Pompei: piano per 5mila posti di lavoro

Sembra difficile crederci ma a Pompei potrebbero davvero essere creati 5mila posti di lavoro, grazie ad investitori privati pronti ad investire oltre 300 milioni di Euro.

Cifre da record per un progetto di “sviluppo sostenibile” contenuto nello studio di fattibilità finanziato dalla camera di commercio di Napoli e condotto dal Centro studi dell’Unione industriali di Napoli.

Lo studio è stato presentato ieri presso la sede della Camera di Comemrcio di Napoli e l’idea degli investitori, spiegano gli addetti ai lavori, è “mutare l’identità turistica” dell’area di Pompei, da sito archeologico a centro culturale internazionale, così da creare un Distretto turistico-culturale. Il progetto, infatti, prevede l’integrazione di reti informatiche, il miglioramento della qualità della vita di abitanti e turisti con 250mila metri quadri di parco verde, il recupero urbanistico e del lungomare, i sistemi di mobilità ecologici e l’utilizzo di energie alternative.

Tra i punti di forza individuati dallo studio, oltre alla notorietà degli scavi archeologici di Pompei, anche l’essere meta di turismo religioso grazie alla presenza del santuario.

Le interessanti ricadute ovviamente interesserebbero sia la sfera commerciale e turistica che quella occupazionale: in un periodo di crisi come quello attuale, 5000 posti di lavoro sarebbero come la manna dal cielo. C’è già chi ci spera e che invece è ancora scettico. Staremo a vedere.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments