Stage gratuiti: vietati per legge dal 2013

Basta ai tirocini non retribuiti nel 2013. Gli stage gratuiti non potranno più essere proposti dalle aziende e saranno vietati per legge. Dal prossimo anno lo stipendio dovrà essere di almeno 400 Euro lordi al mese, che è poco più di un rimborso, ma sicuramente meglio che niente.

La bozza sulle linee guida sui tirocini definita dal Ministro Elsa Fornero è stata discussa qualche giorno fa nella commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni, ed entro gennaio deve essere solo confermato il compenso minimo.

Ricordiamo che in base alla legge attuale, gli stagisti non hanno diritto ad uno stipendio. Tuttavia alcune Regioni italiane, hanno fissato un livello base di compenso per i tirocini che, però, ha valore soltanto entro i confini regionali. La riforma del mercato del lavoro proposta dal ministro del Welfare Elsa Fornero la scorsa estate ha introdotto per gli stage “una congrua indennità, anche in forma forfettaria, in relazione alla prestazione svolta”.

Quello che ancora deve essere fissato per legge è a quanto deve ammontare questa congrua indennità, ovvero quale sarà lo stipendio minimo che le aziende dovranno corrispondere agli stagisti. Entro 180 giorni dall’entrata in vigore della legge Fornero, deve essere fissata la somma, con un documento che metta d’accordo il governo e le Regioni. La soglia minima proposta è di 400 Euro lordi al mese, mentre non ci sarà più la regola che fissa un limite massimo al rimborso mensile con l’obiettivo di “evitare un uso distorto dello stage che a volte può mascherare un contratto sottopagato”.

Non si dice solo addio agli stage gratuiti con la nuova legge ma le linee guida sui tirocini introducono anche altre importanti novità sui limiti di tempo. Gli stage standard non potranno durare più di 6 mesi, il reinserimento non più di un anno e lo stage riservato ai disabili non più di due anni. Inoltre non si potrà realizzare più di un contratto di stage presso la stessa azienda e verrà fissato un tetto massimo al numero di stagisti in proporzione alle dimensioni della società.

Insomma il governo ha voluto mettere dei paletti stringenti per dire basta allo sfruttamento dei giovani tirocinanti e finalmente gli stage gratuiti saranno vietati dal 2013.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments