Scuola: firmato il contratto, assunzioni per 67 mila precari

E’ stato firmato questo pomeriggio all’Aran il contratto per l’immissione in ruolo di 67 mila precari della scuola suddivisi tra docenti e Ata, in base all’intesa raggiunta il 19 luglio scorso.

Hanno sottoscritto il contratto Cisl, Uil, Snals e Gilda mentre la Flc Cgil per ora si è astenuta e deciderà se aderire o meno dopo che il Governo farà chiarezza sul numero delle stabilizzazioni e sulla transitorietà del taglio agli stipendi dei neoassunti.

In due settimane dalla sigla della pre-intesa, c’è stata l’approvazione del Consiglio dei Ministri, la registrazione della Corte dei Conti, e, oggi, la firma definitiva del contratto. Il Governo predisporrà il piano per le assunzioni entro il 31 agosto e dal primo di settembre tutti i posti disponibili in organico di diritto saranno coperti da personale di ruolo.

Il piano è triennale, quindi 67 mila precari entreranno in ruolo da settembre, per l’anno scolastico 2011 – 2012. Per gli anni successivi devono ancora essere stimati i numeri delle assunzioni. “Noi ci siamo sbilanciati a fare un’analisi – spiega Marco Paolo Nigi, segretario generale dello Snals Confsal – e pensiamo che siano circa 30 mila persone, tra persone docenti e non docenti, negli anni successivi al primo per un totale alla fine di circa 120-125 mila persone in tre anni”.

“Quel che è accaduto in questi giorni – ha commentato il segretario generale Uil Scuola, Massimo Di Menna – è un esempio positivo di sindacato utile e di relazioni sindacali moderne”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments