Simulatore Importo Assegno Unico INPS: cos’è, come funziona

La guida passo dopo passo, tutte le funzioni e i chiarimenti sul nuovo Simulatore Importo Assegno Unico INPS per capire quale sarà l’importo che spetta nel 2022

inps ape sociale
Photo credit: Delbo Andrea / Shutterstock.com

È online sul sito INPS il Simulatore Importo Assegno Unico che permette di simulare l’importo mensile che ogni famiglia può ricevere come sostegno per i figli a carico.

Il Simulatore è accessibile liberamente ed è consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso, senza la necessità di credenziali per il suo utilizzo.

Scopriamo insieme come funziona il nuovo servizio INPS e quali informazioni occorre inserire per ottenere un risultato personalizzato corretto sul simulatore.

SIMULATORE IMPORTO ASSEGNO UNICO, COS’È

Il Simulatore Importo Assegno Unico è un nuovo servizio INPS disponibile in questa pagina, utile a calcolare l’importo dell’assegno spettante alle famiglie con figli a carico. Infatti, la quota dell’assegno unico figli attivo dal 7° mese di gravidanza ai 21 anni di età, che entrerà in vigore dal 1° marzo 2022, varia a seconda di una serie di fattori che vi abbiamo spiegato in questa guida dettagliata.

Talvolta, però, calcolarne l’importo finale potrebbe diventare complesso, nonostante le indicazioni fornite del Governo. Per tali motivi, l’INPS ha messo a disposizione il servizio di Simulazione Importo Assegno Unico che aiuta gli interessati a capire quanto gli spetta, in forma anonima e gratuita. L’INPS ha però, chiarito che il risultato del simulatore dell’assegno unico è solamente indicativo, dal momento che per ottenere la prestazione occorre presentare relativa domanda e attendere l’esito dell’istruttoria della domanda stessa.

COME FUNZIONA IL SIMULATORE IMPORTO ASSEGNO UNICO

Per calcolare l’importo dell’assegno teoricamente spettante, occorre inserire nel Simulatore Importo Assegno Unico INPS alcune semplici informazioni. Nello specifico:

  • composizione del nucleo familiare;
  • importo presunto ISEE;
  • madre under 21;
  • maggiorazione “transitoria”;
  • la maggiorazione per genitori con reddito da lavoro.

1) COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE

Nella prima sezione del Simulatore dell’INPS relativa alla composizione del nucleo familiare vanno specificati nelle apposite caselle:

  • il numero di figli;
  • l’età anagrafica;
  • lo stato di disabilità, come da tabella presente nella Dichiarazione sostitutiva unica in corso di validità (Quadro FC7 “disabilità e non autosufficienza”).

2) IMPORTO PRESUNTO ISEE

Nella seconda sezione del Simulatore Importo Assegno Unico si inserisce l’ISEE. È opportuno specificare che per ottenere un prospetto di risultato attendibile, bisognerà inserire il valore ISEE in corso di validità per l’annualità 2022. Per i soggetti minorenni rileva l’indicatore minorenne anche corrente. Invece, per i maggiorenni, occorre far riferimento all’ ISEE ordinario anche corrente.

3) MADRE UNDER 21

La parte centrale del Simulatore Importo Assegno Unico permette di spuntare anche la casella se si è una madre con età minore di 21 anni. In tal caso, infatti, è prevista anche una maggiorazione pari a 20 euro mensili per ciascun figlio.

4) MAGGIORAZIONE “TRANSITORIA”

In questa sezione del servizio INPS invece, si può spuntare la casella apposita per indicare di essere in possesso dei requisiti per ottenere la maggiorazione prevista dall’articolo 5 del Decreto Legislativo attuativo della Legge 46 del 2021. Parliamo della maggiorazione prevista per chi ha un ISEE che arriva al massimo a 25.000 euro.

Per ottenere il calcolo della componente fiscale eventualmente spettante per coloro che sono in possesso di ISEE fino a 25.000 euro, in sostituzione delle detrazioni fiscali è necessario provvedere all’inserimento del reddito complessivo IRPEF di ciascun genitore. Il dato deve essere comprensivo dell’eventuale quota di reddito soggetto a tassazione sostitutiva e a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o d’acconto. Il reddito complessivo IRPEF di ciascun genitore è desumibile da:

  • ISEE (Quadro FC 8, sezione II);
  • modello redditi 2021 (redditi 2020);
  • 730 del 2021;
  • in assenza della dichiarazione fiscale, dalla CU della medesima annualità 2021.

Ai fini del calcolo della componente familiare, l’Indicatore della Situazione Reddituale (ISR) può essere assunto dall’attestazione ISEE del genitore richiedente. Per ottenere un risultato attendibile, è sempre preferibile far riferimento all’ ISEE che sarà attestato nel 2022. Spuntando questa casella, si dichiara anche di aver ottenuto, nel corso del 2021, gli ANF. Parliamo cioè dell’assegno per il nucleo familiare, in presenza di figli minori da parte del richiedente o da parte di altro componente del nucleo familiare del richiedente.

5) MAGGIORAZIONE PER GENITORI CON REDDITO DA LAVORO

Nella sezione finale del Simulatore Importo Assegno Unico si può spuntare la casella ad hoc per dichiarare di avere diritto alla maggiorazione come da articolo 4 comma 8 del Decreto Legislativo attuativo della Legge 46 del 2021. Ci riferiamo cioè, alla maggiorazione prevista per il figlio minore i cui i genitori sono entrambi titolari di reddito da lavoro al momento della presentazione della domanda.

IL RISULTATO DELLA SIMULAZIONE

Una volta inseriti tutti i dati è possibile cliccare sul pulsante verde in basso a destra con la dicitura “Calcolo importo assegno mensile”. In tal modo, potrete ottenere un prospetto di risultato attendibile che comparirà in calce alla pagina. L’INPS però ha sottolineato che il risultato del simulatore dell’assegno unico è solamente indicativo. Gli interessati non riceveranno alcun sussidio se prima non presenteranno la relativa domanda e l’esito positivo post controlli, dall’INPS.
Per capire come fare domanda per l’Assegno Unico Figli nel 2022, vi consigliamo di leggere questo approfondimento.

DOVE TROVARE IL SIMULATORE IMPORTO ASSEGNO UNICO

Per provare a utilizzare il Simulatore Importo Assegno Unico messo a disposizione dall’INPS potete consultare questa pagina e inserire i vostri dati in maniera anonima e gratuita. Si può usare il servizio anche senza essere in possesso di credenziali INPS o identità digitale (SPID, CNS o CIE).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altri aiuti e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments