MIBAC: 3600 posti di lavoro, assunzioni 2019 2021

Mibac

In arrivo numerose opportunità di lavoro presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali con il nuovo piano di assunzioni MIBAC.

Il Ministro Alberto Bonisoli prevede l’inserimento di ben 3600 nuove unità di personale nel triennio 2019 – 2021. Questa immissione di nuove risorse servirà a far fronte all’insufficienza attuale dell’organico ministeriale e a sostituire i dipendenti che andranno in pensione.

I posti di lavoro MIBAC  saranno coperti mediante lo scorrimento di graduatorie, bandi di mobilità e nuovi concorsi. Il primo concorso sarà bandito a breve, probabilmente entro fine aprile. Ecco tutte le informazioni e cosa sapere.

MIBAC LAVORO NEI BENI CULTURALI

A dare la notizia sono stati diversi organi di informazione, attraverso recenti articoli che riportano quanto dichiarato dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli, nel corso di un intervento in qualità di ospite della trasmissione televisiva ‘Porta a Porta’. Stando a quest’ultimo, infatti, sono ben 3600 le assunzioni MIBAC che saranno effettuate nei prossimi 3 anni. 

La dotazione organica del Ministero è carente di circa 3Mila unità e si prevede che saranno numerosi i lavoratori che cesseranno dal servizio nei prossimi anni. Tenendo conto di ciò, è necessario reclutare nuove risorse, utilizzando le graduatorie già esistenti di precedenti selezioni pubbliche e mediante nuovi bandi di concorso. Un primo bando per nuovi inserimenti di personale, stando alle dichiarazioni del Ministro riportate dai citati articoli, sarà pubblicato in breve tempo, forse già entro la fine del mese di aprile.

Già lo scorso anno si era prospettato un programma straordinario di assunzioni presso il  Ministro dei Beni e delle Attività Culturali. Come riportato in un comunicato pubblicato, sul portale web ministeriale, nel corso di un question time tenutosi alla Camera dei Deputati lo scorso 11 luglio, rispondendo ad una interrogazione a risposta immediata, il Ministro aveva sottolineato la necessità di assumere nuovo personale e aveva stimato sarebbero stati migliaia i posti di lavoro MIBAC da coprire.

Del resto la Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge Bilancio 2019) autorizza il MIBAC ad assumere numerose nuove risorse, da reclutare tramite concorsi pubblici. Il comma 338 dell’Art. 1 del provvedimento prevede, nello specifico, che il Ministero attivi procedure concorsuali per l’assunzione, tra il 2020 e il 2021, di 1000 unità di personale di qualifica non dirigenziale, 500 per ciascun anno, di cui, annualmente, 250 unità di area III, posizione economica F1, e 250 unità di area II, posizione economica F1. I commi 339 e 342 autorizzano, inoltre, il MIBAC ad assumere altre risorse mediante lo scorrimento delle graduatorie di bandi già espletati.

PROFILI RICHIESTI E MODALITA’ DI RECRUITING

Le nuove assunzioni Ministero Beni Culturali saranno rivolte, in buona parte, ai profili amministrativi. Una parte degli inserimenti riguarderà Funzionari e Dirigenti, ma non mancheranno le opportunità di lavoro anche per altre figure.

BANDI E DOMANDE

Gli interessati alle future assunzioni MIBAC e alle opportunità di lavoro nei Beni Culturali dovranno attendere la pubblicazione dei bandi ufficiali di concorso. Negli avvisi pubblici saranno indicati i profili ricercati, i requisiti richiesti, le modalità di selezione e i tempi e i modi per inviare le domande.

I bandi per i posti di lavoro MIBAC vengono pubblicati anche nella pagina dedicata ai concorsi Beni Culturali del portale web del Ministero. Vi consigliamo di monitorarla per restare aggiornati su tutte le posizioni aperte.


Continuate a seguirci per restare informati sulle prossime assunzioni nei Beni Culturali. Vi ricordiamo che da questa sezione del nostro sito web potete trovare tante informazioni utili sui concorsi pubblici 2019.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *