Scuola: tutte le novità del Decreto Sostegni Bis

scuola

Nuove misure per la scuola nel Decreto Sostegni Bis. Il provvedimento, convertito in Legge, prevede un pacchetto di misure per l’avvio ordinato del prossimo anno scolastico e il reclutamento dei docenti, e nuove risorse per affrontare l’emergenza sanitaria.

Ti spieghiamo in pochi semplici punti quali sono le novità per la scuola contenute nel Decreto Sostegni Bis e cosa sapere.

PACCHETTO SCUOLA DECRETO SOSTEGNI BIS

Il nuovo decreto approvato dal Governo per introdurre ulteriori misure e aiuti per lavoratori, famiglie e imprese in risposta all’emergenza covid comprende anche nuove misure per la scuola. Dopo la sospensione delle attività scolastiche in presenza adottata negli scorsi mesi nel rispetto delle norme nazionali anti contagio e la necessità di incrementare il personale scolastico sempre più impellente, anche per poter diminuire il numero di alunni per classe e aumentare dunque le classi, si è reso indispensabile pianificare la ripresa del settore scolastico sia a breve che a lungo termine.

Per questo il Ministero dell’Istruzione ha elaborato un programma di interventi che intende dare una risposta concreta ai seguenti temi:

  • l’ordinato avvio del prossimo anno scolastico, che comprende anche la copertura delle cattedre vacanti;
  • nuove modalità di reclutamento dei docenti, accelerando anche le assunzioni sulle materie scientifiche (STEM – Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica);
  • programmare nuovi concorsi annuali, in grado di coprire i posti rimasti vacanti per i pensionamenti e rendere disponibile personale di ruolo, per evitare il ricorso a supplenze e precariato.

Il pacchetto scuola contenuto nel Decreto Sostegni Bis si affianca al Patto per la scuola recentemente sottoscritto dal Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, con le organizzazioni sindacali per il rinnovamento del settore scolastico.

LE NOVITÀ

Quali sono le novità per la scuola contenute nel Decreto Sostegni Bis? Ecco le principali misure che saranno attuate:

  • Velocizzazione delle procedure per l’avvio del prossimo anno scolastico – entro il 31 agosto saranno effettuate le assunzioni degli insegnanti, le assegnazioni provvisorie, le utilizzazioni e le attribuzioni dei supplenti alle scuole, per disporre dei docenti necessari entro inizio settembre e non dalla seconda metà di settembre come negli scorsi anni. Queste tempistiche saranno portate a regime per i prossimi anni.

  • Mobilità per i neoassunti dopo 3 anni – i nuovi assunti potranno chiedere la mobilità dopo tre anni di permanenza nella sede di servizio, invece che dopo i cinque previsti attualmente dalla normativa. Lo scopo è garantire la continuità didattica degli studenti e permettere a chi viene assunto in una sede distante dalla residenza di riavvicinarsi prima a casa.

  • Data di avvio delle lezioni unica sul territorio nazionale – il Ministero dell’Istruzione lavorerà in accordo con le Regioni per uniformare la data di avvio delle lezioni a settembre.

  • Nomina dei docenti entro settembre – durante l’estate saranno assunti
    – gli insegnanti presenti nelle graduatorie a esaurimento (GAE) e in quelle di merito dei concorsi degli scorsi anni;
    – i vincitori del concorso straordinario docenti per la scuola secondaria di primo e secondo grado, con 3 anni di anticipo rispetto a quanto inizialmente programmato.

  • Nuovo concorso straordinario per docenti – sarà bandito un nuovo concorso straordinario  per coprire le ulteriori cattedre che risulteranno ancora vacanti, sia su posti comuni che di sostegno, mediante l’assunzione di docenti abilitati e specializzati con almeno 36 mesi di servizio negli ultimi 5 anni. Saranno assunti a tempo indeterminato dopo un corso di formazione, al termine del quale dovranno svolgere il periodo di formazione e prova previsto per gli insegnanti.

  • Novità per l’accesso alle GPS – potranno iscriversi alla prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze anche i docenti che avranno completato la specializzazione sul sostegno entro il 31 luglio.

  • Velocizzazione dei concorsi ordinari della scuola secondaria di primo e secondo grado, a partire dalle discipline STEM – il concorso ordinario per docenti di scuola secondaria di secondo grado per le discipline Fisica, Matematica, Matematica e Fisica, Scienze e Tecnologie Informatiche sarà più rapido, grazie all’espletamento di una sola prova scritta a risposta disciplinare multipla e una prova orale, a cui seguirà subito la graduatoria per assumere al più presto i vincitori e coprire le numerose cattedre vacanti in area scientifica.

  • Nuovi concorsi più veloci e annuali – i prossimi bandi saranno programmati su base annuale e semplificati, selezionando i candidati mediante una prova scritta a risposta disciplinare multipla, una prova orale e la valutazione dei titoli, per avere assunzioni più veloci. Queste modalità saranno utilizzate anche per i concorsi scuola banditi nel 2020 e ancora da espletare.

ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

Per completezza di informazione mettiamo a tua disposizione il COMUNICATO MIUR (Pdf 69Kb) che spiega le principali misure per la scuola previste dal Decreto Sostegni Bis. Per tutti gli approfondimenti sui prossimi concorsi nella scuola, sulle assunzioni e su tutte le novità puoi leggere questo approfondimento e visitare questa pagina.

Continua a seguirci per restare informato e iscriviti alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al nostro canale Telegram per avere le notizie in anteprima. E’ disponibile inoltre il gruppo Telegram dedicato esclusivamente ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments