandiere europa

** Questo articolo fa parte del nostro archivio, i contenuti potrebbero non essere aggiornati. **

Vi piacerebbe lavorare nel Parlamento Europeo e al Consiglio UE? L’Unione Europea seleziona Giuristi Linguisti per eventuali assunzioni.

La sede di lavoro è Bruxelles e per partecipare ai concorsi c’è tempo fino al 12 gennaio 2017.

OPPORTUNITA’ DI LAVORO PER GIURISTI LINGUISTI

L’EPSO – Ufficio europeo di selezione del personale ha aperto, infatti, nuovi concorsi per laureati finalizzati alla costituzione di elenchi di riserva per la copertura di eventuali posti di lavoro per Giuristi Linguisti presso il Parlamento Europeo e il Consiglio UE a Bruxelles.

Gli avvisi di selezione, pubblicati in un bando unico, mirano al reclutamento di funzionari con ottima padronanza della lingua francese, tedesca, italiana, polacca o spagnola, che si occuperanno della revisione di testi giuridici / legislativi e di fornire consulenze in materia di redazione legislativi.

POSTI A CONCORSO

Il concorso EPSO intende selezionare candidati idonei da inserire in graduatoria per la copertura di posti di lavoro nelle istituzioni dell’Unione Europea:
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Spagnola (ES);
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Greca (EL);
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Italiana (IT);
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Lituana (LT);
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Maltese (MT);
– Giuristi Linguisti (AD7) Lingua Svedese (SV).

REQUISITI

Possono partecipare ai bandi per Giuristi Linguisti i candidati in possesso dei seguenti requisiti generali:
– godimento dei diritti civili;
– essere in regola con le norme nazionali vigenti in materia di servizio militare;
– garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

Sono poi richieste le seguenti condizioni specifiche a livello linguistico:
– Lingua 1: almeno livello C2 nella lingua della posizione a concorso;
– Lingua 2: almeno livello C1 in inglese;
– Lingua 3: almeno il livello C1 in francese, tedesco, italiano, polacco o spagnolo.

Si precisa che la lingua 3 è obbligatoriamente diversa dalla lingua 1. Maggiori dettagli sui requisiti necessari per accedere al concorso sono specificati nel bando.

PROVE D’ESAME

Le procedure concorsuali prevedono l’espletamento degli esami indicati di seguito:
test di comprensione linguistica, con domande a risposta multipla, e prova di traduzione di un testo giuridico, su computer;
– convocazione presso il centro di valutazione EPSO a Bruxelles per la selezione, che avrà una durata di un giorno e mezzo e sarà articolata nelle seguenti prove:
a. test di ragionamento verbale;
b. test di ragionamento numerico;
c. test di ragionamento astratto;
d. test situazionali: per valutare il comportamento del candidato in un contesto lavorativo;
e. test di competenza linguistica;
f. test relativi a competenze professionali specifiche.

DOMANDE

Gli interessati alle future assunzioni al Parlamento Europeo e al Consiglio UE devono presentare domanda di partecipazione alle selezioni attraverso l’apposita procedura online disponibile in questa pagina, entro le ore 12.00 del 12 gennaio 2017, seguendo le indicazioni riportate nel bando. E’ possibile concorrere per una sola delle figure in concorso, ovvero per una sola lingua.

BANDO

Per maggiori informazioni vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 1 Mb) relativo all’offerta di lavoro per Giuristi Linguisti, e a visitare il portale EPSO dedicato alle posizioni aperte per lavorare all’Unione Europea.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments