Monza: concorso per Educatori / Educatrici

infanzia

Nuove opportunità di lavoro in Lombardia nel settore scolastico per educatori, prima infanzia.

Il Comune di Monza ha indetto un concorso pubblico per titoli ed esami per la formazione di due graduatorie da cui attingere per l’affidamento di incarichi di Educatore / Educatrice di Prima Infanzia Cat. C. Gli  incarichi saranno a termine oppure di breve durata, sino a 10 giorni continuativi. Per candidarsi al bando c’è tempo fino al 18 Maggio 2015.

REQUISITI

Per essere ammessi al concorso per educatori ed educatrici i candidati devono essere in possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:
– diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio / diploma di scuola magistrale (3 anni);
– operatore dei servizi sociali (3 anni);
– diploma di assistente per infanzia (3 anni);
– vigilatrice d’infanzia (3 anni);
– puericultrice (3 anni);
– diploma di maturità magistrale, rilasciato dall’Istituto magistrale (5 anni);
– diploma di maturità rilasciato dal Liceo socio-psicopedagogico (5 anni);
– diploma liceo delle scienze umane (5 anni);
– diploma liceo delle scienze umane, opzione economico-sociale (5 anni);
– diploma di dirigente di comunità (5 anni);
– diploma liceo delle scienze sociali (5 anni);
– diploma di tecnico dei servizi sociali (5 anni);
– diploma tecnico sanitario dei servizi sociali (5 anni);
– diploma di scienze della formazione (5 anni),
– laurea triennale classe L19: lauree in scienze dell’educazione e della formazione;
– laurea triennale: laurea in educazione professionale (classe L/SNT02);
– diploma universitario di Educatore professionale;
– laurea classe LM85: classe delle lauree magistrali in Scienze Pedagogiche;
– laurea, laurea specialistica, laurea magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento in Scienze dell’educazione / formazione.

Inoltre, i partecipanti al concorso devono possedere i seguenti requisiti:
– aver compiuto il diciottesimo anno di età;
– essere cittadini italiani oppure di Stati membri dell’Unione Europea;
– essere in condizioni d’idoneità fisica alle mansioni relative al posto messo a selezione;
– non aver riportato condanne penali definitive o provvedimenti definitivi del Tribunale oppure condanne o provvedimenti che impediscano la costituzione del rapporto di impiego presso la Pubblica Amministrazione;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
– se cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva, essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo.

SELEZIONE

La procedura di selezione prevede la valutazione dei titoli di servizio dei candidati ed il superamento di due prove d’esame, un test scritto ed un colloquio orale. La prova scritta consisterà in un test a risposta multipla chiusa di quesiti di carattere teorico-pratico inerenti le seguenti materie:
– normativa nazionale e regionale in materia di servizi per la prima infanzia;
– nozioni di psicologia, pedagogia e sociologia con particolare riferimento allo sviluppo psicofisico dei bambini da 0 a 3 anni, alla realtà della famiglia nell’attuale contesto socio culturale, al ruolo dell’educatore nell’ambito dei servizi per la prima infanzia;
– igiene generale e alimentazione nei primi anni di vita;
– quotidianità al nido e intenzionalità educativa: la progettazione e la gestione degli interventi educativi, il rapporto con le famiglie e il territorio.

Successivamente, sarà necessario sostenere una prova orale che verterà sui medesimi argomenti del test scritto ed accerterà le competenze del candidato e la capacità di elaborare soluzioni in contesti di relazioni dinamiche. Durante il colloquio, sarà effettuato l’accertamento della capacità di utilizzo dei software informatici Word e / o Excel e verificata la conoscenza di una lingua straniera a scelta del concorrente tra inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Terminate le prove d’esame saranno redatte due graduatorie, una per gli incarichi a termine l’altra per gli incarichi a breve durata, entrambe pubblicate all’Albo Pretorio del Comune di Monza.

DOMANDA

La domanda di ammissione al concorso deve avvenire esclusivamente online tramite la procedura presente sul portale del Comune di Monza entro il 18 Maggio 2015. Il sistema, acquisita la domanda di concorso, procederà ad inviare in automatico all’indirizzo e-mail segnalato dal candidato un messaggio di conferma della ricezione della pratica da parte del Comune. Al fine di evitare possibili disguidi si consiglia di stampare e salvare la ricevuta dell’avvenuta pratica.

Inoltre, alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:
– ricevuta del versamento della tassa di ammissione al concorso, pari a 10.00 Euro;
– fotocopia non autenticata di un documento di identità personale in corso di validità, in formato .pdf;
– dichiarazione di voler partecipare al concorso, in formato .pdf;
– file con i titoli di servizio (se posseduti) in formato .xls.

I documenti citati sono presenti in versione facsimile nella pagina web sopra citata. Ogni altro dettaglio è specificato nel bando.

BANDO

Per maggiori informazioni sul concorso per educatore del Comune di Monza vi invitiamo a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 145 Kb), che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 30 del 17-4-2015.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments