Riforma del lavoro: via libera dal Governo

E’ arrivato il via libera del Governo alla riforma del mercato del lavoro anche se le polemiche non sono terminate e ci sarà ancora spazio per eventuali modifiche.

Infatti il Consiglio dei Ministri ha approvato il Disegno di Legge “salvo intese” quindi c’è l’apertura ad ulteriori modifiche nei prossimi giorni prima dell’esame delle Camere. La scelta di non procedere attraverso un decreto legge non è piaciuta al Pdl ma ha soddisfatto i Democratici che ora si preparano alla battaglia.

Durante l’iter parlamentare i malumori torneranno a galla visto che il Governo Monti non è sceso a compromessi sull’articolo 18 e non ha previsto la possibilità di reintegrare i lavoratori licenziati per motivi economici. Sul piede di guerra sono già il Pd, la Lega e l’Italia dei Valori.

Il Presidente della Repubblica Napolitano ha cercato di calmere le acque, assicurando che in Parlamento ci sarà spazio per il confronto e garantendo che le modifiche non porteranno a licenziamenti facili. Il pacchetto della Riforma del lavoro, secondo le ultime previsioni, dovrebbe arrivare ad un esito definitivo prima dell’estate. Renato Schifani si augura che tutto venga chiuso entro giugno.

Intanto emerge la novità dei voucher per servizi di baby-sitting per le neo mamme, in alternativa all’utilizzo del congedo facoltativo per maternità. Il voucher sarà erogato dall’Inps e la cifra sarà modulata in base ai parametri Isee della famiglia.

Scopri anche cosa cambia con la riforma del lavoro su stage, contratti e partita iva leggi qui, per le novità sulla mobilità, disoccupazione e cassa integrazione leggi qui e cosa cambia con le modifiche del Governo sull’articolo 18 leggi qui.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments