RAI Concorso 90 Giornalisti: Bando e come candidarsi

web, computer, scrivere, giornalismo, pc

La RAI – Radiotelevisione Italiana SpA ha indetto un concorso per la selezione di 90 Giornalisti Professionisti, da assegnare alle redazioni giornalistiche delle sedi ubicate nelle regioni e province autonome italiane.

Le assunzioni sono a tempo determinato con possibilità di assunzione a tempo indeterminato al termine del primo contratto.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il giorno 28 ottobre 2019.

CONCORSO RAI PER GIORNALISTI

La RAI ha indetto una selezione pubblica per la ricerca di 90 Giornalisti Professionisti. Le risorse saranno assunte con iniziale contratto di lavoro a tempo determinato, con possibilità di proroga a tempo indeterminato. Le sedi di lavoro sono situate in tutta Italia, presso le redazioni giornalistiche delle regioni e province autonome italiane.

In particolare i 90 posti di lavoro per giornalisti sono dislocati nelle regioni/province autonome italiane come di seguito indicato:

  • Abruzzo: 2 posti;
  • Basilicata: 10 posti;
  • Bolzano (redazione lingua italiana): 5 posti;
  • Calabria: 10 posti;
  • Campania: 7 posti;
  • Friuli Venezia Giulia (redazione lingua italiana): 3 posti;
  • Liguria: 5 posti;
  • Marche: 5 posti;
  • Molise: 7 posti;
  • Piemonte: 2 posti;
  • Puglia: 7 posti;
  • Sardegna: 5 posti;
  • Sicilia: 5 posti;
  • Trento: 4 posti;
  • Umbria: 4 posti;
  • Valle d’Aosta: 9 posti.

E’ possibile candidarsi per una sola regione o provincia autonoma.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso RAI per giornalisti i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
iscrizione all’Albo dei Giornalisti elenco Professionisti;
– cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Paese dell’UE o cittadinanza di Paesi non appartenenti all’UE, purché regolarmente soggiornanti in Italia;
– non essere stati licenziati dalla RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A. o da un’altra Società del Gruppo per giusta causa o per  giustificato motivo soggettivo;
– non aver presentato la propria candidatura per due o più regioni o province autonome.

SELEZIONI

Il processo di selezione prevede la valutazione dei titoli e la somministrazione di prove d’esame.

Tra i titoli posseduti, verranno considerati i seguenti:
– laurea triennale;
– laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento;
– titoli rilasciati al termine di corsi di formazione in giornalismo dalle scuole di formazione al giornalismo riconosciute dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e validi per l’accesso alla professione giornalistica.

Le prove d’esame saranno invece strutturate come di seguito indicato:
I fase (prova preselettiva): test scritto a risposta multipla per la verifica del livello di conoscenza su tematiche inerenti la cultura generale e l’attualità (con la conoscenza delle nozioni cui il bando fa riferimento), sulla specifica realtà territoriale per la quale si concorre e su nozioni di lingua inglese;
II fase: redazione di un testo giornalistico con preassemblaggio delle immagini destinato alla TV su un argomento a carattere regionale scelto dalla Commissione; redazione di un testo giornalistico con preassemblaggio audio destinato alla Radio su un argomento a carattere regionale, diverso dal precedente, scelto dalla Commissione; organizzazione di un progetto cross mediale; improvvisazione, in video, su un tema di attualità su un argomento a scelta del candidato tra quelli proposti dalla Commissione, con supporto di flusso di immagini; lettura in video del testo per la TV; lettura del testo destinato alla Radio;
III fase: test e colloquio di valutazione della conoscenza della lingua inglese (o lingua francese per i candidati della Valle d’Aosta e lingua tedesca per i candidati della Provincia Autonoma di Bolzano); colloquio conoscitivo e di orientamento, con valutazione anche del CV.


Al termine delle selezioni verranno stilate le graduatorie regionali, con candidati idonei vincitori (primi in graduatoria di ogni regione per le posizioni disponibili); i candidati idonei non vincitori (risultati nelle posizioni eccedenti i posti disponibili); i candidati non idonei.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al bando RAI per giornalisti deve essere presentata esclusivamente online. E’ necessario compilare il form sul sito web di RAI nella sezione “Selezione giornalisti professionisti 2019” raggiungibile da questa pagina entro le ore 12:00 del 28 ottobre 2019

Una volta terminata la procedura di compilazione si riceve una mail di conferma. Ricordiamo che i giornalisti interessati potranno candidarsi solo per una regione o provincia autonoma.

Ogni altro dettaglio sulla compilazione della domanda di ammissione alle selezioni di RAI per giornalisti, è riportato sul bando che alleghiamo di seguito.


BANDO

Gli interessati al concorso per giornalista indetto da RAI sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (pdf 616kb) che regola la selezione dei candidati. Tutte le successive comunicazioni in merito alle procedure concorsuali e alle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito web di RAI, nella sezione ‘Lavora con noi’.

Per ulteriori informazioni sulle altre opportunità di lavoro in RAI vi invitiamo a consultare il nostro approfondimento.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti