Ministero della Salute: concorsi per 91 assunzioni

medico

Nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione.

Il Ministero della Salute ha indetto un concorso per l’assunzione di 91 Tecnici per la Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro – Area III, fascia economica F1.

Le selezioni avverranno per le seguenti regioni: Liguria, Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, e Sardegna.

Sarà possibile candidarsi al concorso entro il 5 Marzo 2020.

CONCORSI MINISTERO DELLA SALUTE: POSTI DISPONIBILI

Si segnala che le risorse saranno collocate come di seguito indicato:
– n.15 posti presso la Regione Liguria;
– n.8 posti presso la Regione Lombardia;
– n.2 posti presso la Regione Piemonte;
– n.8 posti presso la Regione Veneto;
– n.6 posti presso la Regione Friuli Venezia Giulia;
– n.8 posti presso la Regione Emilia Romagna;
– n.7 posti presso la Regione Toscana;
– n.4 posti presso la Regione Marche;
– n.8 posti presso la Regione Lazio;
– n.10 posti presso la Regione Campania;
– n.5 posti presso la Regione Puglia;
– n.5 posti presso la Regione Calabria;
– n.3 posti presso la Regione Sicilia;
– n.2 posti presso la Regione Sardegna.

Si segnala che il 30% dei posti di lavoro è riservato prioritariamente ai volontari delle FF.AA.

REQUISITI

Ai candidati al concorso del Ministero della Salute si richiedono i requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato membro dell’UE o di altre categorie previste dal bando;
– godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;
– idoneità fisica all’impiego;
– posizione regolare nei confronti degli obblighi militari limitatamente ai candidati per i quali sia previsto tale obbligo;
– iscrizione in Italia all’albo della professione sanitaria di tecnico della prevenzione dell’ambiente e dei luoghi di lavoro;
– conoscenza della lingua inglese;
– conoscenza delle apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse;
– conoscenza della lingua italiana (per i candidati stranieri).

E’ richiesto, inoltre, il possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:
– laurea specialistica o laurea magistrale appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e LM/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04);
– laurea appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e L/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04);
– diploma universitario in Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

MINISTERO DELLA SALUTE

Il Ministero della salute è un dicastero con portafoglio del Governo italiano, con compiti in materia sanitaria, di profilassi e raccordo con le istituzioni internazionali ed europee nel campo della salute. Istituito con il regio decreto n. 255 del 9 ottobre 1861 che, abolendo il Segretariato generale del Ministero dell’interno, istituiva quattro direzioni generali, tra cui la Direzione generale per le opere pie e carità. La sede centrale del Ministero della Salute è situata in Viale Giorgio Ribotta, 5 a Roma.

SELEZIONE

Nel caso in cui il numero dei candidati sia pari o superiore a 10 volte il numero dei posti messi a concorso, l’Amministrazione potrà procedere all’espletamento di una prova preselettiva.

Le procedure selettive si espleteranno attraverso la valutazione dei titoli ed il superamento di tre prove d’esamedue scritte ed una orale – vertenti sui seguenti argomenti:
– igiene dei trasporti e dell’ambiente (inclusi rifiuti e acque non per uso alimentare);
– igiene e sicurezza degli alimenti e delle bevande;
– sanità pubblica veterinaria;
– sanità pubblica con particolare riferimento agli aspetti che riguardano le sostanze e i prodotti chimici, i prodotti medicinali, i dispositivi medici, i cosmetici, i biocidi, i fitosanitari;
– patologie infettive umane e animali e loro prevenzione e gestione; profilassi internazionale;
– elementi di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro l’ambiente (Libro II , Titolo VI bis) e ai delitti dei pubblici ufficiali contro la P.A.;
– organizzazione e funzionamento del Ministero della salute, nonché degli enti, istituti ed agenzie facenti parte del Servizio sanitario nazionale;
– normativa sanitaria nazionale, comunitaria e internazionale;
– elementi di procedura penale limitatamente alle funzioni e ai doveri degli ufficiali di polizia giudiziaria;
– elementi di diritto amministrativo con particolare riferimento ai diritti e ai doveri dei pubblici dipendenti e alla normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
– informatica, con particolare riferimento all’utilizzo del personal computer e dei software più diffusi, anche mediante una verifica pratica;
– lingua inglese.

DOMANDA

Per candidarsi al concorso Ministero della Salute gli interessati dovranno presentare la domanda esclusivamente online alla seguente pagina, cliccando sul link relativo al bando al quale si è interessati, entro le ore 12,00 del 5 Marzo 2020.

Alla domanda online i candidati dovranno allegare la seguente documentazione:
– curriculum formativo e professionale, redatto in formato europeo, datato e sottoscritto e contenente, a pena di esclusione, la dichiarazione di veridicità delle informazioni contenute;
– copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
– ricevuta attestante il pagamento del diritto di segreteria pari a Euro 10,00.

BANDO

Per conoscere tutte le informazioni in merito al concorso indetto dal Ministero della Salute per 91 assunzioni è possibile leggere il BANDO (Pdf 347 Kb) pubblicato per estratto sulla GU n.10 del 4-02-2020.

Eventuali successive comunicazioni sul concorso pubblico saranno pubblicate sul sito ufficiale del Ministero www.salute.gov.it seguendo il percorso “CONCORSI Ministero della Salute”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments