Inps: banca dati per l’occupazione dei giovani genitori

E’ stata istituita presso l’Inps la “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”, cui possono iscriversi i genitori di figli minori che hanno un età massima di 35 anni e sono in cerca di un’occupazione stabile.

Questa banca dati è stata creata per incentivare le aziende ad assumere i genitori senza lavoro iscritti in questo elenco, attraverso l’erogazione di un contributo economico. In altre parole, le imprese private e le società cooperative che assumeranno a tempo indeterminato, anche parziale, persone iscritte in questa banca dati, otterranno un incentivo di 5.000 Euro, finanziato dal Fondo di sostegno per l’occupazione e l’imprenditoria giovanile.

Possono iscriversi alla banca dati aperta presso l’ Inps persone di età non superiore a 35 anni, con figli minori, che siano disoccupati o precari. In particolare devono avere in essere uno dei seguenti rapporti di lavoro: lavoro subordinato a tempo determinato; lavoro in somministrazione; lavoro intermittente; lavoro ripartito; contratto di inserimento; collaborazione a progetto o occasionale; lavoro accessorio; co.co.co. oppure devono aver cessato uno dei rapporti di lavoro indicati ed essere registrati come disoccupati presso un centro per l’impiego.

L’Inps ha pubblicato la circolare n.115 del 5 settembre 2011 che illustra le modalità d’iscrizione alla banca dati, i soggetti destinatari, le condizioni per l’ammissione all’incentivo e ogni altra informazione utile. Mettiamo a vostra disposizione la CIRCOLARE (Pdf 1,5Mb) relativa alla banca dati per l’occupazione dei giovani genitori che è visibile anche in questa pagina del sito web dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *