Lotus: previste 1200 assunzioni

La casa automobilistica Lotus Cars non risente del periodo di crisi economica, anzi ha programmato un piano di sviluppo e di assunzioni per lo stabilimento di Norfolk, in Inghilterra. Entro 5 anni saranno creati numerosi posti di lavoro, si parla di numeri che potranno variare dalle 600 alle 1200 assunzioni, come ha dichiarato Dany Bahar, CEO del Gruppo Lotus.

L’annuncio, riporta il sito della BBC, è stato dato dallo stesso Bahar in occasione di una visita allo stabilimento Lotus di Hethel del Ministro britannico per l’economia Vince Cable. La casa automobilistica britannica ha ottenuto finanziamenti per 10,4 milioni di sterline (11,85 milioni di euro) destinati dal Fondo per la Crescita Regionale alla ricerca ed allo sviluppo ed è in attesa di ricevere un ulteriore consistente sostegno (27,5 milioni di sterline, pari a 31,34 milioni di euro) richiesto al Governo britannico.

Sul sito web di Lotus Cars è possibile consultare le offerte di lavoro attualmente disponibili. Le ricerche di personale interessano diverse figure professionali tra cui ingegneri, tecnici, venditori, project manager ecc. Lotus è nota come azienda di ingegneria e produzione di auto sportive di classe in tutto il mondo. Proprio per il particolare posizionamento sul mercato dei suoi veicoli e per l’offerta di servizi di consulenza ingegneristica ad altre case automobilistiche, ha saputo affrontare questi ultimi anni di difficoltà economica per il settore puntando costantemente sugli investimenti e sulla crescita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments