Regione Puglia: 420 nuovi posti di lavoro

Lo scorso venerdì a Bari si è svolta la conferenza stampa per presentare il nuovo provvedimento della Regione Puglia che prevede la realizzazione di 39 progetti in tutto, con la creazione di 420 posti di lavoro ed un solo obiettivo: l’infrastrutturazione sociale della Puglia.

Nichi Vendola ha confermato l’imminente avvio della prima tranche di finanziamenti per 36 milioni di euro che saranno messi a disposizione dei Comuni della Puglia e porteranno a 268 assunzioni. Entro fine anno sarà erogata la seconda tranche che porterà altre 152 assunzioni per un totale di 420 nuovi posti di lavoro.

I 36 milioni di euro serviranno per l’avvio di ben 11 Accordi di Programma e saranno distribuiti in modo equo tra i Comuni amministrati dal centrodestra e dal centrosinistra e tra i Comuni di piccole dimensioni e quelli più grandi. Il Governatore della Puglia ha voluto sottolineare questo aspetto e ha precisato che gli investimenti determineranno l’apertura di cantieri e la costruzione di strutture socio-sanitarie anche nei piccoli Comuni.

Ma cerchiamo di fare chiarezza su questi Accordi di Programma. In totale sono 39 i progetti d’intervento strutturale (suddivisi tra nuove realizzazioni e ristrutturazioni) per una spesa complessiva di 36,3 milioni di euro, il 20 per cento dei quali sarà a carico dei Comuni della Puglia (accorpati in 11 Piani d’investimento) mentre i restanti 29,2 milioni di euro saranno a carico della Regione Puglia, finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr).

Grazie a questa prima tranche d’investimenti, come è stato spiegato in conferenza stampa, è prevista l’apertura di 268 nuovi posti di lavoro dei complessivi 420. Gli altri posti di lavoro saranno disponibili, ha confermato Elena Gentile assessore al Welfare, entro fine anno. Una boccata d’ossigeno per la Regione Puglia e la sua occupazione.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments