Ministero Trasporti: 1500 assunzioni per sicurezza stazioni e treni

ferrovie dello stato

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti programma nuove assunzioni per garantire la sicurezza delle stazioni e dei treni.

Sono ben 1500 gli addetti alla sicurezza che potranno essere assunti nel triennio 2023-2025 per tutelare chi viaggia e lavora. Il reclutamento potrà avvenire anche tramite nuovi bandi di concorso pubblici.

Ecco tutte le informazioni sui posti di lavoro che il Ministero dei Trasporti intende coprire e sui prossimi concorsi in arrivo.

MINISTERO TRASPORTI ASSUNZIONI PER ADDETTI SICUREZZA

A dare notizia del nuovo importante piano di assunzioni del Ministero dei trasporti per la sicurezza ferroviaria è un recente comunicato pubblicato sul portale web dell’ente. La nota annuncia il nuovo maxi reclutamento di addetti alla sicurezza a cui sta lavorando il Vicepresidente del Consiglio e Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini. Quest’ultimo, infatti, che è in costante contatto con il Gruppo FS e con il Viminale, sta approntando un nuovo piano assunzionale che servirà a supportare le Forze dell’Ordine per le attività di presidio e controllo ferroviario.

L’iniziativa ha lo scopo di tutelare i cittadini che lavorano e viaggiano. Si tratta, a detta del Ministro, di una priorità del Governo, che richiede un incremento notevole del personale impiegato nella Polizia Ferroviaria. Per questo, il nuovo progamma assunzionale punta a garantire oltre 300 inserimenti l’anno per il prossimo triennio. In sostanza, il Ministero dei trasporti punta a coprire 1500 posti di lavoro la sicurezza delle stazioni e dei tre tra il 2023 e il 2025.

I PROBLEMI DI SICUREZZA NELLE STAZIONI E SUI TRENI

In base alle statistiche raccolte dal Gruppo FS, negli ultimi 5 anni sono aumentati i furti a danno dei viaggiatori. Le aree maggiormente colpite sono le stazioni di Milano Centrale (2.000 furti, 256 negli ultimi due anni), Roma Termini (più di 1.000, 88 negli ultimi due anni), Bologna Centrale (più di 500), Pisa (più di 500), Roma Tiburtina (più di 300), Napoli Centrale (più di 250, 62 negli ultimi due anni), La Spezia Centrale (più di 200), Torino Porta Nuova (più di 200).

Tuttavia i problemi di sicurezza legati alle aree ferroviarie non si limitano ai furti. Comprendono anche le aggressioni ai lavoratori. Nel 2022 se ne sono registrate ben 32, di cui 4 a Milano Centrale, 13 a Firenze Santa Maria Novella, 5 a Roma Termini, 10 a Napoli Centrale. Senza contare altre azioni illegali, quali furti di rame, atti vandalici come graffiti e danneggiamenti a danno degli asset ferroviari (stazioni e treni), sabotaggi per bloccare le attività ferroviarie, viaggiatori senza biglietto e attività abusive di vario tipo come occupazioni, vendita illecita, presenze moleste.

IL PIANO DI ASSUNZIONI DEL MINISTERO DEI TRASPORTI

La graduale introduzione dei gate da parte di Ferrovie dello Stato, a partire dal 2015, ha portato una riduzione del numero dei furti dell’80,4%. Dunque le nuove assunzioni di addetti alla sicurezza che il Ministro dei trasporti sta programmando potranno dare una ulteriore spinta per garantirne il funzionamento e, in generale, per garantire la sicurezza di chi viaggia e lavora nelle stazioni, sui treni e nelle aree ferroviarie. Una direzione già intrapresa, qualche anno fa, dal Ministro Salvini che, nell’agosto 2019, in qualità di Ministro dell’interno, ha inaugurato un nuovo posto di Polizia Ferroviaria a Milano Rogoredo, grazie ad un significativo reclutamento di donne e uomini da impiegare nelle attività di vigilanza e controllo.

LE AREE INTERESSATE

Per quanto riguarda i 1500 posti di lavoro che il Ministero dei trasporti prevede di coprire nel prossimo triennio, in parte riguarderanno gli hub di Milano, Firenze, Roma e Napoli. Il piano assunzionale ha l’obiettivo, inoltre, di rafforzare i controlli anche nei centri che saranno attivati entro il 2026 a Venezia, Torino e Bari. Le assunzioni di nuovi addetti alla sicurezza di stazioni e treni riguarderanno, inoltre, vari presidi territoriali esistenti o che saranno inaugurati a breve, quali gli uffici di servizi al pubblico situati a Torino, Milano, Genova, Verona, Venezia, Bologna, Firenze, Ancona, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Palermo. In un orizzonte più a lungo termine ci sarà il taglio del nastro anche a Trento, Trieste, Perugia, Pescara, Cagliari.

MODALITÀ DI RECLUTAMENTO

Con ogni probabilità, per reclutare il personale per le nuove assunzioni annunciate dal Ministero dei trasporti per addetti alla sicurezza di treni e stazioni saranno banditi anche nuovi concorsi pubblici. Non è da escludere, inoltre, che parte del reclutamento possa essere effettuato mediante scorrimento di graduatorie in essere, derivate da procedure concorsuali già espletate negli scorsi anni.

Metteremo a vostra disposizione i bandi non appena saranno pubblicati. Continuate a seguirci e iscrivetevi gratuitamente alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram, per essere avvisati appena usciranno i concorsi.

ALTRI CONCORSI PUBBLICI

Visitate la nostra pagina riservata ai concorsi pubblici, per scoprire tutte le selezioni pubbliche attive, e la sezione dedicata ai prossimi concorsi in uscita, per essere informati su tutti i nuovi bandi in arrivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti