Provincia Arezzo: concorsi per 11 assunzioni

Arezzo

Nuove assunzioni a tempo indeterminato in Toscana.

La Provincia di Arezzo ha pubblicato 5 bandi di concorso per la selezione di 11 risorse da impiegare in vari profili professionali.

Le selezioni sono rivolte a laureati e a persone con licenza media.

Le domande di ammissione ai concorsi devono essere presentate entro il 7 marzo 2019.

CONCORSI PER 11 ASSUNZIONI PROVINCIA AREZZO

La Provincia di Arezzo ha indetto un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato e pieno delle seguenti 11 figure professionali:

– n.1 figurA nel ruolo di Ingegnere Civile (categoria D1)
Requisiti specifici: Diploma di Laurea vecchio ordinamento o Laurea Specialistica in Ingegneria Civile o titoli equipollenti, abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere, iscrizione all’Albo Professionale degli Ingegneri, con impegno, nel caso di mancata iscrizione, a conseguire la stessa, a spese proprie, entro 6 mesi dalla data di assunzione.
BANDO (pdf 142kb) e MODULO (doc 37kb) di domanda

– n.2 figure nel ruolo Amministrativo Giuridico (categoria D1)
Requisiti specifici: Laurea di triennale in Scienze dei servizi giuridici, Scienze giuridiche, Scienze dell’amministrazione, Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione o Laurea Magistrale in Giurisprudenza, Scienze delle pubbliche amministrazioni o Laurea Specialistica in Giurisprudenza, Scienze delle pubbliche amministrazioni o altre lauree specialistiche ad esse equiparate o Diploma di Laurea in Giurisprudenza, Scienze dell’Amministrazione o altro diploma equipollente.
BANDO (pdf 144kb) e MODULO (doc 36kb) di domanda

– n.1 figura nel ruolo di Tecnico Informatico (categoria D1)
Requisiti specifici: Laurea o Lauree Specialistiche o Diplomi di Laurea in Ingegneria informatica o Laurea Ingegneria dell’informazione o lauree equiparate.
BANDO e MODULO di domanda

– n.6 figure nel ruolo di Operaio Specializzato Tecnico – Cantoneria Viabilità (categoria B3)
Requisiti specifici:  Diploma di Istruzione secondaria di primo grado (licenza media), patente di guida della categoria C abilitata alla guida di macchine operatrici industriali con caratteristiche di eccezionalità (escavatore e trattore) con impegno, nel caso di non possesso di CQC (Carta di Qualificazione del Conducente) a conseguire la stessa entro 6 mesi dalla data di assunzione.
BANDO (pdf 136kb) e MODULO (doc 36kb) di domanda

– n.1 figura nel ruolo di Operaio Specializzato Tecnico-Elettricista (categoria B3)
Requisiti specifici: Diploma di Istruzione secondaria di primo grado (licenza media), comprovata esperienza lavorativa, almeno triennale, come Elettricista nel settore pubblico, o nel settore privato, con attività lavorativa svolta alle dipendenze di un’impresa di settore in qualità di “Operaio Installatore” con qualifica di specializzato, escluso l’eventuale periodo di apprendistato.
BANDO (pdf 138kb) e MODULO (doc 36kb) di domanda


REQUISITI GENERICI

Oltre ai requisiti specifici sopra indicati, si richiede il possesso dei seguenti requisiti generici:
– cittadinanza italiana o di un Paese membro della Unione Europea o una di una delle categorie ammesse dai bandi;
– età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti in materia di collocamento a riposo d’ufficio;
– godimento dei diritti civili e politici ed iscrizione nelle liste elettorali del Comune di residenza;
– idoneità psico-fisica alle mansioni della posizione messa a concorso;
– inesistenza di provvedimenti di licenziamento, destituzione o dispensa dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni;
– regolarità con gli obblighi di leva per i cittadini soggetti all’obbligo;
– non aver a proprio carico sentenze definitive di condanna o provvedimenti definitivi di misure di prevenzione o procedimenti penali in corso o condanne penali o procedimenti penali in corso che possano costituire impedimento all’instaurazione e/o mantenimento del rapporto di lavoro dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

SELEZIONE

I partecipanti ai concorsi per vari profili per la Provincia di Arezzo dovranno sostenere prove scritte e prove orali, sulle materie inerenti alla posizione per cui concorrono.

Qualora i numeri delle domande per ogni concorso risulti superiore a quello stabilito dalla Commissione, si espleterà una prova preselettiva finalizzata alla selezione dei candidati più meritevoli.

DOMANDE

Per partecipare ai concorsi della Provincia di Arezzo, è necessario compilare gli appositi moduli di domanda, sopra allegati, e presentarli entro il 7 marzo 2019, secondo duna delle seguenti modalità:
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo della Provincia di Arezzo;
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Dirigente del Servizio Affari del Personale della Provincia di Arezzo c/o Ufficio Protocollo – Piazza Libertà n.3 – 52100 Arezzo;
– tramite piattaforma Apaci, scansionando la domanda con gli altri allegati e firmando digitalmente la domanda;
– tramite una casella di posta elettronica certificata personale all’indirizzo PEC: [email protected]


Alle domande di partecipazione ai concorsi va allegata la seguente documentazione:
– copia della ricevuta del versamento relativo alla tassa di concorso, pari a 10 euro, da effettuare secondo le modalità indicate sui bandi;
– copia di un documento di identità in corso di validità;
– per i candidati diversamente abili: idonea certificazione medica (in originale o in copia autentica) da cui risulti l’eventuale ausilio occorrente per l’espletamento delle prove ed eventuali tempi aggiuntivi indicandone l’entità.

Ogni altro dettaglio sulla compilazione e invio delle domande di ammissione ai concorsi, è riportato sui rispettivi bandi, pubblicati per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.10 del 5-02-2019.

Tutte le successive comunicazioni in merito alle procedure concorsuali e alle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito internet della Provincia di Arezzo, nella sezione ‘Amministrazione trasparente > Bandi di concorso’.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *