Imprenditoria femminile e giovanile: 50Milioni dal Governo

finanziamenti denaro soldi

Il MISE mette a disposizione nuovi finanziamenti per l’imprenditoria femminile e giovanile. Il Governo ha stanziato ben 50 Milioni di Euro a favore dell’autoimprenditorialità di donne e giovani, per incentivare le imprese di micro e piccola dimensione.

Le domande per usufruire delle agevolazioni per le imprese femminili e giovanili possono essere inoltrate a partire dal 13 gennaio 2016. Eco cosa sapere.

FINANZIAMENTI PER DONNE E GIOVANI

Con il Decreto 8 luglio 2015, n. 140 del Ministero dello Sviluppo Economico è stato adottato il nuovo regolamento che fissa i criteri e le modalità di concessione degli incentivi a tasso zero per l’imprenditoria femminile e giovanile. Sono state introdotte, infatti, delle modifiche nell’applicazione delle misure per l’autoimprenditorialità previste dal decreto legislativo n. 185 / 2000, con l’introduzione di nuove agevolazioni rivolte a donne e a giovani fino a 35 anni, a sostegno della nascita e dello sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

Le risorse per i finanziamenti per nuove imprese femminili e giovanili disponibili ammontano a 50Milioni di Euro e serviranno a finanziare la produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli o servizi in vari settori, dal commercio al turismo. In particolare, le agevolazioni intendono sostenere idee imprenditoriali relative ai settori dell’innovazione sociale, del turismo, della cultura e del patrimonio culturale e ambientale. Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, è il soggetto incaricato della gestione delle agevolazioni per l’autoimprenditorialità di giovani e donne.

DESTINATARI

Chi può richiedere le agevolazioni? I finanziamenti MISE sono rivolti alle imprese di micro e piccola dimensione, a prevalente partecipazione di giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, o di donne, senza limiti di età. Le attività imprenditoriali devono essere costituite in forma societaria da non oltre un anno, e la partecipazione è aperta anche a persone fisiche non ancora costituite in società, purchè provvedano alla costituzione della stessa entro 45 giorni dall’eventuale e sito positivo della valutazione della richiesta di agevolazione.

AGEVOLAZIONI PREVISTE

Quali sono le sovvenzioni disponibili? Il nuovo regolamento per le agevolazioni per le imprese femminili e giovanili non prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto ma la possibilità di usufruire di mutui agevolati a tasso zero, per investimenti fino a 1,5 milioni di Euro. In pratica ciascuna impresa potrà beneficiare di un finanziamento agevolato a tasso zero, della durata massima di 8 anni, a copertura di non più del 75% delle spese per un programma di investimenti che non superi, appunto, il milione e mezzo di Euro.

SETTORI AMMISSIBILI

Quali sono le iniziative d’impresa ammissibili? Possono richiedere le agevolazioni le nuove imprese su tutto il territorio nazionale, attive nella produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, nella fornitura di servizi alle imprese e alle persone, nel commercio di beni e servizi, e nel turismo. Sono stati individuati, inoltre, come settori particolarmente rilevanti, attività per la valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, e per migliorare i servizi turistico culturali, e la produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali o soddisfano nuovi bisogni sociali, anche in modo innovativo.

COME RICHIEDERE LE AGEVOLAZIONI

I finanziamenti saranno concessi sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. A partire dal 13 gennaio 2016, sarà possibile presentare richiesta di agevolazione, esclusivamente per via telematica, inviando apposita domanda, corredata dei piani di impresa e della documentazione, tramite la piattaforma web che sarà resa disponibile sul portale di Invitalia.

APPROFONDIMENTI

Per maggiori informazioni, mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del DECRETO 8 luglio 2015 n. 140 (Pdf 1,80 Mb), relativo al nuovo regolamento per l’accesso alle misure per l’autoimprenditorialità, e la CIRCOLARE MISE n. 75445 del 9 ottobre 2015 (Pdf 183Kb), recante termini e modalità per la presentazione delle domande di agevolazione.

Vi terremo aggiornati sull’attivazione della procedura online per richiedere i finanziamenti per l’imprenditoria femminile e giovanile previsti dal Governo. Continuate a seguirci per restare informati sulle agevolazioni per l’autoimprenditorialità.





© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *