Rimini: concorso per 7 Insegnanti, tempo indeterminato

Asilo Scuola Infanzia

Assunzioni in vista in Emilia Romagna nel settore scolastico.

Il Comune di Rimini ha pubblicato un concorso, per esami, finalizzato all’assunzione di 7 Insegnanti di Scuola d’Infanzia Cat. C. Il contratto di lavoro offerto è a tempo pieno e indeterminato con uno stipendio pari a 1.621,18 Euro.

Si precisa che il 40% dei posti a concorso è riservato ai soggetti che siano o siano stati titolari di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato e che hanno maturato almeno tre anni di servizio alle dipendenze del Comune di Rimini. È possibile inoltrare la propria candidatura entro il 30 Luglio 2015, data di scadenza del bando.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso per maestri d’asilo coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti generali:
– cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea oppure familiari dei cittadini degli Stati membri non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, ma risultanti titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Sono ammessi anche cittadini di Paesi Terzi titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
– età non inferiore agli 18 anni e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo d’ufficio (attualmente anni 66 e 3 mesi);
– idoneità fisica all’impiego;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati licenziati da un precedente pubblico impiego, ovvero destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
– non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego, per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ai sensi dell’art. 127, 1° comma, lettera d), del DPR 10 gennaio 1957, n. 3;
– non aver riportato condanne penali, né aver in corso procedimenti penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di un rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
– non essere inadempienti rispetto agli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985);
– possedere le conoscenze di base dell’informatica e di almeno una delle seguenti lingue straniere: inglese, tedesco, francese o spagnolo.

Ai candidati è anche richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
– laurea in scienze della formazione primaria ad indirizzo scuola dell’infanzia;
– diploma di Scuola Magistrale, triennale, di abilitazione all’insegnamento nelle scuole del grado preparatorio (se conseguito entro l’anno scolastico 2001 – 2002);
– diploma di Istituti Magistrali di maturità magistrale (conseguito entro l’anno scolastico 2001 – 2002);
– titolo di studio appositamente riconosciuto equivalente, a seguito dell’attuazione di progetti di sperimentazione, autorizzati ai sensi dell’art. 278 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

SELEZIONE

I concorrenti dovranno sostenere tre prove d’esame: una prova scritta teorica, una scritta teorico-pratica ed una orale. Gli esami verteranno sulle seguenti materie:

Legislazione e Aspetti Istituzionali
– D.M. 16 Novembre 2012 N. 254 ‘Regolamento Recante Indicazioni Nazionali Per Il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione a norma dell’art. 1 comma 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n 89’ con particolare riferimento alle parti: ‘Cultura scuola persona’, ‘Finalità generali’, ‘L’organizzazione del curricolo’, ‘La scuola dell’Infanzia’;
– Legge 10 marzo 2000, n. 62 ‘Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione’;
– Legge 28 marzo 2003, n. 53 ‘Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale’;
– Legge 5 febbraio 1992 n. 104 ‘Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate’, con particolare riferimento ai principi generali e ai diritti dell’educazione e all’istruzione dei minori, specificatamente articoli da 1 a 14;
– DPR del 24 febbraio 1994 ‘Atto d’indirizzo e coordinamento relativo ai compiti delle unità sanitarie locali in materia di alunni portatoti di handicap’;
– Carta dei Servizi Educativi 0/6 anni del Comune di Rimini;
– DPR 62/2013, ‘Codice di comportamento dei dipendenti pubblici’;
– D. Lgs 30 giugno 2003, n. 196 ‘Codice in materia di protezione dei dati personali’: Artt. Da 1 a 41, 50, 59, 60, 64, 65, 73, 80, 81, 82, 83, 84, 167, 168, 169, 170, 171,172;
– Regolamento della partecipazione delle famiglie alla vita dei nidi e delle scuole dell’infanzia del Comune di Rimini (delibera di C.C. del 7 dicembre 2000, n. 163);
– Regolamento sanitario per gli Asili Nido e Scuole dell’Infanzia. Allegato B alla delibera D.G. del 22 agosto 2013, n. 574.

Contenuti Psicologici e Pedagogici
– elementi di Psicologia dell’età evolutiva;
– processi comunicativi e relazionali.

Competenze Pedagogiche e Didattiche
– piano dell’offerta formativa (POF);
– la scuola dell’infanzia: le finalità educative, l’ambiente di apprendimento, i campi d’esperienza e i traguardi per lo sviluppo delle competenze;
– lineamenti metodologici generali: 1) valorizzazione del gioco, l’esplorazione, la ricerca e la vita di relazione 2) il laboratorio e i fondamenti della scuola attiva;
– organizzazione del contesto, della giornata educativa, dei gruppi e delle attività (tempi, spazi e materiali);
– la professionalità dell’insegnante, lavorare in gruppo: condivisione e responsabilità;
– la progettazione educativa – didattica: dall’osservazione alla realizzazione e documentazione delle attività: strategie, metodologie e gli strumenti;
– la continuità educativa e didattica;
– la formazione in servizio e l’aggiornamento: forme e significati;
– integrazione nella comunità scolastica del bambino con bisogni educativi speciali e con disagio sociale;
– procedure per un efficace integrazione dei bambini e bambine con disabilità: rapporto con le famiglie e servizi del territorio;
– strategie di integrazione valorizzazione delle differenze culturali;
– educazione all’ambiente nelle scuole dell’infanzia del Comune di Rimini.

La Scuola come Servizio di Qualità
– sistemi di gestione per la qualità: le procedure (P39.07.12 Attività educativa per le scuole dell’infanzia, P39.07.13 Attività didattica per le scuole dell’infanzia, P39.07.06 Gestione del rapporto con le famiglie, P39.07.07 assistenza pediatrica di comunità);
– Customer Satisfaction.

Concluse le prove d’esame, sarò stilata una graduatoria di merito che verrà pubblicata all’Albo pretorio informatico del comune.

DOMANDA

La domanda di iscrizione al bando per 7 insegnanti dovrà pervenire al Comune di Rimini entro le 24:00 del 30 Luglio 2015 esclusivamente tramite procedura on line. Il candidato dovrà compilare e inviare la domanda di ammissione al bando per via telematica utilizzando l’applicazione informatica accessibile dal sito web dell’Ente alla voce Concorsi / Concorsi del Comune / Anno 2015 ed inserendo il codice relativi al presente bando: CONCORSO_2015_1. Si precisa che per l’iscrizione è necessario essere indicare il codice fiscale e gli estremi di pagamento della tassa di concorso ari a 10,00 Euro.

Al termine della procedura, il sistema informatico rilascia la ricevuta di avvenuta presentazione ed il numero di protocollo identificativo della domanda di concorso. Il concorrente dovrà poi stampare, tramite la procedura informatica, la domanda di concorso e presentarla il giorno delle prove scritte firmata e corredata di una copia di un documento d’identità.

BANDO

Ulteriori informazioni sono specificate all’interno del BANDO (Pdf 67 Kb) relativo al concorso per 7 Insegnanti indetto dal comune di Rimini e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 49 del 30-6-2015.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments