Obbligo Green pass scuola, università, RSA: nuove regole, Decreto

Arriva l’obbligo green pass e nuove regole per chi entra nelle scuole, nelle università e nelle RSA. Ecco a chi si applica e gli esenti

scuola, docenti, insegnanti

Il Decreto Legge 122 del 10 settembre 2021 ha sancito l’obbligo Green Pass a scuola, nelle università e nelle RSA, ovvero le strutture sociosanitarie assistenziali per anziani e disabili. Previste una serie di nuove regole che disciplinano usi, controlli e sanzioni in queste strutture pubbliche.

A pochi giorni dall’approvazione alla Camera dei Deputati del testo sul primo Decreto Legge Green Pass, con una serie di novità emendative, l’esecutivo, ha licenziato il provvedimento che obbliga chiunque entri negli istituti di formazione o sanitario assistenziali, a esibire certificato verde.

L’obbligo vale anche per i genitori degli alunni o i familiari dei pazienti, nonché per i lavoratori di ogni grado. Vediamo nel dettaglio quali sono le novità previste nel nuovo decreto firmato dal Governo, a chi si applicano e a chi no.

OBBLIGO DI GREEN PASS NELLE SCUOLE

Il testo del nuovo Decreto del Governo – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.217 del 10-09-2021, apporta delle modifiche al Decreto Legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 giugno 2021, n. 87.

Il Decreto Green Pass bis disciplina l’ingresso nelle scuole fino al 31 dicembre 2021, ovvero data in cui è valido lo stato di emergenza. L’obbligo Green Pass vale per l’accesso nelle scuole statali di istruzione, negli istituti di formazione, ma anche:

  • nelle strutture in cui si svolgono i centri per l’istruzione degli adulti e corsi serali;
  • sistemi regionali di istruzione e formazione tecnica superiore;
  • negli istituti tecnico superiori:
  • nelle strutture in cui si svolgono servizi educativi per l’infanzia;
  • negli istituti del sistema della formazione superiore.

GLI OBBLIGATI E GLI ESCLUSI

Hanno l’obbligo di esibire la certificazione verde tutti coloro che accedono nella scuola tranne i bambini, gli studenti, gli alunni e coloro che sono esenti della campagna vaccinale a seguito di un’idonea certificazione medica. Esclusi anche i frequentanti di sistemi regionali di formazione a eccezione di coloro che prendono parte a dei percorsi formativi degli istituti tecnici superiori. L’obbligo Green Pass di applica anche al personale dei:

  • servizi educativi per l’infanzia, di cui all’articolo del Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 65;
  • centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA);
  • sistemi regionali di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP);
  • sistemi regionali che realizzano i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) e degli Istituti Tecnici Superiori (ITS).

I genitori o i parenti di studenti che vogliono entrare nelle scuole devono esibire il Green Pass.

A controllare il rispetto di questa norma saranno i responsabili di tutte le istituzioni educative e scolastiche e il dirigente scolastico. Nel caso in cui si accede nell’istituto per lavoro o per altri motivi di servizio, la verifica del rispetto delle prescrizioni deve essere fatta anche dai datori di lavoro.

OBBLIGO GREEN PASS NELLE UNIVERSITÀ

Il Governo ha previsto l’obbligo di Green Pass anche per chi accede nelle università private o statali. Devono tutti esibire la certificazione verde Covid-19. L’obbligo quindi coinvolge docenti, personale che opera nell’università, studenti e chiunque acceda nelle strutture degli atenei, tranne coloro che sono esenti della campagna vaccinale. A controllare il rispetto della norma devono essere i responsabili delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica. Le verifiche sono svolte a campione secondo le modalità che l’università stessa deve individuare. In caso di accesso alle strutture per motivi di lavoro o di servizio, a verificare il rispetto delle prescrizioni devono essere i rispettivi datori di lavoro.

OBBLIGO GREEN PASS NELLE STRUTTURE SANITARIE

Previsto anche l’obbligo Green Pass nelle strutture sanitarie, in particolare nelle RSA. A partire dal 10 ottobre 2021 e fino al prossimo 31 dicembre 2021, quando cesserà lo stato di emergenza da Covid-19, chi entra nelle strutture residenziali, socio-sanitarie e socio-assistenziali deve necessariamente esibire la certificazione verde.

Questa disposizione riguarda tutti i datori di lavoro dei soggetti che svolgono attività di lavoro, anche con contratti esterni nelle RSA, nonché i responsabili delle strutture che devono verificare il rispetto della certificazione verde. A stabilire le modalità sarà il un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, adottato insieme al Ministro della Salute, a seguito delle indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali.

I CONTROLLI

Proprio a proposito dei controlli, il Ministero dell’Istruzione insieme al Ministero della Salute hanno avviato, a partire da lunedì 13 settembre con l’inizio delle lezioni nella maggior parte delle regioni italiane, uno strumento agile per poter controllare in tempo reale lo stato del Green Pass dei dipendenti scolastici in tempo reale, accedendo anche alla comunicazione sullo stato attivo o non attivo. Questo strumento servirà ai dirigenti scolastici e ai loro delegati. Funziona attraverso la piattaforma inserita nel sistema informativo del Ministero dell’Istruzione, già noto ai dirigenti scolastici. Basterà entrare nel sistema della situazione della scuola e i responsabili potranno visualizzare, nel rispetto della privacy, l’elenco dei Green Pass attivi e quelli non attivi. Il Ministero ha anche pubblicato una semplice guida che serve ai dirigenti scolastici per verificare la certificazione. Attivo anche un servizio assistenza dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 14 per segnalazioni e quesiti in merito al funzionamento della piattaforma.

CHI È ESENTE DALL’OBBLIGO GREEN PASS

Ricapitolando, l’obbligo Green Pass nelle scuole, nelle università e nelle RSA non si applica a coloro che sono esenti della campagna vaccinale a seguito di un’idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti dalla circolare del Ministero della Salute. Inoltre, sono esenti gli alunni, gli studenti e i bambini che frequentano (scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado, scuola dell’infanzia). Sono esenti i bambini che accedono alle scuole pur non essendo alunni, oppure negli atenei o RSA, se hanno meno di 12 anni di età (esempio fratelli e sorelle di studenti). L’esenzione vale anche per i frequentanti dei sistemi regionali di formazione ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori.

LE SANZIONI PER CHI È SENZA GREEN PASS

Chi lavora in ambito universitario, scolastico e nelle RSA e viene trovato senza il Green Pass non avendone l’esenzione è punito con una sanzione che va da 400 fino a 1.000 euro. Infatti, questa sanzione vale sia per i lavoratori che per i dirigenti. Soggetti a sanzione anche i datori di lavoro che dovevano fare i controlli e non li hanno fatti.

Gli impiegati nelle RSA che non rispettano l’obbligo vaccinale verranno sospesi dal lavoro senza ricevere stipendio. Questo vale non solo per i dipendenti diretti della RSA, ma anche per coloro che hanno contratti esterni. La regola si applica anche a coloro che svolgono attività lavorativa nelle strutture a qualsiasi titolo. Ovviamente, anche qui vale l’esenzione per chi ha una valida certificazione medica in merito. Chi non sarà dotato di Green Pass resterà senza stipendio, né altro emolumento o compenso, fino a quando non assolverà all’obbligo vaccinale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto Legge 10 settembre 2021, n.122 (Pdf 73 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.217 del 10-09-2021.
Circolare Ministero della Salute per l’esenzione vaccini (Pdf 510 Kb).
Guida Miur controllo Green Pass (Pdf 833 Kb)
Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 65 (Pdf 148 Kb)
Decreto Legge 22 aprile 2021, n. 52 (Pdf 157 Kb) convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 giugno 2021, n. 87 (Pdf 165 Kb)

ALTRI MISURE E AGGIORNAMENTI

Vi invitiamo a leggere l’approfondimento su tutte le regole del Green Pass Italia che interessano ristorazione, turismo, attività di intrattenimento, concorsi introdotte già dal 6 agosto. Potete inoltre consultare le regole per i trasporti sull’uso del Green Pass e le prime regole sul Green Pass per il rientro a scuola e all’università introdotte lo scorso agosto.

Continuate a seguirci per restare aggiornati su tutte le novità e le disposizioni nazionali adottate in risposta all’emergenza da Covid-19, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita e al canale Telegram per leggere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments