Regione Sicilia: incentivi per Aziende Agricole, Bando

agricoltura

La regione Sicilia avvia il bando Sottomisura 4.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”, finalizzato all’ammodernamento del sistema produttivo agricolo e agroalimentare.

Possono beneficiare degli incentivi agricoltori, persone fisiche e giuridiche in possesso di partita IVA.

È possibile presentare la domanda dal 15 maggio al 15 ottobre 2020.

INCENTIVI AZIENDE AGRICOLE REGIONE SICILIA

La regione Sicilia, a seguito della Sottomisura 4.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”, attuata nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sicilia PSR Sicilia 2014/2020, ha posto una dotazione finanziaria di 40 milioni di euro (di cui 2 milioni di euro alle piccole isole) per l’ammodernamento delle imprese agricole e agroalimentari.

Le aziende della Regione hanno la possibilità di richiedere incentivi finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
– ampliamento della dimensione economica e introduzione di nuove tecnologie ed innovazioni, con attenzione anche alla sostenibilità ambientale e al miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro;
– concentrazione dell’offerta;
– sviluppo delle produzioni agroalimentari di III, IV e V gamma;
– interventi di integrazione, sia orizzontale che verticale, per l’aumento delle produzioni ed il reddito dei produttori, anche attraverso investimenti per la logistica e l’utilizzo delle TIC;
– miglioramento della qualità dei prodotti agricoli e zootecnici;
– riduzione dei costi di produzione e miglioramento delle condizioni di produzione e di allevamento
compatibilmente anche con le necessità di protezione dell’ambiente e del paesaggio;
– diversificazione degli ordinamenti colturali e delle produzioni agricole, anche verso settori non alimentari;
– sostegno agli investimenti effettuati da giovani agricoltori nell’ambito di azioni integrate a livello aziendale (pacchetto giovani).

BENEFICIARI

Possono beneficiare degli incentivi gli agricoltori, persone fisiche e giuridiche (società agricola di persone, capitali o cooperativa di produzione, costituite in conformità alla legislazione vigente), in possesso di un fascicolo aziendale aggiornato, titolari di partita IVA con codice di attività agricola, iscritti alla CCIAA e all’INPS.

REQUISITI E CONDIZIONI

Sono inoltre posti dei requisiti e condizioni di ammissibilità coi quali accedere alla richiesta di finanziamento:

  • Dimensione economica minima in termini di produzione lorda standard aziendale
    – almeno 8.000 euro di Produzione Standard Totale Aziendale nelle isole minori;
    – almeno 10.000 euro nelle zone montane e con svantaggi e nelle aree natura 2000;
    – almeno 15.000 euro nelle altre zone.
    A seguito dell’intervento la dimensione economica minima in termini di produzione lorda standard dovrà essere di:
    – almeno 10.000 euro di Produzione Standard Totale Aziendale nelle isole minori;
    – almeno 15.000 euro di Produzione Standard Totale Aziendale nelle zone montane e con svantaggi e nelle aree natura 2000;
    – almeno 25.000 euro di Produzione Standard Totale Aziendale euro nelle altre zone;
  • Piano di Sviluppo Aziendale (PSA), da redigere e sottoscrivere da parte di tecnici agricoli abilitati, la cui presentazione deve essere effettuata attraverso l’applicativo/PSAWEB Sicilia, predisposto per dimostrare la sostenibilità economico-finanziaria degli interventi e il miglioramento del rendimento globale dell’azienda;
  • Requisiti dell’iniziativa progettuale, che includono la cantierabilità del progetto esecutivo, ottenuta entro 90 giorni dalla comunicazione da parte dell’Ispettorato dell’Agricoltura competente per il territorio. Gli investimenti realizzati nelle aree Natura 2000 saranno sottoposti a valutazione di incidenza ambientale. Le iniziative ambientali con importo di spesa inferiore o pari a 20 mila euro non saranno ritenute ammissibili. Per le aziende delle isole minori, l’importo è fissato a 10 mila euro.

SPESE AMMISSIBILI

È possibile l’acquisto dei seguenti beni materiali e immateriali:
– acquisizione, costruzione e/o miglioramento di beni immobili al servizio dell’attività di produzione, di allevamento, di lavorazione, di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti e per ricovero macchine ed attrezzature;
– viabilità ed elettrificazione aziendale;
– realizzazione e/o riattamento di locali idonei per il personale dipendente dell’azienda, ove
necessari, di dimensioni non superiori a mq. 45 da destinare esclusivamente a lavanderie, bagni, docce, spogliatoi, infermeria ecc. e non ad uso abitativo/residenziale;
– realizzazione di nuovi impianti di colture poliennali (permanenza minima 5 anni), 
ristrutturazione e riconversione colturale e varietale di colture poliennali;
– interventi di miglioramento fondiario (sistemazioni idraulico-agrarie) quali spianamenti, spietramenti, canali di scolo, terrazzamenti, recinzioni, viabilità aziendale ed elettrificazione;
– costruzione e riattamento di serre e/o serre-tunnel e/o tenso-strutture per la coltivazione e la produzione di prodotti orto-frutticoli e florovivaistici;
– realizzazione e/o riattamento e/o potenziamento delle strutture aziendali destinate all’allevamento;
– acquisto di macchine ed attrezzature agricole nuove per le operazioni colturali e di raccolta (trattrici, macchinari e attrezzature) per la lavorazione del terreno, per l’effettuazione di altre operazioni colturali e di raccolta, e per la movimentazione e trasporto dei prodotti e dei mezzi tecnici aziendali;
– acquisto di macchinari/impianti/attrezzature nuove per lo stoccaggio, conservazione, lavorazione, trasformazione, confezionamento e commercializzazione di prodotti, compresa l’impiantistica elettrica, idraulica, termosanitaria e simili;
– realizzazione di strutture e dotazioni per la logistica aziendale (concentrazione, stoccaggio, conservazione, condizionamento, imballaggio, movimentazione interna dei prodotti, compresi i programmi informatici specifici);
– realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che rispettino i criteri minimi di efficienza previsti dalla normativa vigente e che siano commisurati ai fabbisogni energetici di autoconsumo;
– punti vendita aziendali e connesse sale di degustazione, ad eccezione di quelli da realizzare in aziende vitivinicole, nel caso in cui la finanziabilità delle stesse sia prevista nell’ambito della relativa OCM;
– acquisto e posa in opera di materiale ed attrezzature, altri interventi, necessari per prevenire i danni da fauna selvatica, entro il limite di spesa ammessa e liquidabile al netto delle spese generali (40%);
– acquisto di attrezzature informatiche e telematiche finalizzate alla gestione aziendale, all’accesso a servizi telematici, al commercio elettronico, e acquisto di arredi per uffici limitatamente alle postazioni di lavoro;
– realizzazione di opere idriche aziendali, che possono riguardare invasi, opere di captazione, adduzione e distribuzione, impianti ed attrezzature, sistemi per il controllo ed il risparmio idrico, ricerche idriche, opere di provvista di acqua per usi irrigui, impianti di irrigazione e di desalinizzazione delle acque;
– spese generali, che possono essere ammesse a contributo sino alla percentuale massima del 12% dell’importo dei lavori, al netto delle spese stesse.

DOMANDA

La domanda di richiesta di incentivi per aziende agricole alla regione Sicilia deve essere redatta utilizzando l’apposito MODULO (pdf 80kb), da presentare a partire dal 15 maggio fino al 15 ottobre 2020.

Le domande saranno valutate anche sulla base dei seguenti criteri di selezione:
– investimenti proposti da imprenditori agricoli e da altri soggetti in possesso di specifici titoli di studio;
– adesione a regimi di qualità dei prodotti;
– adesione a regimi di qualità dei processi;
– investimenti relativi al miglioramento del processo produttivo e alla valorizzazione delle produzioni;
– Climate Smart Agriculture (CSA) -FAO, 2015, Sherr et.al., 2012.

Ogni altro dettaglio sulla compilazione e presentazione delle domande, è riportato nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO

Gli interessati agli incentivi per le aziende agricole da parte della regione Sicilia sono invitati a leggere attentamente il BANDO (pdf 255kb) pubblico che regola la partecipazione alla selezione.

Tutte le successive comunicazioni sul bando per la richiesta di incentivi alle aziende agricole e agroalimentari saranno pubblicate sul portale della Regione Sicilia, nella sezione in basso ‘PSR Sicilia 2014/2020’.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments